Spritz.it - jack75's HOME - BLOG DIRECTORY - IL TUO BLOG - Segnala qs BLOG




NICK: jack75
SESSO: m
ETA': 28
CITTA': Padova
COSA COMBINO: Commercio Estero
STATUS: single

[ SONO OFFLINE ]
[PROFILONE COMPLETO]

[ SCRIVIMI ]



STO LEGGENDO
Un anno sull'altopiano
Emilio Lussu


HO VISTO
Troy. Omero si stà rivoltando nella tomba!


STO ASCOLTANDO
Jeff Spencer Blues Explosion


ABBIGLIAMENTO
del GIORNO
Un jeans e una maglietta. Nino D'Angelo Old Style


ORA VORREI TANTO...
...essere da un'altra parte!


IN QS PERIODO STO STUDIANDO...
Inglese commerciale


OGGI IL MIO UMORE E'...
Ottimo


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...




PARANOIE
Nessuna scelta effettuata

 


MERAVIGLIE

1)





“Ho smesso di fumare. Vivrò una settimana in più e in quella settimana pioverà a dirotto.

(Woody Allen)

(questo BLOG è stato visitato 946 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite,


ULTIMI 10 messaggi
(per leggere i precedenti naviga attraverso il calendarietto qui a destra:
i giorni linkati sono quelli che contengono interventi )


martedì 22 giugno 2004
ore 14:57
(categoria: "Musica e Canzoni")


Mau mau
Piccolo omaggio ai Mau Mau e al vecchio Corto, che navigando da un angolo all'altro del mondo se la sta passando sicuramente meglio di chi è chiuso tra le quattro grigie pareti di un ufficio! Ogni riferimento...



Corto Maltese

sulla vela che scivola
Spingo fin laggiù
il respiro e lo sguardo
su questo mare spinato e fermo come un petrolio
Corto, se sei tu
cancella il sospetto
tra le rughe salate
e accetta il mio cuore
E' un rasoio il brivido
che ti allunga la vita
nei temporali
quando volano con te solo angeli neri
Forse brucerai sotto i colpi del sole
come flora e parassiti
macerati al calore
sulla vela che scivola
Sto ancora inseguendo un mareorizzonte
sul parallelo centrale
tra sirene e atlantidi atomiche
ed immondizie affondate
Regalami un sogno di ventreviolenza
come eroe di carta sai
che gli spari di inchiostro
non piangono morti ma portano guai
trascini così con te un'amaramalìa





COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

venerdì 18 giugno 2004
ore 16:16
(categoria: "Vita Quotidiana")



Ecco dove vorrei essere...

Ecco con chi vorrei essere...

Ed ecco dove sono...

PORK...E poi il Berluska mi viene a dire che in Italia si fan troppe vacanze...ma vaff...!


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

giovedì 17 giugno 2004
ore 09:46
(categoria: "Musica e Canzoni")



It's The End Of The World As We Know It (And I Feel Fine)
That's great, it starts with an earthquake, birds and snakes, an aeroplane -
Lenny Bruce is not afraid. Eye of a hurricane, listen to yourself churn -
world serves its own needs, don't misserve your own needs. Feed it up a knock,
speed, grunt no, strength no. Ladder structure clatter with fear of height,
down height. Wire in a fire, represent the seven games in a government for
hire and a combat site. Left her, wasn't coming in a hurry with the furies
breathing down your neck. Team by team reporters baffled, trump, tethered
crop. Look at that low plane! Fine then. Uh oh, overflow, population,
common group, but it'll do. Save yourself, serve yourself. World serves its
own needs, listen to your heart bleed. Tell me with the rapture and the
reverent in the right - right. You vitriolic, patriotic, slam, fight, bright
light, feeling pretty psyched.

It's the end of the world as we know it.
It's the end of the world as we know it.
It's the end of the world as we know it and I feel fine.

Six o'clock - TV hour. Don't get caught in foreign tower. Slash and burn,
return, listen to yourself churn. Lock him in uniform and book burning,
blood letting. Every motive escalate. Automotive incinerate. Light a candle,
light a motive. Step down, step down. Watch a heel crush, crush. Uh oh,
this means no fear - cavalier. Renegade and steer clear! A tournament,
a tournament, a tournament of lies. Offer me solutions, offer me alternatives
and I decline.

It's the end of the world as we know it.
It's the end of the world as we know it.
It's the end of the world as we know it and I feel fine.

The other night I tripped a nice continental drift divide. Mount St. Edelite.
Leonard Bernstein. Leonid Breshnev, Lenny Bruce and Lester Bangs.
Birthday party, cheesecake, jelly bean, boom! You symbiotic, patriotic,
slam, but neck, right? Right.

It's the end of the world as we know it.
It's the end of the world as we know it.
It's the end of the world as we know it and I feel fine...fine...

(It's time I had some time alone)

Sarà il tempo, sarà che è il 17, sarà che stavo andando in ufficio, sta di fatto che questa canzone stamattina in autoradio c'azzeccava perfettamente con l'andazzo della giornata!




COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

mercoledì 16 giugno 2004
ore 12:01
(categoria: "Cinema")


I diari della motocicletta
Oddio, non è che il libro mi avesse particolarmente esaltato, anzi, a tratti l'ho trovato alquanto noioso. Però devo ammettere che il film, pur non essendo eccessivamente riflessivo, è uno spaccato interessante dell'America di quei tempi, godibile soprattutto per la fotografia. Insomma anche per quelli come me che non hanno mai indossato una maglietta del Che, se vi trovate a scegliere tra questo e "Troy" optate decisamente per il primo...



COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

venerdì 11 giugno 2004
ore 15:23
(categoria: "Musica e Canzoni")


...here I am again
Mi piacerebbe dire che sono stato molto occupato ultimamente, ma questo è vero solo in parte.

La realtà è che sono un inguaribile fancazzista, e non ho avuto voglia di aggiornare il mio blog.

Per farmi perdonare vi regalo il testo di una canzone stupenda e semisottovalutata degli U2.

A buon intenditor...

You say you want a diamond on a ring of gold

You say you want your story to remain untold

All the promises we made, from the cradle to the grave

When all I want is you

You say you'll give me a highway with no one on it

Treasure just to look upon it, all the riches in the night

You say you'll give me eyes on a moon of blindness

A river in a time of dryness, a harbour in the tempest

All the promises we make, from the cradle to the grave

When all I want is you

You say you want your love to work out right

To stay with me through the night

You say you want a diamond on a ring of gold

You say you want your story to remain untold

All the promises we break from the cradle to the grave

When all I want is you
All I want is you




COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

giovedì 1 aprile 2004
ore 15:52
(categoria: "Cinema")


Don Camillo
Questa sera me ne sto a casa a guardare Don Camillo in tv.
Mia nonna è più trasgressiva...




LEGGI I COMMENTI (2) - SEGNALA questo BLOG

martedì 30 marzo 2004
ore 12:27
(categoria: "Musica e Canzoni")


Like a stone
Non avrà più l'impatto dei Soundgarden, ma la voce di Cornell, quarant'anni suonati, fa ancora tremare le pareti.
Per non parlare della poesia delle sue liriche...



afternoon
no room for love and emptiness
by a freeway
i confess i was lost in the pages
of a book
full of death
reading how we'll die alone
and if a god will lay to rest
anywhere we want to go
in your house
i long to be
room by room
patiently
i'll wait for you there
like a stone
i'll wait for you there
alone

and on my death bed
i will prey
to the gods and the angels
like a pagan
to anyone who will take me to heaven
to a place
i would recall
i was there so long ago
the sky was bruised
the world was black
and there you led me on

in your house
i long to be
room by room
patiently
i'll wait for you there
liek a stone
i'll wait for you there
alone

in all i read
till the day was gone
and i sat in regret
in all the things i've done
for all that i've blessed
and all that i've wronged
in dreams till my death
i will wonder on

in your house
i long to be
room by room
patiently
i'll wait for you there
like a stone
i'll wait for you there
alone
alone



COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

giovedì 19 febbraio 2004
ore 17:16
(categoria: "Vita Quotidiana")




AAAAAAAArrggghhh!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Jeej Robot d'acciaio


E adesso lo sistemo io il direttore commerciale!!!!



COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

giovedì 19 febbraio 2004
ore 15:44
(categoria: "Cinema")


L'odio



Ieri sera torno a casa, accendo la tv e non vedo altro che le solite menate. Sulla rai partita (questo non è un paese, è una calciocrazia) e sulla mediaset le classiche alternative all'intrattenimento intelligente. Non mi resta che scartabellare tra i miei dvx, e per puro caso mi capita tra le mani "l'odio" di Mathieu Kassovitz. Per intendersi Kassovitz e quel tizio dei "fiumi di porpora" e di "assasins", produzioni non certo esaltanti. Devo dire la verità, questo film invece è riuscito a stupirmi, per la capacità di mettere a nudo i conflitti interni di una società multiculturale come quella francese, con la quale non siamo abituati a confrontarci, nonostante la vicinanza. Il film è in bianco e nero, racconta una giornata balorda e una notte brava nella vita di tre giovani disadattati.L'inizio è di grande impatto; una voce fuori campo racconta la storia dell'uomo che precipita dal cinquantesimo piano e che ripete a se stesso mano a mano che si avvicina all'impatto fatale: "fin qui, tutto bene". Bravo Kassovitz insomma, e bravo anche Vincent Cassel, che è riuscito quasi a farmi dimenticare di aver sposato al Bellucci. Per chi non l'avesse già fatto insomma, un film da vedere.




COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

mercoledì 18 febbraio 2004
ore 11:31
(categoria: "Riflessioni")







Fioi ma che fine ha fatto Goldrake? E Mazinga, Jeeg, e il mitico Aran Banjo? E ve lo ricordate Actarus, con quell'aria un pò fricchettona e un pò figlio dei fiori, quando usciva con l'Ufo Robot dalla cascata? E tutti gli altri cartoni che vedevamo il pomeriggio al ritorno da scuola? Sembra siano stati banditi dai palinsesti in favore di quelle cazzate tipo Pokemon che propinano ai bambini di adesso. Forse se la stanno studiando per farli crescere completamente coglioni! Oddio, magari sono prevenuto nei confronti di pikachu o come kaiser si chiama, ma penso che i propositi dei vecchi robottoni, anche se violenti, siano sicuramente più edificanti degli ideali finti e stereotipati di questi mostriciattoli di plastica. Bando alle ciance, viva la generazione degli anni '70 Goooldrake, fuoriii!!!




COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG


> > > MESSAGGI PRECEDENTI
MAGGIO 2022
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

RICERCA:
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


BLOG che SEGUO:

Pica Neus


BOOKMARKS

Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE: