Spritz.it - sargatanas's HOME - BLOG DIRECTORY - IL TUO BLOG - Segnala qs BLOG



NICK: sargatanas
SESSO: m
ETA':
CITTA': hell
COSA COMBINO: demone
STATUS: sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[PROFILONE COMPLETO]

[ SCRIVIMI ]



STO LEGGENDO
i vari grand grimoire e il grandioso libro rosso, dettato da Satana stesso all'abate eretico Giona Sufurino. De occulta philosophia di Cornelio Agrippa,Il Dogma di Eliphas levi


HO VISTO
MORTE, DISTRUZIONE, GUERRA. dove c'e'il male io ci sono. Porto la morte nera ovunque.


STO ASCOLTANDO
Death Metal: Cradle of filth, marduk, sargatanas's reign,arch enemy.
Gothic Metal: Paradise Lost,Therion,Tiamat(immensi!!!),Moonspell,Hollenthon.
Dark tranquillity,ancient rites,dark funeral


ABBIGLIAMENTO
del GIORNO
divisa di battaglia nera. elmo in testa con l'effigie della morte


ORA VORREI TANTO...
L'anima di una vergine votata a Dio per il mio nero signore


IN QS PERIODO STO STUDIANDO...
In seminario..


OGGI IL MIO UMORE E'...
NERO NERISSIMO SEMPRE E FOR EVER


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...




PARANOIE
Nessuna scelta effettuata

 


MERAVIGLIE

1)


Messaggio di sargatanas da commentare:
Assieme all'esorcista vi erano anche alcune persone fidate e di provata fede e preghiera per aiutarlo nel compito di scacciare i demoni.

L'esorcismo iniziò con la preghiera del Santo Rosario comunitario di protezione dei presenti, dei loro familiari e di liberazione di Attilia e della mamma (assente in quanto anziana e malata). Alla terza decina Attilia iniziò a provare un senso di soffocamento e a non ricordare le preghiere del Rosario. Alla fine dell'orazione i presenti invocarono con un canto lo Spirito Santo ed effettuarono il canto in lingue. Attilia iniziò ad assumere un aspetto diverso e sofferente (alla fine confidò ai presenti che la preghiera in lingue la faceva star male).

Durante la preghiera di Leone XIII recitata dall'esorcista, Arturo spruzzava il viso di Attilia con acqua di Lourdes, mentre gli altri partecipanti recitavano a bassa voce, in continuazione, il Santo Rosario.

L'esorcista iniziò ad inframmezzare la recita dell'esorcismo di Leone XIII e dei salmi con delle domande, imponendo le mani a Attilia ed ungendola, con dei segni di croce sulla fronte, con olio benedetto.

Esorcista: "In nome di Gesù Cristo ti ordino di dire quanti siete".

Attilia iniziò ad inghiottire ed a muovere il labbro come un cammello, mentre all'interno della bocca, vicino alle gengive, si vedeva dell'inspiegabile sostanza nera che pareva inchiostro. Ma non rispose.

Esorcista: "In quanti siete? Te lo ordino in nome della Santissima Trinità? Indica con la mano quanti siete?"

Attilia, dopo circa quindici minuti di letture di salmi, intervallate da ordini impartiti nel nome di Dio, faticosamente indicò con le dita che dentro di lei c'erano tre presenze.

Esorcista: "Siete anime dannate o angeli decaduti?"

"Non te lo dico!", rispose Attilia assumendo un atteggiamento sardonico e incrociando le braccia in segno di sfida.

Alla fine, dopo ripetuti inviti nel nome di Dio, di Maria Santissima e della Santissima Trinità, l'anima dannata disse d'essere stato, quand'era in vita, un pirata. Affermò d'essere stato ucciso, e d'aver lanciato un urlo di terrore quando finì all'inferno.

Esorcista: "Quante persone vanno all'inferno? Rispondi in nome dello Spirito Santo di verità!"

"Tante!" rispose il pirata.

"Qual è il peccato principale che ai giorni nostri porta le persone all'inferno?" lo incalzò l'esorcista.

"La lussuria! E l'ateismo!", rispose l'anima dannata ormai chiaramente manifestatasi.

L'anima dannata sbuffava in continuazione e mostrava un'evidente sofferenza quando Arturo, su invito dell'esorcista, spruzzava il volto di Attilia con acqua di Lourdes, cercando di togliersela.

"Chi ha voluto che Attilia capitasse da noi?", gli chiese l'esorcista.

"Gesù!", rispose il diavolo dopo ripetuti inviti e spruzzate sul viso di acqua di Lourdes.

"Pregano Attilia e la sua mamma?" continuò l'esorcista.

"Sì!" disse il pirata.

"Che cosa devono fare affinchè tu vada via?"

"Occorre che preghino il rosario!"

"E' vero che non puoi nulla nei confronti di chi prega il Rosario intero devotamente e quotidianamente?" continuò imperterrito l'esorcista.

"E' vero!" confermò l'anima dannata.

"Perché la Madonna ha pianto a Civitavecchia nelle mani di un vescovo?"

"Perché non c'è più religione nel mondo!"

"Che cosa bisogna fare per uscire da questa situazione?", chiese l'esorcista.

"Occorre pregare. Soprattutto in famiglia. Guardare meno televisione e pregare di più. Soprattutto il Rosario", rispose il diavolo.

"E' vero che molti programmi televisivi sono tuoi? Rispondi in nome di Gesù Cristo!"

"E' vero!", rispose con un sorriso sardonico il diavolo.

Attilia, continuando a sbuffare, allungò le gambe e diede qualche colpo ritmico col piede.

"Come mai in Europa vi è una massiccia immigrazione musulmana?"

"Perché certi politici la favoriscono per distruggere i valori cattolici[2]", rispose il demonio.

"Ci sono dei preti che ti appartengono? Che militano nella setta della Bestia[3]? Rispondi in nome di Dio!!".

"Sì. Molti!", rispose compiaciuta l'anima dannata assumendo una inspiegabile fattezza del volto, impossibile da riprodurre naturalmente. Evidentemente si trattava del viso dell'anima dannata che si manifestava ormai sempre più chiaramente.

"Com'è l'inferno?! E' come l'ha mostrato la Madonna a Fatima?", continuò l'esorcista.

"Peggio!"

"Allora appartengono a te quanti propagano invece un'idea di un inferno soft; non in sintonia con quanto scritto nella Bibbia e mostrato dalla Madonna? Rispondi in nome della Madre della Verità!"

"Sìì!"

"Il capitolo 12 dell'apocalisse si riferisce all'apparizione della Madonna a Fatima?"

"Sì!"

"E il dragone rosso simboleggia l'eresia profetizzata a Fatima? Cioè il comunismo? Rispondi in nome della Madre della Verità".

"Sì!"

"E' qui presente la Madonna? Indicala!"

Il demonio, tramite Attilia, segnò con la mano la posizione sopraelevata in cui la Madonna si trovava e affermò che gli impartiva gli ordini.

Incalzato dall'esorcista mostrò inoltre la posizione, vicino all'esorcista stesso, in cui si trovava S.Michele Arcangelo invocato durante le preghiere.

"E' vero che i castighi sono alle porte?"

"E' vero", confermò satana.

"Che cosa bisogna fare per bloccarli?"

"Pregare il Rosario", replicò il diavolo, dopo ripetute spruzzate di acqua di Lourdes.

"E' vero che la Madonna salverà quanti pregano il Rosario intero con devozione?"

"E' vero", rispose il demonio confermando indirettamente le promesse legate alla recita quotidiana del Rosario intero.

Poi l'esorcista cominciò a pregare il Salmo 91 ed al punto "…mille cadranno al tuo fianco e diecimila alla tua destra; ma nulla ti potrà colpire…" disse al diavolo: "Confermi, diversamente da quanto fanno credere alcuni, che voi non potete nulla nei confronti di quanti dimorano all'ombra dell'Onnipotente: di quanti, cioè, vanno devotamente a Messa, Lo pregano, seguono i Suoi comandamenti, Lo invocano e si affidano a Lui?"

"Sììì!!" affermò il demonio, annuendo col capo e mostrando d'essere costretto da una volontà superiore ad avvalorare l'eterna Parola di Dio.

L'esorcista poi citò le parole della Scrittura "…sono caduti nella fossa davanti a me…" ed intimò all'anima dannata di rispondere nel nome del Santo Spirito di verità: "E' vero che se qualcuno ordisce una fattura nei confronti di chi prega devotamente, è lui stesso invece a cadere nella fossa scavata davanti al destinatario della fattura?!".

Anche stavolta il pirata fu costretto a confermare suo malgrado.

"E' già nato l'anticristo?"

"Non ti rispondo!", rispose l'anima dannata con una risata.

"La Madonna lo ha affermato a La Salette. Confermalo in nome di Dio!"

"Sì!"

"Quando te ne andrai?"

"Io non me ne vado!", reagì arrogantemente il diavolo.

"Ma tu chi sei?! Per dire non me ne vado! Sei un nulla di fronte all'Onnipotenza di Dio! E' vero?" lo rimproverò l'esorcista.

"E' vero, sono una nullità!" ammise dimesso il demonio.

"Tant'è che Gesù con uno sguardo fa tremare l'inferno".

"Sììì!"

"Nell'Apocalisse si parla di una piaga dolorosa e maligna che comparirà sugli uomini che recano il marchio della bestia e si prostrano davanti alla sua statua. Si tratta di una piaga fisica? Rispondi nel nome di Dio!" lo interrogò l'esorcista.

"Non te lo dico!" replicò sogghignando l'anima dannata.

"Invece lo devi dire in quanto si tratta di Sacra Scrittura. Rispondi in nome di Maria Santissima!"

"Sììì!"

Attilia, alla fine, indicò con le dita il numero 2 e chiarì che si trattava di mesi. Dichiarò poi che erano rimasti in due in quanto un'anima dannata era fuggita. Confermò inoltre che erano entrati in Attilia da 10 anni tramite l'intervento di un mago.

Terminato l'esorcismo Attilia non ricordava nulla di quanto detto ed era convinta che fosse trascorso solo un quarto d'ora anziché un'ora e mezza. Non ricordava neppure d'aver gettato a terra la Bibbia lasciata un attimo dall'esorcista sul tavolino.


ATTENZIONE:

Per commentare questo BLOG
è necessario essere iscritti
alla community di www.spritz.it

 

COMMENTI:

NESSUN COMMENTO DISPONIBILE

LUGLIO 2022
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

RICERCA:
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


BLOG che SEGUO:

vlad III; khayman000; kylo666; likeamorgue; icelady; iriart; vampiretta; seth; vampire;


BOOKMARKS

Dark Tranquillity

(da Musica / Cantanti e Musicisti )

UTENTI ONLINE: