Spritz.it - sargatanas's HOME - BLOG DIRECTORY - IL TUO BLOG - Segnala qs BLOG




NICK: sargatanas
SESSO: m
ETA':
CITTA': hell
COSA COMBINO: demone
STATUS: sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[PROFILONE COMPLETO]

[ SCRIVIMI ]



STO LEGGENDO
i vari grand grimoire e il grandioso libro rosso, dettato da Satana stesso all'abate eretico Giona Sufurino. De occulta philosophia di Cornelio Agrippa,Il Dogma di Eliphas levi


HO VISTO
MORTE, DISTRUZIONE, GUERRA. dove c'e'il male io ci sono. Porto la morte nera ovunque.


STO ASCOLTANDO
Death Metal: Cradle of filth, marduk, sargatanas's reign,arch enemy.
Gothic Metal: Paradise Lost,Therion,Tiamat(immensi!!!),Moonspell,Hollenthon.
Dark tranquillity,ancient rites,dark funeral


ABBIGLIAMENTO
del GIORNO
divisa di battaglia nera. elmo in testa con l'effigie della morte


ORA VORREI TANTO...
L'anima di una vergine votata a Dio per il mio nero signore


IN QS PERIODO STO STUDIANDO...
In seminario..


OGGI IL MIO UMORE E'...
NERO NERISSIMO SEMPRE E FOR EVER


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...




PARANOIE
Nessuna scelta effettuata

 


MERAVIGLIE

1)





“My name is SARGATANAS, brigadiere di campo, sono uno dei demoni più importanti nella gerarchia infernale, sono sottoposto a Lucifugo Rofocal e a noster domine in excelsi, Satana.Il mio compito è la ricerca di anime per dominus noster.Esperto di contratti infernali, utilizzo e-mail per i mie compiti. ”

(questo BLOG è stato visitato 2431 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite,


ULTIMI 10 messaggi
(per leggere i precedenti naviga attraverso il calendarietto qui a destra:
i giorni linkati sono quelli che contengono interventi )


sabato 11 settembre 2004
ore 11:46
(categoria: "Vita Quotidiana")


Exorcism..the end..
Attilia ritornò dall'esorcista per un ulteriore momento di preghiera. Raccontò che era riuscita a confessarsi e a pregare meglio. Le erano scomparsi molti dolori anche se alla vista del padre si erano acuiti alcuni disturbi. La mamma invece di uno dei partecipanti aveva avuto in giornata uno strano aumento di pressione arteriosa e Simone, che aveva accompagnato Attilia dall'esorcista assieme a Mauro, aveva lamentato un forte mal di denti. Segni di piccole ritorsioni diaboliche, comunque, prontamente neutralizzate dalle preghiere. Il Signore permette, infatti, certi "disturbi" per stimolare i componenti ad una vigile e costante preghiera di protezione (soprattutto del Rosario) senza la quale il diavolo potrebbe esercitare il suo potere nefasto che solo la preghiera neutralizza.

Iniziò l'esorcismo con la presenza del consueto gruppetto di preghiera. Cominciò con la recita del Santo Rosario finalizzato alla liberazione di Attilia e di sua madre, alla conversione del padre di Attilia ed alla protezione di tutti i presenti da ogni vendetta, ritorsione ed attacco degli spiriti immondi. Venne invocata anche la presenza di Maria Santissima, di S. Michele Arcangelo, dei santi Arcangeli, degli angeli custodi e di molti santi; il demonio confermò anche la presenza di Padre Emiliano Tardif.

Durante la recita del Rosario l'esorcista impose a distanza la mano su Attilia la quale mostrò d'essere a disagio. Alla fine dell'esorcismo la ragazza confidò ai presenti che nel momento dell'imposizione delle mani da parte dell'esorcista aveva sentito una forza invisibile premerle le spalle a tal punto che si sentiva schiacciare. Dopo il canto allo Spirito Santo e la preghiera in lingue l'esorcista le impose una mano sulla testa ed incominciò a leggere l'esorcismo di Leone XIII. Attilia si mise a sbuffare ed all'invocazione "…umiliati sotto la potente mano di Dio…." emise dei paurosi ruggiti. L'esorcista continuò e invitò Arturo di bagnarle il viso con l'acqua di Lourdes. Attilia cessò di ruggire. Sebbene l'acqua di Lourdes fosse fredda, quando alcune gocce cadevano sulla mano dell'esorcista posta sulla testa della ragazza lo stesso la sentiva calda. Anche Arturo confermò questa sensazione allorché intingeva le dita nella medesima.

"Chi sei in nome di Gesù Cristo?!" la interrogò l'esorcista.

Il demonio non rispose.

"Sei ancora il pirata? Rispondi in nome dell'Immacolata e dello Spirito Santo di verità!"

Attilia annuì.

"Dove sei stato ucciso? Nel mar Mediterraneo o nell'oceano? Rispondi in nome della Santissima Trinità!"

"Nell'oceano" rispose il pirata, senza però manifestare l'arroganza della volta precedente.

"Di che nazionalità eri?"

"Inglese e francese" disse il demonio dopo ripetuti inviti dell'esorcista, spiegando che era figlio di un inglese e di una francese.

"Ero importante io!" aggiunse l'anima dannata con un sorriso sardonico di compiacimento.

"Che cosa ricevono i fedeli che pregano devotamente la Madonna davanti alla grotta di Lourdes? Rispondi in nome dell'Immacolata!" comandò l'esorcista, intercalando la lettura delle preghiere.

"Le grazie" rispose il diavolo dopo ripetuti inviti dell'esorcista che incominciò a leggere il salmo 18, mentre il gruppetto pregava sommessamente il Rosario.

"…Invoco il Signore, degno di lode, e sarò salvato dai miei nemici. Mi circondavano flutti di morte, mi travolgevano torrenti impetuosi; già mi avvolgevano i lacci degli inferi, gia mi stringevano agguati mortali. Nel mio affanno invocai il Signore, nell'angoscia gridai al mio Dio: dal suo tempio ascoltò la mia voce, al suo orecchio pervenne il mio grido….." - "Ti piace Davide? L'autore di questo salmo?".

Il diavolo fece una smorfia di disgusto.

"Preferisci ovviamente certi personaggi pubblici, uomini e donne, che conducono disinvoltamente una vita in contrasto con la Parola di Dio?".

L'anima dannata annuì decisa e sorrise molto compiaciuta.

"Quando qualcuno invoca Dio Onnipotente, come ci insegna Davide nel salmo; Lui che è Padre dell'umanità che cosa fa? Rispondi in nome di Gesù!"

"Interviene" rispose lo spirito immondo.

Diversamente dalla volta precedente il demonio denotò stanchezza e non incrociava più le braccia in atteggiamento di ribellione. Segno evidente che le preghiere effettuate durante il primo esorcismo, unite ad un maggior impegno di preghiera di Attilia, stavano facendo il loro effetto.

Durante la lettura del salmo il demonio manifestava comunque avversione nei confronti delle parole di tale orazione ispirata.

"E' vero, come ha affermato una posseduta, che un indemoniato che prega davanti alla grotta di Lourdes riceve un impulso tale e quale un esorcismo concelebrato da centomila preti? Rispondi in nome dello Spirito Santo di verità!"

"Non così tanti" replicò il diavolo.

"Quanti allora?! Rispondi in nome di Gesù!"

"Alcuni".

"Alcuni o tanti?" lo incalzò l'esorcista.

"Tanti!" ammise il diavolo, mostrando d'essere costretto da una forza superiore a rettificare le menzogne.

"Che cosa ha promesso la Madonna a quanti pregheranno davanti all'altare del santuario della Madonna di Rue de Bac? Rispondi in nome dell'Immacolata!".

"La salvezza".

"E poi?! Rispondi per il sangue di Cristo!"

"Le grazieee" aggiunse il diavolo, mostrando segni di sofferenza e costrizione soprannaturale.

"Che cosa ricevono i pellegrini che si recano in pellegrinaggio dove la Madonna è apparsa o ha lasciato un segno della sua presenza? In quei santuari riconosciuti dalla Chiesa? Rispondi solo la verità! In nome di Dio!".

Dopo ripetuti inviti dell'esorcista, motivati dal fatto che il demonio non voleva evidentemente confessare delle verità a lui scomode, il pirata disse: "Le grazie".

"Sempre?" lo incalzò l'esorcista.

"Sempre!" ammise, suo malgrado, l'anima dannata.

"E' per questo allora che tu ostacoli costantemente il pellegrinaggio ai santuari?"

Il diavolo si mise a sghignazzare, annuendo compiaciuto.

"In un libro S. Michele Arcangelo è considerato il patrono degli ammalati, perché? Rispondi in nome di Maria Santissima e di Dio Onnipotente!".

Poiché il demonio non rispondeva, l'esorcista invitò Arturo a bagnare con costanza il viso di Attilia ed alla fine, dopo ripetuti ordini in nome di Dio, il diavolo confermò che S. Michele Arcangelo concede numerose grazie di guarigione a chi lo invoca con fede, soprattutto se si tratta di malattie d'origine diabolica.

L'esorcista lesse un brano del Vangelo "E questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno i demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano i serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno, imporranno le mani ai malati e questi guariranno. - Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu assunto in cielo e sedette alla destra di Dio. Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore operava insieme con loro e confermava la parola con i prodigi che l'accompagnavano" (Mc. 16,16 seg.).

"Come mai quest'imperativo eterno del Signore, a tuo danno e per la felicità delle persone, non viene quasi più applicato?! Rispondi in nome di Dio Onnipotente!" chiese l'esorcista.

Il demonio si mise a sogghignare molto soddisfatto.

"Allora sei tu l'ispiratore?!" lo incalzò l'esorcista e l'anima dannata annuì col capo, sempre sogghignando.

L'esorcista lesse altre preghiere, mentre il gruppetto continuava la recita dei Rosari.

"E' importante la devozione a S. Giuseppe? Rispondi in nome della Sacra famiglia!"

"Sìì".

"E' vero che S. Giuseppe è il santo più grande dopo la Madonna? Rispondi in nome della Santissima Trinità".

"Sì" confermò il diavolo, annuendo anche col capo.

"Concede molte grazie S. Giuseppe?".

"Sì".

"Perché è chiamato il santo della buona morte? Rispondi in nome dello Spirito Santo!"

"Aiuta a morire bene" rispose il pirata, dopo ripetuti inviti in nome di Dio e spruzzate di acqua di Lourdes.

"Cioè tiene lontani voi diavoli nel momento della morte?!".

"Sìì".

"Che cosa sono le discoteche? Sono le vostre chiese? " continuò l'esorcista.

"Alcune"[4].

"E' vero che in certe discoteche si trovano anche dei maghi per catturare i giovani? Rispondi in nome dell'Immacolata che ha a cuore la gioventù!"

Il diavolo annuì compiaciuto.

"E' vero che alcuni giovani, dopo le serate in discoteca…."

"si recano nei cimiteri a violare le tombe!"[5] lo interruppe il demonio.

"Che cos'è la droga? E' la tua comunione? Rispondi per il sangue di Cristo!".

L'anima dannata confermò col capo.

"La droga ha trovato spazio in quanti hanno abbandonato le preghiere e l'Eucarestia?".

"Sì"

"Il bastone di Mosè è prefigura di quale preghiera? Rispondi in nome di Dio Onnipotente!"

Il diavolo non voleva rispondere e sbuffava; l'esorcista allora invitò Arturo a bagnare il viso di Attilia con acqua benedetta.

"Il Padre Nostro" disse il diavolo alla fine, fornendo una risposta sottilmente teologica.

"Da solo o accompagnato dalle Ave Maria?" lo incalzò l'esorcista.

Il pirata annuì.

"Allora è prefigura del Rosario, che ovviamente comprende anche il Padre Nostro? Rispondi in nome di Maria Santissima!" continuò l'esorcista.

"Sìì" ammise il diavolo, annuendo decisamente.

"Perché in Francia si è abbattuto recentemente uno strano uragano? E' stato un castigo di Dio? Rispondi solo la verità in nome dell'Onnipotente Dio!"

Il diavolo annuì ed ammise che era la conseguenza della legalizzazione dell'equiparazione della coppie gay con la coppia (un uomo ed una donna) voluta dal disegno creativo di Dio. Affermò inoltre che gli omosessuali non convertiti vanno all'inferno, come del resto previsto nella Sacra Scrittura.

"Il cardinale Siri affermò che l'AIDS è un castigo di Dio. E' veramente un castigo? Rispondi in nome della Madre della Verità eterna!".

"Sìì" ammise il diavolo, manifestando costrizione soprannaturale e debolezza in quanto le preghiere lo sfiancavano.

L'esorcista poi lesse il passo biblico "….perché Dio non ha creato la morte e non gode per la rovina dei viventi. Egli infatti ha creato tutto per l'esistenza; le creature del mondo sono sane, in esse non c'è veleno di morte, né gli inferi regnano sulla terra….." (Sap. 1,13)

"Perché ci sono molte malattie nel mondo se Dio ha detto che le creature del mondo sono sane? Rispondi in nome della Santissima Trinità! Ovviamente non parlo di quelle malattie che alcuni santi desiderano in unione con le sofferenze di Cristo".

"Perché si prega poco!" dichiarò l'anima dannata.

"Anche perché, come insegna S. Paolo[6], si commettono i peccati? " lo rintuzzò l'esorcista. Lo spirito immondo annuì con un sorriso sardonico di compiacimento.

"I tumori possono essere considerati una ribellione di alcune cellule nei confronti dell'organismo. Voi diavoli siete la ribellione per eccellenza in quanto vi siete rivoltati a Dio! Siete voi la causa dei tumori?"

"Sìì" ammise l'anima dannata.

L'esorcista sollevò il Rosario con una mano e mostrandolo al diavolo gli disse: "E' questa preghiera l'elisir della salute ed il rimedio contro ogni male?! L'orazione che la Madonna di Medjugorje ha chiamato preghiera dei miracoli! Rispondi in nome di Maria Santissima!"

"Sìì" ammise, costretto da una forza superiore che il diavolo dichiarò essere la Madonna, mentre manifestava l'intenzione di voler strappare la corona del Rosario che Attilia teneva tra le mani; smise solo quando l'esorcista gli ordinò di non romperla.

"Qual è il moderno vitello d'oro?" continuò l'esorcista.

Il diavolo non rispose. L'esorcista quindi invitò Arturo ad aspergere il viso di Attilia con l'acqua di Lourdes.

"E' la televisione? Dove tu predichi attraverso alcuni tuoi profeti? Rispondi in nome di Gesù, nostro Dio e Signore!"

"Sìì" ammise il demonio.

"Perché le famiglie si dividono?"

"Tu lo sai!" replicò il demonio.

"Sì, ma voglio che tu lo dica agli altri!"

"Perché si guarda troppa televisione al posto di pregare".

"E' importante la preghiera comunitaria? Rispondi in nome di Dio!"

"Molto".

"E quella familiare?!"

"Molto!" rispose il diavolo, annuendo con decisione.

"Parla delle manipolazioni genetiche" gli intimò l'esorcista.

"Non si devono fare!" disse il diavolo.

"Perché sono contrarie al piano creativo di Dio?" domandò l'esorcista.

"Sììì".

"E le fecondazioni artificiali?!" continuò l'esorcista.

"Anche quelle non si devono fare". Poi il diavolo imprecò contro i partecipanti del gruppo esorcistico apostrofandoli "Maledetti!"

"Qual è l'azione più importante per compiere le opere di Dio? Rispondi in nome di Gesù!"

"La fede![7]" rispose il pirata.

"Ma la Scrittura parla anche delle opere?" ribattè l'esorcista.

"Tutte e due[8]" disse il diavolo.

Il demonio aggiunse anche, incalzato dall'esorcista, che nel momento del Giudizio aveva udito la voce di Dio che gli aveva mostrato tutti peccati compiuti in vita dei quali non aveva chiesto perdono e poi la voce gli aveva ordinato, come insegnato da Gesù nel Vangelo (Mt. 25,41), d'andare all'inferno.

"Che cosa vuole dire la Madonna, per tuo tramite, all'umanità? Rispondi in nome di Maria Santissima!"

"Bisogna pregare di più!".

"Dove?" chiese l'esorcista.

"Nelle case!"

