BLOG MENU:



Daniele67, 39 anni
spritzino di Padova
CHE FACCIO? Lavoratore
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO

SGUARDO LETALE

"Un romanzo ben strutturato in sequenze serrate: c’è di mezzo un serial killer, ma anche tanto sesso. Il tutto in un’atmosfera di suspense”. Sullo sfondo sensuale dei Caraibi, un intreccio di piacere e pericolo, fra protagonisti senza scrupoli e senza inibizioni. Un traffico illegale. Un assassino che semina il terrore. Un thriller erotico mozzafiato.

SILVIA ROCCA



HO VISTO

“Ho visto cose che voi umani non potreste immaginare. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione. Ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. È tempo di morire…

STO ASCOLTANDO

GROOVY KIND OF LOVE

P.COLLINS

WHEN I’M FEELING BLUE
ALL I HAVE TO DO
IS TAKE A LOOK AT YOU
THEN I’M NOT SO BLUE
WHEN YOU’RE CLOSE TO ME
I CAN FEEL YOUR HEARTBEAT
I CAN HEAR YOU BREATHING IN MY EAR ...


ABBIGLIAMENTO del GIORNO

togone da magistrato ricavato dalla Pina
da un vecchio abito vedovile della nonna, parruccone bianco da giudice
inglese fatto con lana da materasso, bilancia a due piatti presa in
prestito dall’erboristeria all’angolo, mazzuolo batticarne

ORA VORREI TANTO...

Qualcuno ha detto ...ballare un lento...e se lo volessi anchio ...potremmo ballarlo assieme !!!

STO STUDIANDO...

L’arte di amare

OGGI IL MIO UMORE E'...

Buonumore “Quello cha mangiamo, oltre alla pancia, ai glutei e al colesterolo, è in grado di influenzare il nostro umore? Fino a pochi anni fa una domanda del genere avrebbe suscitato ilarità e sarcasmo tra i medici.

ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata

La ricerca di se stessi richiede convinzione, fermezza e coraggio.
La percezione di una Verità superiore funge da scintilla, il dubbio rappresenta il sentiero sul quale si procede, mentre la Consapevolezza ne è il traguardo.
Per essere liberati dalla morsa dell’illusione è necessario rimettere in discussione i pilastri che sorreggono la nostra erronea formazione culturale.

Solo pochi uomini riescono a vedere al di là dello specchio, tutti gli altri sono condannati a vivere ciecamente abbagliati da invitanti chimere che alimentano l’insoddisfazione, fanno perdere di vista il senso stesso della nostra esistenza e ci costringono a rincorrere un’incomprensibile vita frenetica che vede ormai nell’uomo solo un mero consumatore di risorse.
In questo giuoco un ruolo fondamentale viene coperto da quella disinformazione strategica che io vedo come l’implacabile tiranno dei nostri giorni.
Un implacabile tiranno responsabile dell’ipnosi collettiva e di quel torpore consensuale all’interno del quale non è possibile alcuna crescita consapevole.



(questo BLOG è stato visitato 853 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



mercoledì 22 novembre 2006 - ore 01:03


Dedicato ai miei amici che amano correre.
(categoria: " Vita Quotidiana ")




"Quando corri sei solo. Se si corre con qualcuno e
inevitabile che si cerchi di correre piu veloci
dell’altro.
Trombando no, si cerca sempre di raggiungere la meta
assieme.
Pertanto, trombare "Sviluppa il lavoro di gruppo e
combatte l’egoismo". Correre no.

Per correre e necessario l’acquisto di molti
indumenti, anche costosi.
Per trombare e invece sufficiente togliere gli
indumenti che si indossano.
Come si puo constatare, trombare "Sviluppa il senso
del risparmio e combatte il consumismo sfrenato".
Correre no

Per correre e necessario alzarsi dal letto.
Per trombare e tutto il contrario. Tutti sappiamo che
nel letto si sta meglio che in qualsiasi altro posto.
Pertanto, trombare e un modo per "Esercitarsi nel
nostro posto migliore". Correre no.

Correre esige un grande sforzo, in cambio di poco
piacere.
Trombare da’ invece un enorme piacere e lo sforzo e
minimo.
Cosi scopriamo che trombando "Otteniamo il massimo col
minimo sforzo", una regola fondamentale che non viene
conseguita correndo.

Dopo la corsa normalmente ci si ritrova di malumore, a
causa della stanchezza, e fanno male le ginocchia.
Al contrario, dopo una trombata ci si ritrova con un
sorriso da orecchio a orecchio.
E’ chiaro che trombando "Scopriamo l’allegria del
vivere". Correndo no.

