Spritz.it - NEXUS's HOME - BLOG DIRECTORY - IL TUO BLOG - Segnala qs BLOG



NICK: NEXUS
SESSO: m
ETA': 38
CITTA': Venezia
COSA COMBINO: Alla Posta, Capo Ufficio Pacchi
STATUS: single

[ SONO OFFLINE ]
[PROFILONE COMPLETO]

[ SCRIVIMI ]



STO LEGGENDO
P. Smith: "Chiedilo al pilota"
F. Rene: "Mal d’aria. Quando l’umore non decolla"
Libri universitari di varia natura


HO VISTO
L’APPARTAMENTO SPAGNOLO
HOSTEL 1 e 2
GIOCHI D’ESTATE
SUMMER CAMP
THE SAW
THE WALL
PULP FICTION
ARANCIA MECCANICA
THE GRUDGE
SPIDERMAN 1 + 2
BRIDGET JONES
NICOTINA
AMORES PERROS
21 GRAMMI
BABEL
FILMOGRAFIA POZZETTO

FILMOGRAFIA BANFI

FILMOGRAFIA CALA’

BATMAN BEGINS
FILMOGRAFIA GUIDO NICHELI (ZAMPETTI)


STO ASCOLTANDO
ROBA VECCHIA (’70 ’80)




JEFF BUCKLEY
TALK TALK
PINK FLOYD

THE DOORS

DAVID BOWIE
RADIOHEAD
VASCO
DEPECHE MODE


ABBIGLIAMENTO
del GIORNO
JEANS, FELPA, NIKE!
...a volte la divisa...


ORA VORREI TANTO...
mah...sto bene così!...


IN QS PERIODO STO STUDIANDO...
Economia dell’arte e della cultura
Ultimi esami a Ca’ Foscari


OGGI IL MIO UMORE E'...
RELAX e SPRITZ


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...




PARANOIE
1)
2)
3)
4)
5)
6)
7)

 


MERAVIGLIE

1)
2)


