BLOG MENU:


MoonRiver, 99 anni
spritzina di In culo al mondo
CHE FACCIO? Sociopsicoeccetera
Sono single

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


STO LEGGENDO

Come riconoscere l’altra metà della Mela evitando il Bruco


HO VISTO

Sognami se nevica
Sognami sono nuvola
Sono vento e nostalgia
Sono dove vai

STO ASCOLTANDO

Ma questa volta abbassi gli occhi e dici
noi resteremo sempre buoni amici,
ma quali buoni amici maledetti.
Io un amico lo perdono
mentre a te ti amo.
Può sembrarti anche banale
ma é un istinto naturale.


ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...



STO STUDIANDO...

GUARDAMI

Non potrai mai trovare un altro come me
Sarà difficile perfino anche per te
Che hai sempre avuto tutto
Tutto facile

Almeno adesso che
Siamo seduti qui
Perché non me lo dici
Quello che vuoi da me
Cosa vorresti che
Cosa vorresti se
Se tu potessi avere
Tutto quello che c’è
Vieni qui! Vieni qui!


OGGI IL MIO UMORE E'...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata


BLOG che SEGUO:


IL SUO BLOG ME L’HA ORDINATO IL DOTTORE
biankaneve
A 4 RISATE NON DICO MAI DI NO
LaFletcher
LA DOLCEZZA FATTA BLOG
Swamy
MI CAMBIA IL TEMPLARE A SECONDA DEL TEMPO
pippiri

BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!


UTENTI ONLINE:




(questo BLOG è stato visitato 940 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]

NOVEMBRE 2017
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30




giovedì 10 dicembre 2009 - ore 13:43


...
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Ma quanto mi piace internet...
Sono sul lato opposto del culo al mondo e sono ancora qui. Una magia.
Volevo solo farvi sapere che sono arrivata a destinazione martedì notte (in Italia) poco dopo le 20 qui.
Ho già sistemato i bagagli nel Residence perchè...cavolo...il mio lavoro parte dal 11 gennaio e fino a quel momento sono UFFICIALMENTE in ferie.
Non mi voglio dilungare troppo...per non farvi troppa invidia.
Forse la ruota gira...speriamo solo non sia quella di un TIR sopra di me.



LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK



venerdì 4 dicembre 2009 - ore 08:59


Parto senza dolore
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Parto: voce del verbo partire. Senza dolore...non provo nulla.
Praticamente è come se in questi ultimi giorni mi avessero fatto l’epidurale.
Un calcio nei reni me l’ha dato il mio ex quando gli ho detto che partivo e lui mi ha risposto: beata te.
Allora martedì si parte...e poi...mi faccio pure due ore a Lisbona...che bello

Io vi saluto qui.
E’ stato bello conoscervi e condividere questo percorso con voi.

State bene e fate del vostro meglio.




COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



venerdì 27 novembre 2009 - ore 13:50


Miguel Bosè 2
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Questa sera no
Non conterò le stelle
Tanto ormai io già lo so
Son rimaste sempre quelle
Hai passato mai
Le notti sottozero
A svuotare calamai
Colorando i sogni
In bianco e nero
Morire no
Morire per amore non si può
Nel cuore ho freddo
Come fosse già
Dicembre
Morire no
Addio amore addio
Addio a te
Un fiore rosso in tasca
Ho qui con me
Per sempre
Se la nostra etá
È fatta per sbagliare
Da chi l’ha passata già
C’è ben poco da imparare
Quelli come me
Che vendono parole
Per qualcuno almeno c’è
La speranza di colpire un cuore




COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



venerdì 27 novembre 2009 - ore 13:49


Miguel Bosè
(categoria: " Vita Quotidiana ")


(Verse 1)
Stamattina passano a prendermi
Si sveglia rosso l’Atlantico
La bassa marea, un taxi lento e noi.

(Verse 2)
Aria di nafta e fragole
L’Europa è nel passaporto
E’ un nervo scoperto, un’alba da marinai.

(Bridge 1)
L’orizzonte ha gli occhi aperti
E gli aeroporti sono canne di mortai
Non passa niente che pesi troppo
Brutalmente salta il tappo e te ne vai.

(Verse 3)
Ora sai cosa sono io
Una breve tempesta, un lungo addio
A mordermi il cuore in tempo non imparo mai.

(Verse 4)
Principessa azzurra, partire stanca
In mezzo alle valige e alla luce bianca
E manca sempre meno al giorno che mi fermerò.

(Bridge 2)
Da quel cancello non passa niente
Che faccia male però non è così...
Nessun controllo mi trova addosso
Il pugno rosso di tristezza che c’è qui.

(Chorus)
Il ragazzo del mondo si fionda via
Una freccia, un sasso, una malinconia
Allacciato al vento mi sento come non vorrei
Coca-Cola e giornali, la faccia al vetro
E il tuo posto affonda giù nell’aria indietro
E l’onda salterà mezzo mondo più in là.

(Coda)
L’autostrada dell’aria è bella
Contro il sole ma io sto male, amica mia
Stringiamo i denti e così avanti
Col cuore in tasca come una fotografia
Stringiamo i denti e così avanti
Col cuore in tasca come una fotografia
Stringiamo i denti e così... avanti
Col cuore in tasca come una... fotografia...



COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



giovedì 26 novembre 2009 - ore 11:22


Paolo Conte
(categoria: " Vita Quotidiana ")


(1981)
ha i suoi anni ma è sempre valida

Via, via, vieni via di qui,
niente più ti lega a questi luoghi,
neanche questi fiori azzurri...
non rimpiangerò queste strade
via, via, neanche questo tempo grigio
pieno di musiche
e di uomini che ti sono piaciuti...
tasto dolente

It’s wonderful, it’s wonderful, it’s wonderful,
good luck my babe,
it’s wonderful, it’s wonderful, it’s wonderful,
I dream of you...
chips, chips, du-du-du-du-du

Via, via, vieni via con me,
entra in questo amore buio,
non perderti per niente al mondo...
via, via, non perderti per niente al mondo
lo spettacolo d’arte varia
di uno innamorato di te...

It’s wonderful, it’s wonderful, it’s wonderful...

Via, via, vieni via con me,
entra in questo amore buio,
pieno di uomini...
via, entra e fatti un bagno caldo,
c’è un accappatoio azzurro,
fuori piove un mondo freddo...
preferirei una doccia fredda, un pareo e il sole fuori

It’s wonderful, it’s wonderful, it’s wonderful...



COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



venerdì 20 novembre 2009 - ore 20:54


Carioca
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Brasil taratattaratararaaaa rararara...
canticchio nonostante la febbre. Mi sono presa l’influenza. La banale stupidissima influenza. Quella che miete più vittime ogni anno di quante ne faccia la Suina...ma si sa, la Roche deve pur guadagnarci qualcosa.
Ma non facciamo polemiche ora.
Sto già preparando la valigia. Lavo e stiro le cose estive...che impressione piacevole.
Dovrò mettere su Skipe sul pc dei miei. Gli unici con la quale voglio tenere i contatti (ovvio). Tutto e tutti me li voglio lasciare alle spalle.
Ricominciare da capo.
Fare un punto e a capo...anzi, cambiare proprio quaderno.
Che fortuna!!!
Mi sono presa un vocabolario da viaggio di Portoghese.
Mi farò una nuova e mail.
Appena guarita inizierò a farmi un ciclo di lampade abbronzanti. Mica posso presentarmi con sta faccia pallida.
Il lavoro? Un po’ noioso probabilmente. Non sono neppure sulla terra ferma. Non mi sono curata più di tanto di capirci qualcosa.
Cosa dirvi? Sono elettrizzata.
So che nessun luogo sarà mai abbastanza lontano per dimenticarmi il passato. Spero solo che mi farà meno male.
Alla prossima.


LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



venerdì 13 novembre 2009 - ore 16:46


Organizzare
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Ok...già parlato con chi di dovere. Quando ti fanno una proposta del genere il dubbio è fra: "hanno un’alta considerazione di me" o "vogliono sbarazzarsi di me".
Non importa.
Partenza l’8 Dicembre (scioperi aerei permettendo).
Il bello è che ho un mese per organizzare casa, spesa, lavoro e tutto questo mi fa star bene...almeno non penso a nient’altro.
Il gatto se lo prende Daniela.
Piante da innaffiare non ne ho...
La mia vicina di casa ha già da anni le chiavi in caso che succeda qualcosa.
Le bollette sono tutte in banca, quindi problemi zero.
L’assicurazione auto mi scade ad agosto del prossimo anno...
Il bollo a settembre.
Natale via da qui...ma ci pensate?
Niente vuoto nel cuore, coccoloni da musica natalizia e addobbi nei negozi.
Il giorno di Natale sarò in spiaggia, in costume e pareo.
Ma in Brasile festeggiano il Natale?
Boh, ma sai che non lo so!!!
A dire il vero non so proprio niente del luogo in cui vado. Fino a questa mattina non ci avevo pensato proprio.
Non l’ho neppure detto ai miei ancora.
Vado a ruota libera perchè mi sento una valanga in discesa.
Schiaccerò tutto quello che mi si parerà davanti.




LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



venerdì 13 novembre 2009 - ore 13:44


Ho deciso
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Se dopo aver spruzzato il flit bisogna areare il locale prima di soggiornarvi io credo che sia arrivato il momento per me di cambiare aria.
Me ne vado via da qui.
Ho un’opportunità ed ero molto dubbiosa se accettarla o meno.
Sono un’abitudinaria e volare oltre oceano mi sembrava una cosa lontana da ogni mio pensiero.
So che scappare dai problemi non serve se i problemi li hai dentro, ma almeno non li ho anche sotto gli occhi. Forse riuscirò a superarli.
Nulla mi trattiene più qui.
Incontrerò persone nuove, parlerò un’altra lingua, farò un lavoro diverso (più o meno), magari incontrerò un uomo affascinante e non tornerò più indietro...non voglio più tornare indietro ed essere quella che sono.



LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK



giovedì 12 novembre 2009 - ore 13:42


LUI LEI E IL MONDO FUORI
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Rimpiango il gusto della Nutella rubata, dei chewingum comprati con la paghetta, le figurine della frutta che se le grattavi ne sentivi l’odore.
Rimpiango i calzini di cotone al ginocchio forati che ti segnavano le gambe, l’alcool rosa che non puzzava come ora, il tronco di Natale fatto dalla zia, gli addobbi al lampadario, quella punta dell’albero di Natale riparata con lo scotch.
Rimpiango il primo dente da latte perso con quel sorriso spezzato, i codini fatti con l’elastico che si legavano con due ciliegine di plastica, la carta da gioco nella bicicletta con la molletta.
Rimpiango gli sci fatti con le cassette di mele, l’arco con le stecche dell’ombrello buono del nonno.
Le tende con le lenzuola stese, gli stampini, le biglie, i tappi delle bottiglie.
Rimpiango le speranze che avevo.
Rimpiango quello che non ho conquistato.
Rispetto quello che ho avuto più per fortuna che per mio impegno.
Il titolo diceva: lui lei e il mondo fuori. Direte che non c’entra nulla...
Lui è il mio passato
Lei sono io
Il mondo è quello che mi circonda...ma sta fuori...dentro è tutta un’altra cosa.

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



giovedì 5 novembre 2009 - ore 11:28


KATIA CON LA CAPPA
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Vado in un locale con amiche e amici. Fra due chiacchere e qualche bicchiere vuoto sul tavolo arrivano due ragazze che non conosco. Ci presentano...lei è Monica, lei è Katia.
La tipa si precipita a precisare: con la cappa.

Il cervello ha collegato le frasi "samanta, con la acca...debora con la acca"

Sarai anche una gran figa Katia con la cappa, ma cambia repertorio...

Voglio provare...la prossima volta mi presento:

Ciao sono Monica con la c.

Probabilmente mi prenderebbero per scema...e mi ci sentirei pure!!!



LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK




> > > MESSAGGI PRECEDENTI