Se ti chiamano per correre, in genere trovi scuse per
non andarci.
Ora, siamo sinceri: dovesse trattarsi di trombare...
eh? A qualsiasi ora esci di corsa.
E’ chiaro: trombare "Aumenta il senso della
puntualita". Correre, invece, no. "

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



martedì 21 novembre 2006 - ore 00:24


» Diamanti «
(categoria: " Musica e Canzoni ")


Come un dittatore, un despota
Sono ancora qui nascosto
E I soldati alla mia porta
Ma fuggirò ad ogni costo
Ho una capsula tra i denti
Che vorrei solo schiacciare A cancellare i miei tormenti
Per saper ancora amare
Ho visto l’alba del mare
Col suo verde che piano sfuma
Uno sguardo che non so dimenticare
Sapore di pelle che profuma
Due lucenti diamanti
Per soli due istanti
Ho incontrato…

Ma su questa collina
In una sporca trincea
In una guerra infinita
Senza senso nè un’idea
In un oscena resistenza
Contro il nemico più vicino
Con una piena inconsistenza
E un amore clandestino

Ma nessuna notte è notte
Quando il mare è nei suoi occhi
E nessuna idea su rotte
Andando a fondo dove tocchi
Ma tra mille è più pensieri
Ora c’è lei..

Dolce acerba immensamente
Come il gusto di una pesca
E il suo sguardo nella mente
Del cielo intenso di Francesca

E di due diamanti
Di soli due istanti
Sarei
Ancora perso in un cielo
Di un mondo che svelo E vorrei
Dove l’alba rilascia
Quel profumo che parla
Di lei

L’ho vista ballare
Con gli occhi sognanti
E sentirla parlare
Come luci e diamanti
Ho visto illuminare il giorno
Di questo ghiacciao coi suoi occhi
E in una sera d’estate
E in una di inverno
L’alba..mi ha colpito di notte

Come un dittatore un despota
Sono ancora qui nascosto
E l’amore non aspetta
E sa trovarti in ogni posto


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 20 novembre 2006 - ore 08:43


Per i Tuoi Larghi Occhi Chiari
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Guardarsi da lontano pregustando il momento d’esser soli e potersi amare.
Poi avvicinarsi.
Ti morderò il collo come farebbe un vampiro affamato.
Tu m’afferrerai i capelli per portar le mie labbra sulle tue.
La passione guiderà le nostre mani in ogni gesto incompreso dagli altri.
T’accarezzerò la pelle con forza perchè tu sappia quanto ti desidero.
Tu punterai su di me i tuoi occhi di ghiaccio inspirando dal naso perchè io sappia a cosa stai pensando.
Poi la notte sarà nostra.
E la mirra, unguento da Re, inebrierà i nostri sensi mentre ti massaggio la schiena.


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



sabato 18 novembre 2006 - ore 01:31


P’tit Luc
(categoria: " Fotografia e arte.. ")





"Nella produzione eterosessuale non ci può essere porno senza donna. La donna è l’oggetto dello sguardo e lo strumento del piacere. La carne disponibile all’infinito che provoca l’eccitazione" . Il porno dunque risulta modellato sui canoni maschili e prevede la concatenazione di sequenze modello, dove solo accidentalmente può trovare spazio la storia, secondo una sorta di climax ascendente: fellatio, penetrazione vaginale, sodomia, eiaculazione facciale. Allo stesso modo, la pornografia (sia quella cinematografica sia quella in rete) tende a replicare situazioni tipo che, pare comprovato, corrispondono ai desideri del proprio pubblico: oltre all’incontro tra uomo e donna sono molto gradite scene di masturbazione femminile -con o senza oggetti- rapporti lesbici, triangoli, situazioni di voyeurismo, talvolta S/M.
All’interno di queste regole l’hard core è noioso. Come tutti i generi necessita di fratture, innovazioni, eccezioni che ne ribaltino la prospettiva più scontata, introducendo quegli elementi oltre il culto della materia e capaci, al limite, di incidere sul tessuto sociale, come è accaduto per Deep Throat, per le porno star in tv e in parlamento (Moana Pozzi e Cicciolina), le dive minorenni (Tracy Lords).
Interpreti principali delle novità nel campo della rappresentazione visiva della sessualità, sia nel cinema che nell’arte, oggi sono senz’altro autrici e attrici donne, come ha brillantemente illustrato X-Elles, il numero speciale di ArtPress sul sesso al femminile, la cui direttrice Catherine Millet ha scritto un ormai celebre memoriale sulle proprie esperienze senza celarsi dietro alcun pseudonimo, fatto piuttosto insolito per una donna .

LEGGI I COMMENTI (4) - PERMALINK



venerdì 17 novembre 2006 - ore 08:43


Le grandi foglie della Luna e della Morte in Bodas de sangre
(categoria: " Poesia ")




Incomincio con il delimitare il campo di indagine: non mi occuperò genericamente di tutto il testo di Bodas de sangre; ho scelto, invece, di analizzare due gruppi di versi, la cui particolare significatività scaturisce dall’essere simmetrici sul piano della struttura formale e speculari su quello del contenuto. Essi riguardano le invocazioni di tre "leñadores", rispettivamente alla luna ed alla morte affinché non contribuiscano ad uccidere gli amanti fuggiaschi; le suppliche sono separate tra loro nel contesto drammatico da un monologo della luna, da un dialogo tra la luna e la morte e da un altro tra il Novio e la morte; l’intervallo tra le due invocazioni ha la funzione di palesare la complicità tra la luna e la morte. La luna, infatti, proclama: “¡Que quiero entrar en un pecho/ para poder calentarme!/ ¡Un corazón para mí!/ ¡Caliente!, que se derrame/ por los montes de mi pecho;”. La morte, da parte sua, ordina con impazienza alla luna, trovandola consenziente, di usare la propria luce affinchè gli amanti vengano scoperti e “las navajas” trovino la propria via. Pertanto le suppliche dei “leñadores”, all’oscuro dell’alleanza ormai stretta, sono destinate a non essere esaudite e le loro speranze si rivelano fallaci.



COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



giovedì 16 novembre 2006 - ore 16:22


L’ororscopo
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Leone:
Insieme al Toro e all’Aquario siete stati il segno più colpito dalle influenze negative dei pianeti veloci e semi-lenti. Con questo non significa che la vostra fortuna è finita per sempre. Tutt’altro, infatti i pianeti provocano tutta una serie di piccole contrarietà e di piccole imprevisti affinchè vi possiate rendere conto di dover fare delle operazioni di risanamento. Ma da venerdì inizial’operazione “riscossa”. Il primo pianeta che inizia ad aiutarvi è infatti Venere. Dopo un tempo di gelosie, complessità e delusioni, ora è tempo di creatività e di una vita affettiva più serena. Poichè l’amore per voi è la vostra benzina, ecco che vi sentirete attivi e travolgenti. Vi tornerà la voglia di affermarvi e Giove tra poco ve lo consentirà abbondantemente

LEGGI I COMMENTI (4) - PERMALINK



mercoledì 15 novembre 2006 - ore 17:13


L’amore
(categoria: " Riflessioni ")


L’amore è forse uno dei temi più gettonati nelle discussioni da salotto, nei libri, nelle canzoni, nei film…eppure nessuno ha mai dato una definizione precisa ed esaustiva di cosa sia questo sentimento. I baci perugina alla domanda "amore è" rispondono con mille e una voce, ma nessuna da sola contiene l’essenza dell’amore. In effetti si possono solo descrivere alcuni aspetti dell’amore, come la passionalità, il piacere della condivisione di varie esperienze, il bisogno di "appartenere" l’un l’altro, la gioia dell’incontro con un’altra persona, in parte simile e in parte diversa, a testimoniare la complessità di questo sentimento.

LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK



martedì 14 novembre 2006 - ore 17:44


CHE TIPO DI AMANTE SEI ?
(categoria: " Riflessioni ")


Dentro ciascuno di noi si nasconde un’amante potenziale, ma spesso riusciamo a manifestare soltanto una piccola parte di ciò che è la nostra disposizione. E voi siete sicuri di conoscere fino in fondo la vostra reale dimensione amorosa ? Come vivete le vostre relazioni amorose e come le vorreste ?

LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK



lunedì 13 novembre 2006 - ore 16:36


PERFIDIE
(categoria: " Pensieri ")


"...Amo le donne. Mi appassionano. M’interessano. Sono il più bell’esempio di semplicità umana attraverso una rete complicata di stati d’animo... Le studio. Se posso le perverto: forse perchè rendere gli altri simili a noi stessi è legge naturale d’ogni anima... "

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



giovedì 12 ottobre 2006 - ore 17:19


Lago di Fimon
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Fimon come Ferrara,
no non sono impazzito.
Mi spiego meglio, ieri pensavo di passare una bellissima serata, programmata, in compagnia di una altrettanto bellissima donna, in quel di Ferrara.
Invece i programmi sono saltati, e alla fine ho passato una bellissima serata, non programmata, in compagnia della stessa bellissima donna, solo che anzichè a Ferrara siamo finiti ad ascoltare le folaghe al Lago di Fimon.

...per cui Fimon mi ha regalato una bella serata come doveva regalarmi Ferrara !!!!!

LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK




> > > MESSAGGI PRECEDENTI
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:


bagigia33 disinibita ospite nevebianka emily icona chiara-ky sagittaria

BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE:



GENNAIO 2022
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31