Messaggio di NEXUS da commentare:
Finito in buona maniera il mese di novembre. Settimana scorsa
passata tra Cancun e L’Havana. Tempo decisamente stupendo in Messico, un po’ freschino a Cuba, ma è normale che sia così.
Finalmente nella brigata c’era anche uno dei miei due coinquilini, cosa che capita 1-2 volte all’anno (stranamente!) per cui avevo già da casa una spalla su cui appoggiarmi in caso di drastici "pacchi" nelle uscite serali da parte degli altri.
A Cancun ci siamo limitati ad una normale giornata di sole e birre, tra l’altro iniziata nel primo pomeriggio dal sottoscritto in quanto la mattinata son riuscito a studiare un bel po’ di ore, e visti gli impegni del prossimo mese, è tutto di guadagnato.
Siamo riusciti a fare un bagno al mare abbastanza prolungato visti:
a) un acqua decisamente OTTIMA, come sempre si presenta in quel posto
b) una serie di onde che da queste parti farebbero invidia ai più
Non essendo un amantissimo del mare, mi ha dato comunque una buona sferzata di vita la situazione della marea, veramente divertente!
Nel tardo pomeriggio non ho saputo resistere al SushiBar dell’albergo, dove mi sono strafogato assieme ad un collega di Latina.
Alla sera abbiamo boicottato il Cocobongo, visto che di solito si finisce per andare lì e abbiamo scelto il Bulldog, dove con una trentina di dollari ci siam bekkati un discreto free drink (esoso ma una volta ogni due mesi ne vale la pena!), una buona musica, un buon locale e una buona elezione di Miss Bulldog, a cui hanno partecipato 3-4 maiale del posto (da Panama e dal Messico, rigorosamente collaboratrici della discoteca) e 3-4 turiste americane e canadesi abbastanza "avanti" con i discorsi. Ovviamente due minuti dopo il concorso quelle messicane erano in mezzo agli amici nonché membri dello staff della discoteca. Siamo riusciti a presentarci lì in 4, comunque alle 4 eravamo a letto.
Il giorno successivo, alle 11, siamo partiti per andare all’aeroporto di Cancun e prendere il solito volo di Linea Click Mexicana per andare a L’Havana. Il volo aveva un misero quarto d’ora di ritardo per cui eravamo già in pole position.
Durante la procedura di discesa a L’Havana, il comandante ci informa che per motivi militari non meglio specificati, l’aeroporto de L’Havana era chiuso, per cui saremmo atterrati a Varadero. Già lì avevo capito che la cosa si sarebbe fatta molto lunga.
Avrei per lo meno immaginato che ci avrebbero portato a L’Havana in bus, anche se, visto lo stato in cui riversano le strade cubane, sarebbe stato comunque una merda.
Dopo un’ora fermi all’aeroporto, hanno fatto scendere, per fare carburante, chi voleva...cosa a me stranissima visto che in Europa il "scenda chi vuole" assolutissimamente non esiste (o scendono tutti o nessuno) tanto più quando c’è il refuelling dell’aeromobile!
Dopo mezz’ora il "scenda chi vuole" è come per magia diventato "obbligatorio scendere" per cui, passate 3 belle orette al terminal di Varadero, un vero cesso. Comunque eravamo in 20 per cui ce la siam fatta passare, ovviamente, a sparar cagate, primo passatempo per gli equipaggi!
Alla fine, dopo essere stati reimbarcati, in 15 minuti di volo siamo arrivati a L’Havana con un "leggerissimo" ritardo. Per 45 minuti di volo abbiamo impiegato "solo" 8 ore del nostro tempo! Ci si lamenti poi se un volo transoceanico fa mezz’ora di ritardo: vi taglio la lingua!!!!
Arrivati in albergo, ci è restato solamente il tempo di cenare e di andare a letto, visto che la serata precedente aveva richiesto buona parte delle risorse e la giornata stessa, le rimanenti!!
Il mattino dopo, come orologi svizzeri, dopo la solita abbinata colazione-violini (3 violinisti avrebbero la buona intenzione di allietare la colazione dalle 9 alle 9.30, in realtà, visto il repertorio funebre, non fanno altro che irritare il 70-80% degli ospiti dell’hotel!), 2 orette di palestra, 4 orette di studio, 2 di mini-shopping, eravamo pronti per la cena. Alla quale abbiamo partecipato in 4, in un locale mezza fregata per turisti (tipologia di locali che di solito evito alla grande, però ormai avevo dato l’adesione), accanto ad un tavolo di italiani che parlavano con accenti molto differenti. Un signore distinto parlava con accento particolarmente veneto ed ho fatto notare agli altri miei colleghi qualche particolarità tipo il perché che diventa parché (il mio coinquilino romano ha detto che è molto intelligente come parola perché una sola parola puoi usarla per intendere due cose...).
Rientrati all’albergo dopocena per fare una "ricarica" di CUC (di pesos, che tra l’altro, da questa estate ad oggi sono passati da un discreto cambio di 1€ = 1,45 Cuc a 1€ = 1.146 Cuc, sti figli di!!) siamo rimasti in 2!
Sapevamo di una festa al CubaRoom che però si è rivelato chiuso. Abbiamo allora chiesto informazioni e ci hanno mandati al Colonial 1830, cosa che da noi si chiamerebbe giardino estivo, situato all’inizio del Malecòn,


dove ci hanno fatto entrare per 10 Cuc, forti comunque del fatto che dentro una bottiglia di Havana 3 costava 15 Cuc, direi pochino. Musica reggaeton e house, gente particolarmente giovane e soprattutto, zero puttane! Niente male come serata, finita con uno show di pugni e schiaffi davanti al locale che non era male da vedere! Il giorno successivo ovviamente, rientro in Italia via Cayo Largo (meglio battezzato dai colleghi romani come Caio Sempronio) e rientro a Venezia.
Domani rientro a Malpensa. Mi si prospetta un buon periodo di semi-riposo fino al 8, quando, trasferito a Bologna, rimarrò in Kenya fino al 18, per poi passare il Natale in stato di "reperibilità" a Milano e il capodanno sarò stranamente libero, vedrò di organizzarmi qualcosa.

ATTENZIONE:

Per commentare questo BLOG
è necessario essere iscritti
alla community di www.spritz.it

 

COMMENTI:

NESSUN COMMENTO DISPONIBILE

APRILE 2018
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30

RICERCA:
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


BLOG che SEGUO:


BOOKMARKS

DeBaser

(da Musica / Cantanti e Musicisti )

Bush

(da Tempo Libero / Umorismo e Satira )

UTENTI ONLINE: