BLOG MENU:

fabien, 24 anni
spritzino di Padova
CHE FACCIO? Dicono che il mio sia un lavoro
Sono single

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO



HO VISTO





STO ASCOLTANDO





ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...



STO STUDIANDO...

LE DONNE:


ma è difficile capirle...



OGGI IL MIO UMORE E'...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


1) il sesso


Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE:





"Se fai finta di essere buono, il mondo ti prende molto seriamente. Se fai finta di essere malvagio, il mondo non ci crede. é sbalorditiva la stupidità dell’ottimismo." (O. Wilde)


(questo BLOG è stato visitato 1097 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



giovedì 11 gennaio 2007 - ore 23:02


PAURA E DELIRIO
(categoria: " Vita Quotidiana ")



Ciao a tutti, è da un pezzo che manco dal mio blog e che in generale manco da questo che è spritz.it, ma senza favi molte paranoie o altro devo ammettere che manco da così tanto un po per pigrizia e un po perchè non ho avuto molto tempo... he he he che posso dire di questi mesi passati all’insegna della “PAURA E DELIRIO”? caspita devo dire che la mia vita è cambiata ca..o se è cambiata ma ammetto che è cambiata in meglio... ho lavorato molto (anche se c’è chi ha fatto MOLTO più di me) per fondare forse la prima associazione di software libero qui a Padova, ( http://www.fsugpadova.org/FSUG_Padovahttp://www.fsugpadova.org/FSUG_Padova ) il sito è ancora in fase embrionale ma ci sono molte notizie... (presto cambieremo gestione del sito e rinnoveremo la Home e i contenuti) c’è anche una piccola campagna per trovare il NUOVO LOGO dell’associazione chi volesse partecipare è il benvenuto ( http://pinguozz.netsons.org/ ), fino ad ora penso di essere il primo classificato per quello che riguarda la classifica del miglior logo (forse perchè l’unico ad avere presentato una proposta )! Altri sconvolgimenti della mia vita?? bhe nella parte sentimentale ho avuto una bella storia con una bella ragazza che come al solito ho finito per troncare “causa monotonia”! Sì mi sono reso conto che nella mia vita ho bisogno di stimoli e di esperienze sconvolgenti che mi facciano divertire senza farmi sentire annoiato... di interessante e nuovo, una mattina ho scoperto che la fantastica ballerina della metro di Milano è Lisa una ragazza di cui mi ero flesssssciato un po’ di tempo fa e con cui mi sono divertito un sacco, che strana la vita no?? bhe basta scrivere che mi sono già annoiato, le altre news alla prossima e se avrò voglia OK! ci sentiamo belli ciao a tutti!!

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



mercoledì 13 settembre 2006 - ore 22:18


LE IENE
(categoria: " Cinema ")




Un film di Quentin Tarantino del 1992 che rappresenta il suo esordio cineatografico e l’inizio di un filone del genere definito Pulp dove Tarantino si dimostra essere il maestro ispiratore per molti altri registi!

Tratto dal film Le Iene

«- Ecco i vostri nomi: Mr.Brown, Mr. White, Mr. Blonde, Mr. Blue, Mr. Orange e Mr. Pink!
- Perché io sarei Mr. Pink?
- Perché tu sei un frocio, va bene?
- Perché non ci scegliamo noi il colore?
- Non se ne parla neanche. Ci ho provato una volta, non funziona...quattro ragazzi, tutti a litigare per chi si doveva chiamare "Mr. Black"!»



COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



giovedì 17 agosto 2006 - ore 19:42


EZEKIEL 25:17
(categoria: " Vita Quotidiana ")







"Il cammino dell’uomo timorato, è minacciato da ogni parte dalle iniquità degli esseri egoisti e dalla tirannia degli uomini malvagi.
Benedetto sia colui che nel nome della carità e della buona volontà conduce i deboli attraverso la valle delle tenebre, perchè egli è in verità il pastore di suo fratello e il ricercatore dei figli smarriti; e la mia giustizia calerà sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno su coloro che si proveranno ad ammorbare ed infine a distruggere i miei fratelli. E tu saprai che il mio nome è quello del Signore, quando farò calare la mia vendetta sopra di te."



:
Brett: Ascolta, mi dispiace, io non ho capito il tuo nome, ho capito il tuo, Vincent, ma non ho capito il tuo
Jules: Mi chiamo Jerda e non e’ con le chiacchere che uscirai da questa merda
Brett: Voglio solo quanto ci dispiace che le cose siano andate a puttane tra noi e il signor Wallace, noi ci siamo messi in questo affare con le migliori intenzioni, davvero..
Jules: (sparando al ragazzo sdraiato sul divano)oh, scusami, ho spezzato la tua concentrazione..non volevo farlo.. per favore, continua..dicevi qualcosa a proposito.. delle migliori intenzioni..
Jules: ma che ti prende.. avevi finito?.. interessante, ma non mi hai convinto, sai?..Di’ un po’, Marcellus Wallace che aspetto ha?
Brett: Cosa?
Jules: (rivoltando il tavolo) da che paese vieni?
Brett: cosa?
Jules: cosa e’ un paese che non ho mai sentito nominare.. li’ parlano la mia lingua?..
Brett: cosa?
Jules: la mia lingua,figlio di puttana, tu la sai parlare?
Brett: siii siii
Jules: allora capisci quello che dico..
Brett: siiii si si
Jules: descrivimi percio’ Marcellus Wallace, che aspetto ha
Brett: cosa?
Jules: di cosa un altra volta, di cosa un altra volta, ti sfido, 2 volte, ti sfido, figlio di puttana, di cosa un altra maledettissima volta
Brett: e’ nero...
Jules: vai avanti
Brett: e’ senza capelli..
Jules: secondo te sembra una puttana?
Brett: cosa?
Jules: (facendo fuoco sulla spalla del ragazzo)Secondo te...lui...ha l’aspetto d’una puttana?
Brett: nooooo
Jules: perche’ allora hai cercato di fotterlo come una puttana
Brett: non l’ho fatto..
Jules: si tu l’hai fatto...si tu l’hai fatto, brett, hai cercato di fotterlo, ma a Marcellus Wallace non piace farsi fottere da anima viva tranne che dalla signora Wallace... leggi la Bibbia Brett?
Brett: si
Jules: e allora ascolta questo passo che conosco a memoria, e’ perfetto per l’occasione: Ezechiele 25:17...Il cammino dell’uomo timorato e’minacciato da ogni parte dalle iniquita’ degli esseri egoisti e dalla tirannia degli uomini malvagi. Benedetto sia colui che nel nome della carita’ e della buona volonta’ conduce i deboli attraverso la valle delle tenebre perche’ egli e’ in verita’ il pastore di suo fratello e il ricercatore dei figli smarriti. E la mia giustizia calera’ sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno, su coloro che proveranno ad ammorbare ed infine a distruggere i miei fratelli. E tu saprai che il mio nome e’ quello del Signore quandofaro’ calare la mia vendetta sopra di te...(molteplici colpi di pistola)

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



giovedì 13 luglio 2006 - ore 15:10


Ma perchè i sistemi OpenSource sono più sicuri?
(categoria: " Vita Quotidiana ")



Ultimamente mi sono avvicinato al mondo dell’OpenSource, più che alla parte tecnica a quella filosofica e "Politica"(ATTENZIONE non Politica quella di destra o sinistra ma politica come pensiero)! E per questo posto un piccolo articolo a riguardo:

La giornata di oggi e l’annuncio del fixing della casa di Redmond di cinque falle di sicurezza, alcune delle quali già conosciute da Febbraio di quest’anno ha acceso nella Mailing List di AIP un acceso dibattito sulla intrinseca insicurezza dei sistemi ClosedSource.

In questo scenario ho pensato di riassumere in due parole la mia posizione in materia, che tendo a sottolineare ogni qual volta il problema si pone.
Onde evitare di essere accusato di oscurità e di tecnicismi ho pensato di scrivere un piccolo Post che mostri la situazione in una ottica agevole da leggere e comprendere, così da poter dare l’opportunità anche a persone non addentro alle problematiche di sicurezza di comprendere il mio punto di vista…
Scusate la banalità di alcuni passaggi, servono più che altro a me per costruire il sillogismo

Credo che il punto di base da sottolineare è il seguente: se possiedi software OpenSource possiedi (da definizione) i codici sorgenti.

Se qualche problema di sicurezza viene riscontrato nell’applicazione o nel sistema operativo che possiedi hai puoi seguire tre vie per ovviare all’inconveniente:

Aspettare che il maintainer del pacchetto elabori e ti fornisca un FIX.
Fixare tu stesso in modo eccellente il problema ed inviare il tuo codice al mainteiner perchè sia incluso nella prossima versione e fruibile da tutti gli utenti con un semplice Update.
Provvedere a creare tu stesso una “patch”, un fix provvisorio che risolva il problema temporaneamente in attesa della perfetta patch del maintainer.
In ciascuno dei casi la risposta ad alcune problematiche è praticamente immediata poichè se è vero che forse non si è personalmente in grado di seguire la strada 2), moltissimi altri delle migliaia di utilizzatori dello stesso pacchetto saranno in grado di farlo, di fatto “tamponando” alle problematiche in modo corale e pressochè immediato.

Inoltre c’è una buona probabilità, se si è abbastanza in gamba, che si possa autonomamente affrontare per lo meno lo scenario 3 e provvedere alla sicurezza del nostro ambiente almeno temporaneamente.

In un contesto di sistema operativo proprietario e “monolitico” (come di fatto è Windows), al contrario, si è sempre e comunuque obbligati ad attendere che l’”autority” in questione prenda atto del problema, studi una soluzione, la faccia realizzare e la diffonda.
In nessun modo è possibile per l’utente fixare autonomamente il problema oppure rivolgersi alla community (peraltro altrettanto estesa che quella Open) di sviluppatori: nessuno infatti può fare nulla non avendo la fisica possibilità di mettere le mani sul codice e correggere il problema.

Scusatemi l’esempio stupido, ma supponiamo che l’oggetto delle nostre speculazioni non siano software ma automobili.
In questo caso, allora, lo scenario del software Closed equivarrebbe allo scenario in cui per qualunque guasto si è obbligati ad andare in casa madre. Non solamente questo: non saremmo autorizzati ad andare da un QUALUNQUE meccanico competente o certificato (ad es. un competente MCSD!), ma ci troveremmo a dover passare per forza dalla sede centrale della casa automobilistica.

Arrivati lì normalmente dopo aver percorso 2500 km, viste che esiste una sola sede centrale per il mondo, ovviamente troveremmo innumerevoli colli di bottigia e così per sostituire le pastiglie del freno (ed ovviare ad un problema di sicurezza) ci troveremmo di fronte altre 8.000 persone con problemi di altra natura ma giunti prima di noi. In questo modo attenderemmo, ovviamente e giustamente, circa 8 mesi per risolvere un inconveniente che altrimenti un meccanico preparato (anche volendo certificato) avrebbe risolto in 10 minuti.
Questo perchè il meccanico in questione, in un contesto OpenSource, AVREBBE AVUTO la possibilità non solamente di osservare e diagnosticare il problema, ma anche di fixarlo…

Lasciatemi aggiungere, inoltre, una piccola postilla: il meccanico OpenSource avrebbe anche potuto occasionalmente notare che alcune viti del radiatore erano allentate e avvisare la casa che esisteva un potensiale problema su quel tipo di vettura. In questo modo con 1.000.000 di meccanici al mondo che regolarmente squadrano un motore da capo a piedi per vedere cosa non funziona, il meccanismo di rilevazione di “vulnerabilità” e di segnalazione delle medesime (oltre che di patch) sarebbe sicuramente ordini di magnitudo più efficiente e razionale.
Cosa succede agli utenti di autovetture ClosedSource, invece? Beh, le anomalie non vengono segnalate e probabilmente vengono fixate al primo service-tagliando-pack. E finchè qualcuno non si fa del male per una anomalia molto spesso la stessa non viene nemmeno divulgata se non a posteriori.

Quando si parla di intrinseca insicurezza dei sistemi closed, e quindi anche del sistema operativo di casa Redmond, se non si è degli “oltranzisti” (cosa che peraltro non sono) ci si rivolge proprio a problematiche di questo tipo.
Un fix di qualunque tipo impiega di norma pochi giorni per applicazioni Open e pochi mesi per applicazione Closed. E spesso questo non è dato dalla intrinseca incapacità del vendor, ma per contingenti necessità organizzative e di priorità.

Ecco perchè, nell’ambiente, si parla di maggior “sicurezza” dei sistemi OpenSource: principalmente per il tempo di risposta e per la POSSIBILITA’ di non essere in balia di un vendor ma di essere, invece, in potenza autonomi di congeniare una soluzione anche solamente “tampone” (è chiaro che il vendor studierà una soluzione migliore!) a qualunque tipo di falla e di problematica.

Si parla di poterci sostituire l’acqua del lavavetri, le lampadine dei fanali e le pastiglie dei freni.
O anche, più semplicemente, di poterlo fare fare a 1.000.000 di persone invece che ad una unica entità di vendor…


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



martedì 11 luglio 2006 - ore 00:22


E COME DIREBBERO In BRASILEEEE.....
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Campeões Do Mundo

Un pò di foto di Piazza Ferretto a Mestre:






COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



giovedì 6 luglio 2006 - ore 22:23


GRAZIE!!!!
(categoria: " Vita Quotidiana ")






COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



venerdì 12 maggio 2006 - ore 15:12


RHCP
(categoria: " Vita Quotidiana ")




Stupendo il nuovo doppio album de Red... la canzone che preferisco:

RED HOT CHILI PEPPERS - "Snow (Hey Oh)"

Come to decide that the things that I tried were in my life just to get high on.
When I sit alone, come get a little known
But I need more than myself this time.
Step from the road to the sea to the sky, and I do believe that we rely on
When I lay it on, come get to play it on
All my life to sacrifice.

Hey oh... listen what I say oh
I got your hey oh, now listen what I say oh

When will I know that I really can’t go
To the well once more - time to decide on.
Well it’s kiliing me, when will I really see, all that I need to look inside.
Come to belive that I better not leave before I get my chance to ride,
Well it’s killing me, what do I really need - all that I need to look inside.

Hey oh... listen what I say oh
Come back and hey oh, look at what I say oh

The more I see the less I know
The more I like to let it go - hey oh, woah...
People need the cover of another perfect wonder where it’s so white as snow,
Finally divided by a word so undecided and there’s nowhere to go;
Inbetween the cover of another perfect wonder and it’s so white as snow,
Running through the field where all my tracks will be concealed and there’s nowhere to go.

Ho!
Went to descend to ammend for a friend of the channels that had broken down.
Now you bring it up, I’m gonna ring it up - just to hear you sing it out.
Step from the road to the sea to the sky,
And I do belive what we rely on,
When I lay it on, come get to play it on
All my life to sacrifice

Hey oh... Listen what I say oh
I got your hey oh... listen what I say oh

The more I see, the less I know
The more I like to let it go - hey oh woah...
People need the cover of another perfect wonder where it’s so white as snow.
Finally divided by a word so undecided and there’s nowhere to go
Inbetween the cover of another perfect wonder where it’s so white as snow
Running through the field where all my tracks will be concealed and there’s nowhere to go.
I said hey hey yeah oh yeah, tell my love now.
Hey hey yeah oh yeah, tell my love now.
People need the cover of another perfect wonder where it’s so white as snow,
Finaly divided by a word so undecided and there’s nowhere to go.

People need the cover of another perfect wonder where it’s so white as snow...
Running through the field where all my tracks will be concealed and there’s nowhere to go.

I said hey oh yeah oh yeah... tell my love now
Hey yeah yeah... oh yeah.


LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



lunedì 17 aprile 2006 - ore 21:25


BELLA STECCA
(categoria: " Vita Quotidiana ")



Ora che sono passati un pò di giorni volevo ringraziare quello sfigato di un mio amico che dopo essersi ubriacato fino alla mote ha visto bene di tirarmi un pugno in faccia e giusto giusto nella posizione del sopracciglio sinistro, proprio dove io ho il pearcing... non vi dico quanto sangue e quanto male!

LEGGI I COMMENTI (3) - PERMALINK



giovedì 30 marzo 2006 - ore 23:03


ARANCIA MECCANICA
(categoria: " Vita Quotidiana ")


«Eccomi là: cioè, Alex e i miei tre drughi. Cioè Pete, George e Dim. Ed eravamo seduti nel Korova Milk Bar arrovellandoci il gulliver per saper cosa fare della serata. Il Korova Milk Bar vende più o meno latte rinforzato con qualche droguccia mescalina che è quello che stavamo bevendo. E’ roba che ti fa robusto e disposto all’esercizio dell’amata ultraviolenza.»

Che film ragazzi non finisce mai di stupirmi...

LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



sabato 25 marzo 2006 - ore 02:54


Perchè?
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Mi chiedo spesso perchè nella mia vita le cose più piccole e insignificanti sono le più importanti... ma forse non c’è un perchè è così e basta!

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK




> > > MESSAGGI PRECEDENTI
MAGGIO 2022
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31