BLOG MENU:


voyant, 25 anni
spritzino di vicenza
CHE FACCIO? Lavoratore
Sono single

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


STO LEGGENDO

Chiedi alla polvere di John Fante...a differenza del film...il libro è ottimo

HO VISTO

-Funny games
-V for vendetta
-Le mani sulla città
-Persona
-City of Gods

STO ASCOLTANDO

Kraftwerk
IAMX
Cabaret Voltaire
Bauhaus
Virgin Prunes
Sister of mercy
Ataque periferico
Faust’o
Richard Galliano
Vinicio Capossela
Billie Holliday
Miles Davis
PGR
Amen
Pantera
Babes in toyland
Superjoint
Walls of jericho
John Coltrane
Rosa Balistrieri
Maria Bethania
Ottavo Padiglione
Casualties
Le bands del great complotto
The Cure
Christian death
Decibel
Residents
Cibo Matto
Disturbed
SONIC YOUTH the best!!!
Marlene Kuntz
Gogol bordello
Rose Tatoo
Television
Syd Barrett
T. Rex
New York Dolls
ACTH
Cramps
Davide van de Sfroos
Disciplinatha
System of a down
Tool
Alice in chains
Jane’s adiction
Nick Cave & The bad seeds
Terrorizer
Extreme noise terror
Cripple bastards
....e tanto altro

ABBIGLIAMENTO del GIORNO

un rotolo di cellophane

ORA VORREI TANTO...

non sapere cosa volere

STO STUDIANDO...

la razza umana

OGGI IL MIO UMORE E'...

schizzo fren(et)ico...come sempre

ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata


BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS


wu ming
(da Arte e Cultura / Narrativa )
Cortoweb
(da Cinema / Archivi )



UTENTI ONLINE:




(questo BLOG è stato visitato 1165 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]

GENNAIO 2022
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31




mercoledì 9 maggio 2007 - ore 18:11


NERO
(categoria: " Vita Quotidiana ")


http://neroneronero.blogspot.com/


































COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



martedì 8 maggio 2007 - ore 18:40


REDEMPTION POST
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Dopo qualche mese di silenzio...di riflessione...mi sono accorto che probabilmente anch’io con la violenza, figurata s’intende, ho esagerato...si sono sempre stato consapevole dell’entità provocatoria dei miei discorsi...di essere uno specchio della realtà, anche se una certa critica costruttiva ce l’ho sempre comunque messa...il problema è che anche nella realtà sono provocatorio e ambiguo...e dopo qualche anno non ne posso più...magari nella virtualità ho un linguaggio già più forbito...ma nella realtà sono diventato proprio volgare e ci metto troppe bestemmie tra le parole...questa non è una vera e propria inversione di tendenza...chiamiamolo "reprise"...alla mia età oramai la rabbia non può prendere il sopravvento...anche perchè mi sta veramente uccidendo...e anche perchè, se non dà proprio un’immagine sbagliata di me, per lo meno la rende riduttiva...questo non è un post di giustificazione, che non devo rendere spiegazione ad alcuno...è solo auto analisi...è solo per convicermi che mi sto dando una possibilità di rendenzione e riconciliazione con la mia natura...





COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



martedì 8 maggio 2007 - ore 18:01



(categoria: " Vita Quotidiana ")




http://www.sosjamaica.org/test/centrale.asp

Perché SOS Jamaica?

Da sempre l’isola giamaicana è associata all’immagine di splendide spiagge, luoghi da paradiso, gente dalla profonda ispirazione spirituale, ai rasta, al loro uso della marijuana come sacramento spirituale, al sole, alla musica e alla fratellanza….
Chi ha avuto la fortuna di visitare questa terra ben presto si è reso conto che le cose non stanno proprio così, anzi…ben presto i sogni e le aspettative crollano e ci si ritrova ad avere a che fare con una terra dilaniata da gravi problemi di sopravvivenza quotidiana, di corruzione e di violazione di elementari diritti civili.
L’idea di realizzare SOS Jamaica è nata soprattutto da alcuni obiettivi principali:

dare una corretta informazione rispetto al panorama politico culturale giamaicano

inviare un importante input alla società giamaicana affinché si adoperi per risolvere questi gravi problemi

supportare quelle iniziative che si adoperino alla difesa delle regole basilari di civiltà e rispetto per la vita umana

scoraggiare e condannare comportamenti ed atteggiamenti antidemocratici e violenti nei confronti di altri esseri umani da parte delle autorità giamaicane


Questo non è un problema ristretto alla popolazione giamaicana. Il messaggio e il modello che la cultura e la politica giamaicana diffondono attraverso la musica reggae raggiungono nazioni e realta’ diverse e non può essere sottovalutato.
Qui in Italia, dove il reggae ha trovato un terreno di diffusione particolarmente fertile e praticamente quasi unico al mondo, abbiamo avuto anche la spiacevole capacità di importare dei modelli comportamentali totalmente fuorvianti, fuoriluogo e inaccettabili a partire ad esempio da forme di linguaggio fortemente sessista e maschilista e irrispettoso, all’acquisizione incondizionata del concetto sull’uso della marijuana ignorando concetti di consumo critico e riduzione del danno, al modello di machismo e sfruttamento della donna, a dubbie identificazioni religiose col rastafarianesimo nelle sue forme meno tolleranti e a nostro parere meno realistiche.
Purtroppo troppo spesso ci si ritrova a condividere il linguaggio e i messaggi che i media impongono attraverso il loro strapotere persuasivo. Nel nostro caso ci si ritrova ad accettare la musica reggae ed il suo messaggio senza un minimo di consapevolezza autocritica nemmeno quando la musica nei suoi contenuti trasmette messaggi di tipo violento e razzista contro le diversità e le minoranze.
Il messaggio che l’iniziativa SOS Jamaica vuole mandare è soprattutto quello di informare la gente che in Jamaica si muore sempre più spesso per violenza nelle strade e nelle celle delle prigioni o durante un interrogatorio o una perquisizione ad opera delle forze dell’ordine (!).
Bisogna ricordare inoltre che la pena di morte in questo stato è tuttora in vigore.
Questo è inaccettabile per chiunque ed in particolare modo per chi ama la Giamaica, la musica reggae e il messaggio di pace, amore, fratellanza e spiritualità che ha sempre diffuso in tutto il mondo, caratterizzando cosi non solo un ritmo musicale ma contenuti importanti, patrimonio inalienabile di coloro che si incontrano e confrontano sui temi della solidarietà’ e dell’antirazzismo.
La Jamaica in realtà è uno dei paesi con il più alto tasso di criminalità nel mondo (ovviamente rapportato al numero dei suoi abitanti) e questo processo invece di invertirsi negli ultimi anni ha subito un preoccupante processo di incremento.
SOS Jamaica ha come scopo principale quello di fornire un aiuto concreto, attraverso la collaborazione, ad associazioni che operano anche sul territorio giamaicano nonché quello di informare l’opinione pubblica sulle violazioni dei diritti umani nell’isola.

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 7 maggio 2007 - ore 01:28


TRASH...FANCULO...
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Eh si mi son proprio rotto il cazzo...ho trovato sul sito di wu ming questi estratti...che cosa mi ha rotto il cazzo chiederete...sto cazzo di revival anni ottanta a oltranza...sto trash...imperante...in queste parole...di chi negli anni ottanta c’era ho trovato...come dire..."una irata sensazione di peggioramento"...mi sa che si sta girando di nuovo lo stesso film...un film di merda...con i nuovi paninari d’oggi...punx...fighetti...fascistelli...nuovi freakettoni..."gente normale"...e cazzate del genere...che mischiano tutto ciò che c’era in quegli anni...il male ed il bene...accostando la protesta e "l’arte"alla cultura pseudo pop di quegli anni...dando vita ad una amalgama...che dire rivoltante è poco...si forse sarò noioso...ma questa amalgama...non è una cazzata...è l’attualità...è il presente...non è una cosa vaga...è tremendamente...consistente e materiale... alla fine del post c’è scritto..."La meglio gioventù degli Eighties si muoveva nelle nicchie, ma lenicchie erano tante, adiacenti, e le pareti porose"...oggi le nicchie non sono tante...nemmeno adiacenti...e le pareti sono totalmente isolanti...non c’è pluralità di idee...solo l’esigenza...l’estetica...di essere "alternativi"...



UNA NOTA SUL REGIME TRASH

[WM1 In merito a quanto affermato da Guido sull’apologia del trash (cioè che non se ne può più), riporto frammento d’un testo che vado scrivendo, la prefazione all’edizione italiana di Psychotic Reactions and Carburetor Dung, celebre antologia degli scritti del critico rock Lester Bangs (1949-1982) che Minimum Fax ha dato alle stampe:

..> ..>
..>..> Ormai il trash è di regime - regime fascista. Gerarchi a panza nuda fingono di combattere rivoluzioni contro chissà quali Anziani Savi, per scongiurare complotti ai danni del Gusto Popolare. E’ da un pezzo che s’è finito di combatterla, ’sta guerra: Apocalittici e integrati è di quarant’anni fa, ormai si "rivaluta" pure l’ultimo scampolo di subculturame. Dove sono mai i guardiani imbronciati di un’ortodossa divisione tra cultura "alta" e cultura "bassa"? Suvvìa, abbiamo vinto, si vorrebbe stravincere, "stroppiare"? Ma che mi vuoi dire, che la merda è buona da mangiare?
Es. oggidì la vera destra culturale di questo paese è la masnada dei cinéphiles, gente rovinata dal Dams, intellettualità di massa che si crede bastiancontraria mentre è conformista, conformistissima, c’è chi dice che Spiderman 2 è un capolavoro assoluto, descrivendo un kolossal (imposto in mille sale con strategie tipo "Shock & Awe") come fosse un prodotto trash, un B-movie che va protetto dalla critica parruccona e trombona e scoreggiona.
I got news for ya, pals: siete voi la critica scoreggiona, ormai lontani sono i tempi in cui ci si sentiva eretici a far l’apologia di Tanio Boccia o Nando Cicero. Siete i più flatulenti di tutti. Petando, venite a dirmi che Michael Moore è un reazionario, e giù a spiegare gli astrusi motivi estetici per cui lo è fuor di dubbio, mentre Enzo G. Castellari sarebbe il più grande sovversivo della storia del cinema.
Così, a furia di épater les camarades (o cercare vanamente di farlo) vi ritrovate in balotta con la maggioranza ex-silenziosa, gli elementi più retrivi e obnubilati, e tra un po’ definirete Panariello un genio della comicità. Che schifo. Aridatece er puzzone! [Er puzzone = Theodor Wiesengrund Adorno, 1903-1969]



GLI *ALTRI* ANNI OTTANTA DEL NOSTRO SCONTENTO

di Wu Ming 1



Ma lo volete davvero il revival anni Ottanta? Del mainstream anni Ottanta? Degli anni Ottanta....italiani? Nel nostro paese quel decennio fu "istituzione totale", campo di prigionia culturale.
Capisco chi all’epoca era bambino e, più che il periodo storico, rimpiange la propria infanzia. Tra chi ha più di trent’anni, tuttavia, non può esserci "memoria condivisa". O stai da una parte o stai dall’altra. Se sei nostalgico, vuol dire che stavi con Cecchetto, coi paninari, con l’oppressore.
Oppure sei un "compagno che sbaglia", come Boosta dei Subsonica. Il suo album solista con le cover di disco dance anni Ottanta ha un intento scherzoso ma evoca cose brutte.
Gli Eighties li ricordo bene. L’italo-disco per me non è nulla di esotico, di ironico, stra-cult o che altro. è la colonna sonora della dittatura.
Epoca anti-estetica, decennio dimenticato dallo Stile. Scomparse le basette. Giacche a due bottoni, spalle iper-imbottite, maniche rimboccate sopra il gomito. Capelli corti davanti e lunghi sulla nuca, libbre di gel.
Primo pomeriggio: "Saranno famosi" e Gerry Scotti più magro. Domenica sera: "Drive in". Comici insipidi, "il diciotto lo rifiuto", "ho cuccato una sfitinzia".Adolescenti in Italia negli anni Ottanta. "Costretti a sanguinare" sì, ma per via dei maroni sbregati.
No, se proprio vi interessa il periodo, non è così che si fa. Ci ripropinate la cultura del potere e del conformismo. E le culture della resistenza?
Negli Eighties la resistenza ci fu eccome. Combattemmo la guerriglia culturale con quel che c’era, vecchi archibugi concettuali, chitarre da due lire, rozze fanzines spedite per posta. Usammo passato, futuro e apocalisse contro un presente che ci schiacciava.
Se davvero volete gli Eighties italiani, sforzatevi di capirli nella loro complessità, non riduceteli a monotona orgia di spaghetti dance, tappezzeria acustica per yuppies.
C’era l’hardcore punk: Negazione, Raw Power, Impact, CCM, Peggio Punx, Indigesti, Wretched, Contropotere.
C’erano il garage rock e il revival psichedelico: Sick Rose, Pikes in Panic, Monks, Steeplejack, Primeteens, Ugly Things, Peter Sellers & the Hollywood Party.
Sale-prove schermate coi portauova. Fanze e riviste autoprodotte: Punkaminazione, Decoder, Idola Tribus. La mail art, grande corrente sotterranea. I cofanetti di artistamps e pinzillacchere che mi spedivano Bruno Capatti o Franco Piri Focardi. C’erano persino emittenti pirata, come Radio detersivo a Ferrara. Trasmetteva da un appartamento di studenti greci. Costas e Phillis, chissà dove siete adesso?
La meglio gioventù degli Eighties si muoveva nelle nicchie, ma le nicchie erano tante, adiacenti, e le pareti porose.
Al recupero del peggiore sterco commerciale, contrappongo la riscoperta delle "opposizioni 80". Soltanto grazie ad esse tenemmo duro nel campo di prigionia, per infine uscirne vivi, e a testa alta.





COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



domenica 7 gennaio 2007 - ore 01:29


GHOST TRACK
(categoria: " Vita Quotidiana ")




e meno male che mi aspettavi...beh non è che me la prendo proprio...soffro un pò di solitudine...tutto qui...si insomma non è che sono proprio un eremita...ho una vita reale...non vorrei mai tu pensassi io possa diventare appiccicoso...a me capita di sentirmi solo anche in mezzo a migliaia di persone...ti capita mai? a me capita sempre...forse sono io...ma quando si parla con una persona per quanto sincera sia...ho sempre l’impressione che voglia aggiungere qualcosa...e questo mi lascia perplesso...cioè di solito la gente nella maggior parte dei casi non mi contraddice...non replica...esprime di rado le proprie idee...però a volte dice addirittura di provare piacere nel sentirmi...di essere felice nel vedermi...e mi sento un pò preso per il culo...perchè mi perdo in monologhi infiniti...finchè mi incazzo e li mando a fare in culo...c’è addirittura chi dice che trasmetto positività...pensa te....



COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



sabato 23 dicembre 2006 - ore 02:27


Disperati Intellettuali Ubriaconi
(categoria: " Vita Quotidiana ")




...ho un senso di irreale che mi pervade....ho sempre sonno e quando posso andare a letto non ne ho più...vedo tutto filtrato da una sorta di umidità...che forse è reale...ma vederla...in luoghi chiusi non è normale...a pochi centimetri...saranno allucinazioni...ma vedo proprio l’aria spostarsi...come fosse solida...come fosse...proprio una pellicola d’acqua che turbina per un momento e se ne va...che si sposta gentilmente pure...non è proprio un turbinare e un leggero ruotare...appena appena...percettibile...a volte mi viene da pensare che esistano sul serio altre dimensioni...parallele...che quella che viviamo sia solo un’opportunità...che nelle altre dimensioni parallele...ci siano sempre degli io diversi...che già a partire dalla tenera età...abbiano compiuto azioni che li hanno portati verso vie diverse...non so se mi capisci...e mi sembra che il tempo sia lo stesso...che cioè quando si svanisce in una dimensione si svanisca in tutte le altre...che tutto ciò che proviamo sia solo una piccola particella che fa parte di qualcosa di molto più imponente...ma non è che lo penso sul serio...a volte mi va di pensarlo...che alla fine secondo me è una cazzata...un pò come dio...e soprattutto...se tutti gli io possibili avessero la fine nello stesso punto esatto del tempo...se tutti gli io convergessero tutti verso la stessa fine...o meglio lo stesso fine...dovrei credere in dio...e..e...non ci credo c’è poco da fare...cioè forse l’uomo s’è inventato dio proprio per questa incapacità di far crescere dentro di se tutte le correnti che lo animano...perchè l’esistenza...pretende famelica...le aspirazioni...le illusioni...pretende dall’uomo che si sbrani da sè...più che altro...senza tirare in ballo l’esistenza...che è di per se un concetto astruso e insignificante...è proprio il cervello umano a creare senza un motivo preciso concetti artificiali...che lo deviano da quella che dovrebbe essere la semplicità...da ciò che dovrebbe essere vivere...ecco qui che nell’iconografia religiosa...di qualunque religione...nasce la figura del diavolo...secondo me...mah?non so dove sto portando il discorso..e no so perchè mi è venuto...ma è qui che subentra l’anarchia...ogni concetto di stampo libertario...l’utopia...il desiderio di una vita migliore che non è altro che ciò che abbiamo già nel dna...a cui diamo un nome...che sia dio...politica...economia......evoluzione...e ci fa dannare...troppo ragionare forse preclude ogni felicità proprio nel mentre essa sta nascendo...troppi concetti che teorizzano qualcosa di migliore...al posto di convergere...divergono...solo per una questione...grammaticale...e falsamente ideale...di valutazione di pro e contro che forse nemmeno esistono...che sono solo nemmeno le facce di una stessa medaglia...ma proprio il profilo...una moneta...una medaglia che ci scagliamo...di taglio...sulla fronte...nel bel mezzo degli occhi...sul terzo occhio...aprendo una ferita invisibile che continua a sanguinare...
mah? quante cazzate ho scritto....boh? mi sembra di non arrivare a nulla...anche se appena scritte così...mi sembrano abbiano una certa forza...rileggendole...le stesse parole mi sembrano così stantie e coperte di muffa da farmi schifo...ma boh...scusa...stasera sono stato un pò pesante...sarà che non esprimendomi da giorni...i pensieri si sono ammucchiati....come un tamponamento a catena in autostrada...non capisco...dove iniziano e dove terminano...si ho perso un pò di lucidità...ma come sempre dopo essermi sfogato....la riavrò...e riavrò la mia parte più semplice....semplice...come mi piace questa parola...semplice...ahhhhh...non è un urlo....è un sospiro...

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



sabato 23 dicembre 2006 - ore 01:37


Storia breve
(categoria: " Vita Quotidiana ")


questo è un racconto...una tipica giornata...una storiella...senza dovizia di particolari...una storiella senza pretese e soprattutto poco seria...ricordi...ne belli ne brutti...ricordi...per fortuna...ed è la prima volta che mi viene da dire...forse sto meglio di prima...di solito quando si invecchia si fa il discorso inverso...ah ah...sono un vecchio...ah ah....scherzo...bene oggi mi va di fare l’intrattenitore...buona lettura...



quando non si ha nulla da dire...dice già qualcosa...come chi ride forte per riempire il vuoto...una battuta del cazzo lanciata lì...non per sdramatizzare...ma perchè crede che basti...fare complimenti gratuiti...quando è evidente che sono del tutto fuori luogo...parlare logorroicamente senza pausa...di lavoro...pubblicità...e cellulari...auto...e storie del cazzo andate...che se non ci fossero state sarebbe stato lo stesso....
e si ordina un altro jagermeister...se ne ordinano tanti....una bottiglia di prosecco...trovare un tavolo all’aperto che si possa almeno fumare...che almeno ho qualcosa da fare....che guardare un sorriso idiota...tra boccoli biondi...stampato...partorito da un’altro stock di dentiere dei bee gees...e riesco ancora a stare in compagnia...si fa per dire...perchè sono obbligato a queste cose?...o si esce con gli amici e ci si devasta...o si rimane a casa preda...ghermita...dalla noia...rapace....ansia...asfissiante...
cazzate...quante cazzate...riesce a vomitare...con questa vocina stridente?...che fa atrito con la mia pazienza poco oliata...ed eccola...non capisce...non ho un’ombra...sul volto...di un accenno di sorriso o compiacenza...perchè mi perdo ancora in queste cazzate?...perchè non hai nulla da fare mario...eccola la tranquillità...ecco la via di fuga dall’autodistruzione...la noia paziente...un paesaggio di acciaio luccicante...una pazzia riflettente.
e perchè continua a sorridermi sebbene abbia capito?...almeno un pò di dignità...porco dio...che cazzo continua a fare?...nemmeno s’incazza per la mia maleducazione...mi telefona...sto al telefono un’ora...due ore...per cosa?...ascolto un pò...sono sempre fumato...ascolto un pò...e poi parto in un soliloquio interminabile...tanto paga lei...intanto mi dimentico di me...
si dimenticavo ce l’ho davanti a me...non è nemmeno brutta...anzi...anzi...non puzza...e si fa bella solo per me...fosse questo quello che mi serve....che cazzate...e gli adolescenti "ormonati" che sbavano...stronzi...insensibili...alla bellezza...ed io li odio...anzi direi loro di prenderla e portarsela via...occhiate di approvazione...ma che cazzo volete?...fatevi i cazzi vostri...e sti esercenti...leccaculo...una coppia di una certa età...che dicono che siamo una bella coppia...e cazzate di questo genere...con i loro ventri molli...con il loro bulbo oculare crepato...di capillari rotti...crepato di auto-privazioni...di compromessi...solo perchè non hanno avuto la pazienza di aspettare...solo perchè si sono privati della facoltà di scegliere...di decidere....ma quale coppia?...coppia un cazzo...ci vediamo una volta alla settimana...e anche anche...perchè non ho un cazzo da fare....
e poi cosa cazzo ci troverà in me?...e poi...questo tentare il tutto per tutto...con allusioni bocaccesche...questo tentare di trovare argomenti comuni...arrancare...nel campo dell’arte e della musica...nozioni scolastiche...è evidente lo scarso impegno nella scoperta...incondizionata...bah...
andiamo in un posto tranquillo le dico...si in riva al brenta...con un pò di brezza...si sta bene...per scrivere per disegnare...per farla tacere e farla fumare finchè non piglia sonno...arriviamo sul posto...cazzo ho dimenticato il fumo...cazzo ho dimenticato il fumo...merda...vabbè...io faccio le mie cose...non le ho mai detto ti voglio bene...anche perchè sarei stato bugiardo...e finchè lo pensavo...ha preso coraggio...mi ha chiesto...posso abbracciarti?...si...ho detto...ma già mi ero pentito...ti voglio bene...mi dice....ho avuto quasi un groppo in gola...un misto di ribrezzo e pietà che alla fine mi ci ero pure affezionato...come alla tazza della colazione...come al cane del vicino...soprattutto perchè avevo già deciso...che non se ne poteva più...mi ha ripetuto...ti voglio bene...ed io...non volermene troppo...
e tutte le volte così... finchè...accompagnandola alla stazione dei bus...le ho detto...è meglio che per un pò non ci vediamo...eh si per un pò....
l’unica cosa che mi andava...finchè è durata...era scopare...pensando ad altro...

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



venerdì 22 dicembre 2006 - ore 02:58


PRODI PARK
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Prodi Park non è soltanto per dire che come uomo. come politico fa schifo....questo è inneccepibile...non voglio parlare di finanziaria...che c’è già tanta gente che ne parla male...senza probabilmente averla nemmeno letta...io odio l’Italia in questo momento...io mi vergogno di essere italiano...e non è solo per Prodi...a livello di immagine...Berlusconi è forse ancora più vergognoso...ma ogni faccia che incontro per strada è vergognosa...ogni idea espressa dalla gente è vergognosa...vergognoso è protestare istigati dalla televisione...dai giornali...è indubbio che la politica è un cancro che risale sin dai tempi della democrazia ateniese....è facile, ora che si è persa ogni sicurezza gettarsi su un uomo pacioso che non riesce a dire una frase senza mettere una pausa di due minuti per ogni parola pronunciata...dovevate pensarci prima...io mi sono distrutto il fegato per anni...anche quando le cose andavano bene...apparentemente...per tutto questo tempo vi siete accontentati...senza cercare il miglioramentO...avete messo la vostra vita in mano a dei coglioni...prodi non è che l’ultimo....PRODI PARK E’ SOLO PER DIRE CHE C’E’ UN PRODI IN OGNUNO DI VOI, GUARDO IN FACCIA VOI E VEDO MILIONI DI PRODI, MILIONI DI BERLUSCONI, MILIONI DI COGLIONI...GENTE CHE SI LAMENTA SENZA SAPER BENE DI COSA STA PARLANDO...OGGI SIETE TUTTI CONTABILI...SAPRESTE TUTTI FARE UNA FINANZIARIA VERO?...ASCOLTATE LA TV E PRENDETELO NEL CULO...VOTARE NON E’ UN DOVERE...E’ UN DIRITTO FINO A PROVA CONTRARIA...E VI SIETE PRESI IL DIRITTO DI FICCARVELO NEL CULO DA SOLI...E SUCCEDERA’ ANCORA...SENZA NESSUNO CHE VI COMANDA NON SAPRESTE COSA FARE....QUINDI SAREBBE MEGLIO CHE SCOPPIASSE TUTTO IN ARIA...PERCHE’ DOPO PRODI PARK POTRESTE RIVOTARE BERLUSCONI...E POI VIVREMO A NEURODISNEY....DISTRUGGETE OGNI VOSTRA CONVINZIONE...OGNI VOSTRA IDEA...OGNI VOSTRA FOTTUTA COMODITA’...O VERRETE DISTRUTTI....A ME BASTA SOLTANTO UN PUNTO DA CUI GUARDARVI...MENTRE VERRETE IGHIOTTITI, PIENI DI PAURA.PIENI DI PATOLOGIE MENTALI. DAL BUCO NERO DELLA VOSTRA INTELLIGENZA....


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



venerdì 22 dicembre 2006 - ore 00:41


Shadow Of A Doubt
(categoria: " Musica e Canzoni ")


[

Met a stranger on a train
he bumped right into me
swear i didn’t mean it
swear it wasn’t meant to be
must have been a dream
from a thousand years ago
swear i didn’t mean it
swear it wasn’t meant to be
from the bottom of my heart
he was looking all over me
you take me and i’ll take you
you kill him and i’ll kill her
swear it wasn’t meant to be
swear i didn’t mean it
kiss me
kiss me in the shadow of
kiss me in the shadow of a doubt
kiss me
kiss me in the shadow
kiss me in the shadow of a doubt
it’s just a dream
it’s just a dream i had
nononoooooh
swear it’s just a dream
just a dream
dream i’ve had
no
no
no
no
take me to it
take me to her
maybe
maybe it’s just a dream
it’s a dream
it’s just a
just a
no

met a stranger on a train
bumped right into me
swear i didn’t mean it
swear it wasn’t meant to be
must’ve been a dream
from a thousand years ago
kiss me
kiss me in the shadow of a doubt
kiss me


LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK



mercoledì 20 dicembre 2006 - ore 04:57



(categoria: " Vita Quotidiana ")


Questo è un commento che ho lasciato al Devilman81....mi sembrava una cosa abbastanza intelligente...scritta abbastanza bene...visto che in questi tempi non ho molto da dire...forse perchè ci sto ancora pensando...alla faccenda...in via del tutto ipotetica...perchè non vedo alba....ma soltanto crepuscoli...il tramonto di Portovenere rende l’idea (foto)




Autore: voyant
( martedì 12 dicembre 2006, ore 03.49 )

io sono giunto ad una conclusione...l’amore non esiste è solo un vocabolo per determinare un’anomalia ormonale...è una malattia non ancora diagnosticata...se ti manca l’aria quando lei non c’è...è una malattia...se ogni mancanza di trasparenza da parte della controparte porta a paranoici pensieri...è una malattia...se ti viene la tachicardia...ovviamente è un sintomo...di una malattia...a questo punto si dovrebbe dire l’amore è per me...e per me è una condivisione, di azioni, di comprensione, di passione...verso l’esterno...si dovrebbe essere a turno l’arma o la falange che tira il grilletto...in senso metaforico s’intende...per fare esplodere quella sfera dal vetro fumè dentro cui siamo nascosti...che è la noia...invece si è portati a pensare che trovato un sedicente amore si sia in dovere di abbandonarsi...di aver trovato la soluzione al proprio male...perchè si crea solo un simbolo...e l’amore in tal caso è solo una diga...quando questa diga si frantuma...son cazzi...e forse sarò impopolare ma di questi tempi...in cui il fisico è meno provato che in altre epoche...si dovrebbe pensare più ad amare con il cervello...in fondo le emozioni partono da li...dire ho trovato l’amore ed il resto vada è fanculo secondo me è sbagliato...me ne frego...lo diceva il duce...ecco che riemerge la mia vena rivoluzionaria...mi dispiace...ma così son...non devo trovare una fidanzanta...devo trovare una compagna...non voglio una tranquillità fatta di noia...oppiacea...non voglio sentirmi dire sta tranquillo...cosa te la prendi che tanto non cambia un cazzo...la tranquillità non è sinonimo di felicità...io voglio soddisfazione...adrenalinica soddisfazione...voglio amare una ragazza per quello che è...non per quello che io vorrei fosse...solo perchè è dolce...perchè è carina con me...perchè è una brava ragazza...perchè mi sopporta...ed io sopporto lei...ora smetto...che mi sembra di predicare




COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK




> > > MESSAGGI PRECEDENTI