Dopo circa un'ora e mezza di preghiere, l'anima dannata denotava grande stanchezza. Allora l'esorcista, dopo aver ricevuto conferma che i due spiriti immondi rimasti se ne sarebbero andati a Pasqua se Attilia avesse continuato a pregare il rosario, concluse l'esorcismo.

La ragazza non ricordava nulla di quanto aveva detto e manifestava l'ignoranza biblica tipica di molti cristiani.

Durante la notte l'esorcista venne svegliato da strani passi e rumori accompagnati dal soffio aggressivo di un animale. L'esorcista si mise a pregare il Rosario che portava al dito ed i rumori cessarono immediatamente.


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

sabato 11 settembre 2004
ore 11:45
(categoria: "Vita Quotidiana")


Exorcism part two
Assieme all'esorcista vi erano anche alcune persone fidate e di provata fede e preghiera per aiutarlo nel compito di scacciare i demoni.

L'esorcismo iniziò con la preghiera del Santo Rosario comunitario di protezione dei presenti, dei loro familiari e di liberazione di Attilia e della mamma (assente in quanto anziana e malata). Alla terza decina Attilia iniziò a provare un senso di soffocamento e a non ricordare le preghiere del Rosario. Alla fine dell'orazione i presenti invocarono con un canto lo Spirito Santo ed effettuarono il canto in lingue. Attilia iniziò ad assumere un aspetto diverso e sofferente (alla fine confidò ai presenti che la preghiera in lingue la faceva star male).

Durante la preghiera di Leone XIII recitata dall'esorcista, Arturo spruzzava il viso di Attilia con acqua di Lourdes, mentre gli altri partecipanti recitavano a bassa voce, in continuazione, il Santo Rosario.

L'esorcista iniziò ad inframmezzare la recita dell'esorcismo di Leone XIII e dei salmi con delle domande, imponendo le mani a Attilia ed ungendola, con dei segni di croce sulla fronte, con olio benedetto.

Esorcista: "In nome di Gesù Cristo ti ordino di dire quanti siete".

Attilia iniziò ad inghiottire ed a muovere il labbro come un cammello, mentre all'interno della bocca, vicino alle gengive, si vedeva dell'inspiegabile sostanza nera che pareva inchiostro. Ma non rispose.

Esorcista: "In quanti siete? Te lo ordino in nome della Santissima Trinità? Indica con la mano quanti siete?"

Attilia, dopo circa quindici minuti di letture di salmi, intervallate da ordini impartiti nel nome di Dio, faticosamente indicò con le dita che dentro di lei c'erano tre presenze.

Esorcista: "Siete anime dannate o angeli decaduti?"

"Non te lo dico!", rispose Attilia assumendo un atteggiamento sardonico e incrociando le braccia in segno di sfida.

Alla fine, dopo ripetuti inviti nel nome di Dio, di Maria Santissima e della Santissima Trinità, l'anima dannata disse d'essere stato, quand'era in vita, un pirata. Affermò d'essere stato ucciso, e d'aver lanciato un urlo di terrore quando finì all'inferno.

Esorcista: "Quante persone vanno all'inferno? Rispondi in nome dello Spirito Santo di verità!"

"Tante!" rispose il pirata.

"Qual è il peccato principale che ai giorni nostri porta le persone all'inferno?" lo incalzò l'esorcista.

"La lussuria! E l'ateismo!", rispose l'anima dannata ormai chiaramente manifestatasi.

L'anima dannata sbuffava in continuazione e mostrava un'evidente sofferenza quando Arturo, su invito dell'esorcista, spruzzava il volto di Attilia con acqua di Lourdes, cercando di togliersela.

"Chi ha voluto che Attilia capitasse da noi?", gli chiese l'esorcista.

"Gesù!", rispose il diavolo dopo ripetuti inviti e spruzzate sul viso di acqua di Lourdes.

"Pregano Attilia e la sua mamma?" continuò l'esorcista.

"Sì!" disse il pirata.

"Che cosa devono fare affinchè tu vada via?"

"Occorre che preghino il rosario!"

"E' vero che non puoi nulla nei confronti di chi prega il Rosario intero devotamente e quotidianamente?" continuò imperterrito l'esorcista.

"E' vero!" confermò l'anima dannata.

"Perché la Madonna ha pianto a Civitavecchia nelle mani di un vescovo?"

"Perché non c'è più religione nel mondo!"

"Che cosa bisogna fare per uscire da questa situazione?", chiese l'esorcista.

"Occorre pregare. Soprattutto in famiglia. Guardare meno televisione e pregare di più. Soprattutto il Rosario", rispose il diavolo.

"E' vero che molti programmi televisivi sono tuoi? Rispondi in nome di Gesù Cristo!"

"E' vero!", rispose con un sorriso sardonico il diavolo.

Attilia, continuando a sbuffare, allungò le gambe e diede qualche colpo ritmico col piede.

"Come mai in Europa vi è una massiccia immigrazione musulmana?"

"Perché certi politici la favoriscono per distruggere i valori cattolici[2]", rispose il demonio.

"Ci sono dei preti che ti appartengono? Che militano nella setta della Bestia[3]? Rispondi in nome di Dio!!".

"Sì. Molti!", rispose compiaciuta l'anima dannata assumendo una inspiegabile fattezza del volto, impossibile da riprodurre naturalmente. Evidentemente si trattava del viso dell'anima dannata che si manifestava ormai sempre più chiaramente.

"Com'è l'inferno?! E' come l'ha mostrato la Madonna a Fatima?", continuò l'esorcista.

"Peggio!"

"Allora appartengono a te quanti propagano invece un'idea di un inferno soft; non in sintonia con quanto scritto nella Bibbia e mostrato dalla Madonna? Rispondi in nome della Madre della Verità!"

"Sìì!"

"Il capitolo 12 dell'apocalisse si riferisce all'apparizione della Madonna a Fatima?"

"Sì!"

"E il dragone rosso simboleggia l'eresia profetizzata a Fatima? Cioè il comunismo? Rispondi in nome della Madre della Verità".

"Sì!"

"E' qui presente la Madonna? Indicala!"

Il demonio, tramite Attilia, segnò con la mano la posizione sopraelevata in cui la Madonna si trovava e affermò che gli impartiva gli ordini.

Incalzato dall'esorcista mostrò inoltre la posizione, vicino all'esorcista stesso, in cui si trovava S.Michele Arcangelo invocato durante le preghiere.

"E' vero che i castighi sono alle porte?"

"E' vero", confermò satana.

"Che cosa bisogna fare per bloccarli?"

"Pregare il Rosario", replicò il diavolo, dopo ripetute spruzzate di acqua di Lourdes.

"E' vero che la Madonna salverà quanti pregano il Rosario intero con devozione?"

"E' vero", rispose il demonio confermando indirettamente le promesse legate alla recita quotidiana del Rosario intero.

Poi l'esorcista cominciò a pregare il Salmo 91 ed al punto "…mille cadranno al tuo fianco e diecimila alla tua destra; ma nulla ti potrà colpire…" disse al diavolo: "Confermi, diversamente da quanto fanno credere alcuni, che voi non potete nulla nei confronti di quanti dimorano all'ombra dell'Onnipotente: di quanti, cioè, vanno devotamente a Messa, Lo pregano, seguono i Suoi comandamenti, Lo invocano e si affidano a Lui?"

"Sììì!!" affermò il demonio, annuendo col capo e mostrando d'essere costretto da una volontà superiore ad avvalorare l'eterna Parola di Dio.

L'esorcista poi citò le parole della Scrittura "…sono caduti nella fossa davanti a me…" ed intimò all'anima dannata di rispondere nel nome del Santo Spirito di verità: "E' vero che se qualcuno ordisce una fattura nei confronti di chi prega devotamente, è lui stesso invece a cadere nella fossa scavata davanti al destinatario della fattura?!".

Anche stavolta il pirata fu costretto a confermare suo malgrado.

"E' già nato l'anticristo?"

"Non ti rispondo!", rispose l'anima dannata con una risata.

"La Madonna lo ha affermato a La Salette. Confermalo in nome di Dio!"

"Sì!"

"Quando te ne andrai?"

"Io non me ne vado!", reagì arrogantemente il diavolo.

"Ma tu chi sei?! Per dire non me ne vado! Sei un nulla di fronte all'Onnipotenza di Dio! E' vero?" lo rimproverò l'esorcista.

"E' vero, sono una nullità!" ammise dimesso il demonio.

"Tant'è che Gesù con uno sguardo fa tremare l'inferno".

"Sììì!"

"Nell'Apocalisse si parla di una piaga dolorosa e maligna che comparirà sugli uomini che recano il marchio della bestia e si prostrano davanti alla sua statua. Si tratta di una piaga fisica? Rispondi nel nome di Dio!" lo interrogò l'esorcista.

"Non te lo dico!" replicò sogghignando l'anima dannata.

"Invece lo devi dire in quanto si tratta di Sacra Scrittura. Rispondi in nome di Maria Santissima!"

"Sììì!"

Attilia, alla fine, indicò con le dita il numero 2 e chiarì che si trattava di mesi. Dichiarò poi che erano rimasti in due in quanto un'anima dannata era fuggita. Confermò inoltre che erano entrati in Attilia da 10 anni tramite l'intervento di un mago.

Terminato l'esorcismo Attilia non ricordava nulla di quanto detto ed era convinta che fosse trascorso solo un quarto d'ora anziché un'ora e mezza. Non ricordava neppure d'aver gettato a terra la Bibbia lasciata un attimo dall'esorcista sul tavolino.



COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

sabato 11 settembre 2004
ore 11:44
(categoria: "Vita Quotidiana")


exorcism
Sono venuto a conoscenza di un recente caso di possessione diabolica altamente istruttivo per le conferme di fede fornite all'esorcista dal demonio durante le preghiere di liberazione; conferme strappategli dall'esorcista dopo ripetuti ordini in nome di Dio, della Madonna e della Santissima Trinità. Il diavolo, infatti, resiste il più possibile alle domande che gli esorcisti gli pongono per il bene dell'anima posseduta o delle anime in generale in quanto la verità (soprattutto se a conferma della Parola di Dio) è per lui sempre controproducente e risponde spesso a monosillabi quando le verità sono per lui "scottanti". Il Signore dell'universo, a cui i demoni sono sottomessi, si serve a volte anche del principe della menzogna per illuminare l'umanità. Non dobbiamo dimenticare che il Vangelo ci insegna che i demoni riconoscevano pubblicamente la realtà divina di Gesù, tant'è che il Signore doveva zittirli affinchè non la rivelassero prima del tempo.[1]

Una ragazza, dopo circa dieci anni di strani fenomeni che hanno interessato lei e la mamma, si è rivolta, grazie ad alcune preghiere, ad una conoscente che l'ha condotta da un esorcista.

Quanto segue è il racconto della vicenda; i nomi dei personaggi sono stati cambiati per ovvie ragioni di tutela della riservatezza.

Attilia confidò all'esorcista che, da quando il padre aveva abbandonato lei e la mamma per andarsene con la sua migliore amica, la loro vita cambiò improvvisamente. Entrambe iniziarono un andirivieni dagli ospedali per malattie che gli stessi medici non riuscivano a comprendere. Tali ricoveri erano spesso accompagnati da fenomeni talmente strani che persino una compagna di stanza di Attilia si mise a pregare con insistenza l' Ave Maria in quanto turbata dagli episodi che colpivano Attilia (ascensori che si guastavano quando dovevano trasportarla in sala operatoria, operazioni che provocavano ulteriori interventi operatori, macchinari che si rompevano ecc.). Le poverette ricevevano anche dal congiunto che le aveva abbandonate delle lettere intrise di odio e di maledizioni che aggiungevano al dolore fisico anche quello morale. Dopo alcune negative esperienze presso gli operatori dell'occulto (in un caso consigliati anche da un sacerdote!), finalmente approdarono in un gruppo di preghiera che affidò Attilia ad un esorcista.


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

sabato 11 settembre 2004
ore 11:40
(categoria: "Vita Quotidiana")


Behind enemy lines
C’è, dunque, nel mondo un male aggressivo, che ha in Satana la guida e l’ispiratore, come ricorda san Pietro: - Il vostro nemico, il diavolo, come leone ruggente va in giro, cercando chi divorare - » (1Pt 5,8)”

Giovanni Paolo II – Udienza 28 aprile 2004


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

mercoledì 5 maggio 2004
ore 11:19
(categoria: "Vita Quotidiana")


MY BROTHERS






QUALIFICHE DIABOLICHE

Vi sono secondo la Cabbala, dieci spiriti del male, anzi, dieci ordini di questi.
Eccoli:
I) THAMIEL (Bicefali). Spiriti di rivolta diretti da Satan e Moloch in lotta fra loro.
II) CHAIGIDEL (Scorze). Spiriti di menzogna diretti da Beelzebub.
III) SATARIEL (Velatori). Spiriti della falsità, diretti da Lu cifuge.
IV) GAMCHICOLH (Perturbatori delle anime), spiriti d'impurità diretti da Astaroth.
V) GALB (Incendiari). Spiriti di collera diretti da Asmodeo o il Samaele nero.
VI) TAGARIRIM (Litigiosi). Spiriti di discordia diretti da Belphegor.
VII) HARAB SERAPHEL (Corvi della morte) diretti da Baal.
VIII) SAMAEL (Battaglieri) diretti da Adramelech.
IX) IAMALIEL (Osceni) diretti da Lilith, demonio femmina degli aborti.
X) RESHAIM (Malvagi) diretti da Nahenia.
}
Questi ultimi si suddividono in quattro categorie, ciò che porta a tredici le varietà di demoni, che sono:
GHEBURIM (Violenti); RAPHAIM (Vili);
NEPHILIM (Voluttuosi); ANACIM (Anarchici).
}
Gli angeli decaduti sono raggruppati dai Cabbalisti in diecine;
la prima comprende:
SAMAXAS, ARTAKUF, ARAKIEL, KA BABJEL, ORAMAMME',
RAMIEL, SIUPSICK, ZALKIEL, BALKIEL e AZAZEL.
}
La seconda comprende:
PHARMARUS, AMARlEL, THAN ZAEL, ANAGNEMAS, SAMAEL,
SARlNAS, EHUMIEL, TYRIEL, JAMIEL e SARJEL.
(Si veda Elifa Levi, Il Libro degli Splendori )
} } }
Gerarchia degli Spiriti Infernali
LUCIFERO,imperatore ;
BELZEBU',principe ;
ASTAROTH,gran duca.
Vengono poi gli spiriti superiori,subordinati ai tre principali spiriti
del regno infernale sopra enunciati,essi sono:
LUCIFUGO,primo ministro ;
SATANACCHIA,gran generale ;
AGALIARETH,gran generale
FLEURETIY,tenente generale;
SARGATANAS,brigadiere ;
NEBIROS,maniscalco di campo.
I sei grandi spiriti dirigono la potenza infernale esercitata dagli spiriti subalterni.
Ai loro immediati ordini,quali emissari speciali,stanno tre spiriti superiori:
Miriòn,Beliul e Anagaton
incaricati di trasmettere i comandi che ricevono.
Tengono al loro servizio i diciotto spiriti inferiori:
1)Bael 2)Agares 3)Marbas
4)Pruslas 5)Arimon 6)Barbatos
7)Buer 8)Gusatan 9)Botis
10)Bathin 11)Pursar 12)Abigar
13)Loray 14)Balefar 15)Foran
16)Aiperos 17)Nuberus 18)Glasyabolas
****************************
LUCIFERO comanda ai tre primi,
a Bael,Agares e Marbas.
SATANACCHIA
a Pruslas,Arimon,Barbatos.
AGALIARETH
a Buer,Gusatan e Botis.
FLEURETIY
ha sotto di lui Bathin,Pursar,Abigar.
SARGATANAS
ha come suoi subordinati
Loray,Balefar,Foran.
NEBIROS
ha alle sue dirette dipendenze Aiperos,Nuberus,Glasyabolas.
Oltre i sopra nominati esistoni milioni di spiriti sottomessi ai principali.
Troppo lungo sarebbe elencarli ed inutile,
giacchè non ci serviremo di loro
se non quando piacerà agli spiriti superiori
di farsi sostituire in qualche lavoro,
considerandoli come servitori o schiavi.
Il gran LUCIFUGO ROFOCAL ,
primo ministro infernale,
ha la potenza donatagli da LUCIFERO,
sopra tutte le ricchezze e tutti i tesori del mondo.
SATANACCHIA,gran generale può sottomettere,quando vuole,
tutte le donne a fare con loro quello che gli piace.
AGALIARETH,altro generale,
ha il potere di scoprire i segreti
i più occulti,rivela i grandi misteri.
FLEURETIY,tenente generale,
è dotato della facoltà di compiere
durante l'azione che si desidera;
fa cadere la grandine dove si vuole.
SARGATANAS,brigadiere,
può rendersi invisibile,
trasportarsi di volo da un punto all'altro,
aprire le serrature,
farci vedere quanto succede nelle case altrui,
insegnarci tutte le astuzie.
NEBIROS,maniscalco di campo e ispettore generale,
ha la potenza di produrre il male a chi si odia;
insegna la qualità dei metalli,dei minerali,
dei vegetali e di tutti gli animali puri e impuri;
possiede l'arte di predire l'avvenire,essendo uno
degli espertissimi negromanti fra gli spiriti infernali.
E' in moto continuamente avendo l'alta ispezione di tutte le milizie dell'Averno.



La firma dei principali spiriti infernali.

Questa tavola riproduce la figura e la firma dei principali spiriti infernali.







***********************







CAMBIANO ? E COME ?

I demoni nella tradizione hanno più nomi,l
stesso può essere anagrammato!!!
Ad esempio prendiamo ROFOCAL
che anagrammato diventa FOCALOR,
questo non è un nuovo demone.....ma lo stesso con un nome diverso,
appunto anagrammato!!!
I demoni principali che secondo la tradizione vennero generati
nel ventre di LILITH,la grande madre e dal seme di ADAMO
(libertino e adultero,quindi) sono settantadue e sono divisi in:
re,duchi,marchesi,conti e presidenti.
I loro nomi derivano da radici ebraiche,egiziane,greche,
babilonesi e persiane.
Sono settantadue energie ben definite e
a ciascuna di esse sono attribuite facoltà.
Vediamole.

ABIGOR: è un duca,da insegnamenti sulle arti belliche,
predice il futuro e comanda sessanta legioni.

AGARES: è un duca,lo si evoca rivolti ad est
poichè comanda le legioni orientali;
richiama chi è fuggito e impedisce le fughe,insegna qualsiasi tipo di lingua,
le sue legioni sono trentuno.

AINI: è un duca,ha la facoltà di rispondere a domande
su argomenti ignoti,concede l'astuzia,comanda ventisei legioni.

ALLOCEN: è un duca,risponde a domande inerenti l'astronomia,
predice il futuro,comanda trentasei legioni.

AMDUSCIAS: è un duca,fornisce al mago spiriti familiari per assisterlo,comanda ventinove legioni.

AMON: è un marchese,riconcilia i nemici e causa l'amore,
predice il futuro,comanda quaranta legioni.

AMY: è un presidente,conosce la scienza e l'astrologia,
comanda trentasei legioni.

ANDRAS: è un marchese,insegna a combattere i nemici,
alimenta le discordie,è un demone distruttivo,
comanda trenta legioni.

ANDREALPHUS: è un marchese,sotto il suo dominio sono
la matematica e la geometria.

ANDROMALIUS: è conosciuto sia come duca che come conte,
aiuta il mago a ritrovare le cose perdute e i tesori nascosti.

ASMODEUS: è uno dei diciotto re,induce alla lussuria,
semina orrore e caos,conosce la matematica e il segreto dell'invisibilità.

ASTHAROT: è un un conte,ha la facoltà di insegnare al mago
ogni segreto sulle arti e sulle scienze,rivela i luoghi dei tesori nascosti.

BAAL: è un re,insegna ogni genere di conoscenza,
comanda sessantesei legioni.

BALAM: è un re,conosce presente,passato e futuro,
il segreto dell'invisibilità,comanda quaranta legioni.

BARBATOS: è conosciuto come duca e come conte,
può riunire la gente in amicizia,conosce i tesori occultati e
rivela il futuro,comanda trenta legioni.

BATHIN: è un duca,conosce e insegna al mago le virtù delle
pietre preziose e delle erbe magiche,
comanda trenta legioni.

BELETH: è un re,ha la facoltà di riunire le persone in amore.

BELIAL: è un re,procura al mago onori e favori,l'appoggio dei potenti,
è una delle energie più forti,si dice sia sorto subito dopo Lucifero,
comanda ottanta legioni.

BERITH: è un duca,aiuta il mago ad ottenere gioie ed onori,
tra le sue facoltà vi è quella di mutare i metalli in oro.

BIFRONS: è un conte,sotto il suo dominio sono la matematica,l'astrologia e le virtù delle pietre e delle erbe magiche,
comanda ventisei legioni.

BOTIS: è conosciuto sia come presidente e come conte,
favorisce la riconciliazione e risponde a domande sul futuro.

BUER: è un presidente,conosce le virtù delle erbe medicinali,
la filosofia,la logica,può concedere felicità e salute,
comanda quindici legioni.

BUNE: è un duca,concede saggezza,ricchezza e possedimenti,
comanda trenta legioni.

CAIM: è un presidente,rivela il futuro e conosce
il linguaggio degli animali.

CIMERIES: è un marchese,ha il potere di rendere le persone
abili in guerra,sotto il suo dominio è la letteratura,
rivela i luoghi dei tesori e delle cose perdute.

DANTALIAN: è un duca,ha il potere di influenzare la mente delle persone secondo il volere del mago,
sotto il suo dominio sono arte e scienza,rivela i segreti nascosti
nel profondo degli uomini e delle donne.

DECARBIA: è un marchese,insegna le virtù delle piante e dei minerali,
fornisce al mago gli spiriti familiari.

ELIGOR: è un duca,ha il potere di causare le guerre e quello di creare amore fra due persone.

FLAUROS: è un duca,fornisce al mago la protezione contro energie negative,
ha il potere di annientare i nemici mediante il fuoco,rivela il futuro.

FOCALOR: è un duca,ha il potere di causare la distruzione dei nemici
per annegamento,ha il potere sui mari,
comanda trenta legioni.

FORAS: è un presidente,ha il potere di far restituire
le proprietà perdute,conosce le arti e le virtù delle piante
legate alla magia,conosce le locazioni dei tesori nascosti.

FORNEUS: è un conte,conosce le arti e le lingue,
lega in amore qualsiasi nemico.

FURCAS: è un duca,sotto il suo dominio sono la filosofia e le scienze.

FURFUR: è un conte,favorisce l'amore di coppia e quello coniugale,
comanda ventisei legioni.

GAAP: è un presidente,ma è conosciuto anche come principe,
può causare amore e odio fra due persone.

GMYGYN: è un marchese,ha il potere di fare da tramite fra il mago
e le anime dei morti,insegna le scienze.

GLASYALABOLAS: è un presidente,sotto il suo dominio
sono tutte le scienze,rivela il futuro,conosce le arti relative ai delitti.

GOMORY: è un duca,fa acquistare al mago l'amore di qualsiasi donna,
è l'unico demone che generalmente si presenta in sembianze femminili.

GUISON: è un duca,fornisce onori e posizioni di comando,
rivela il futuro e muta l'odio dei nemici in amore.

HAGENTI: è un presidente,conosce l'arte di tramutare i metalli in oro.

HALPAS: è un conte,ha il potere di scatenare le guerre,
è interamente distruttivo verso i nemici.

IPES: è un conte ma è conosciuto anche come principe,
fornisce al mago spirito e coraggio,rivela il futuro.

LERAJIE: è un marchese,combatte in favore del mago,distrugge i nemici.

MALAPHAR: è un duca,ha il potere di curare tutte le malattie,
aiuta i ladri,rivela il futuro.

MALPAS: è un presidente,può realizzare qualsiasi desiderio.

MARCHOSIAS: è un marchese,conosce le arti belliche e
fornisce aiuto nelle guerre,rivela il futuro.

MORAX: è conosciuto sia come conte che come presidente,
conosce l'astrologia e le virtù delle erbe e delle pietre.

MURMUR: è conosciuto sia come duca che come conte,
fa da tramite al mago con le anime dei morti,
fornisce onori conosce la filosofia e rivela il futuro.

NABERIUS: è un marchese,ha il potere di far restituire onori al mago
che ne è stato privato,conosce la virtù della logica.

ORIAS: è un marchese,concede onori,tramuta gli uomini e la loro forma
se gli viene chiesto,insegna l'astrologia.

OROBAS: è un principe,sua facoltà è quella di far riconciliare i nemici,
conosce il futuro,comanda venti legioni.

OSE: è un presidente,causa allucinazioni e follia,
tramuta in qualsiasi cosa l'aspetto dei nemici del mago che lo evoca,
conosce tutte le arti e le scienze.

PAIMON: è un re,fa acquistare onori e dominio sugli uomini,
conosce le arti e le scienze,fornisce al mago gli spiriti familiari.

PHOENIX: è un marchese,obbedisce ad ogni ordine del mago,
sotto il suo influsso sono la poesia e la letteratura,rivela il futuro.

PROCEL: è un duca,conosce le scienze e la matematica.

PURSON: è un re,conosce le locazioni dei tesori,rivela il futuro e
fornisce gli spiriti familiari.

RAUM: è un conte,provoca l'amore fra due persone e riconcilia i nemici,
ruba in favore del mago.

RONOBE: è un conte ma è conosciuto anche come marchese,
conosce le lingue,rende amici i nemici.

SABNAK: è un marchese,conosce le arti belliche,
fornisce aiuti nelle guerre e nelle arti militari,
distrugge i nemici di chi lo evoca.

SALEOS: è un duca,sua facoltà è quella di causare l'amore
fra persone di sessi opposti.

SCOX: è un marchese,ruba denaro in favore del mago,
combatte i nemici rendendoli sordi e cechi.

SEERE: è un principe,ha il potere di far accadere qualsiasi cosa all'istante.

SOLAS: è un principe,conosce la virtù delle piante e dei minerali,
insegna l'astrologia,comanda ventisei legioni.

SYTRY: è un principe,causa l'amore fra uomo e donna,fa nascere la lussuria.

VALAC: è un presidente,ha il dominio sui rettili,
conosce le locazioni dei tesori nascosti.

VALEFOR: è un duca,rivela tutto ciò che è ignoto a chi lo evaca,
suo potere è quello di curare qualsiasi malattia.

VAPULA: è un duca,sotto il suo dominio sono tutte le arti e i misteri.

VEPAR: è un duca,ha il potere sul mare e causa la morte per annegamento.

VINE: è un marchese,conosce tutti i segreti e li rivela al mago,
insegna le arti belliche ed appoggia i suoi favori in battaglie e guerre.

VUAL: è un duca,fa acuistare amicizie ed onori,rivela il futuro.

ZAGAN: è un re,conosce i segreti dell'alchimia,comanda trenta legioni.

ZEPAR: è un duca,causa l'amore fra i due sessi,
muta l'aspetto degli uomini,rivela il futuro,
comanda ventotto legioni.

Questi sono i settantadue demoni principali,quelli più conosciuti.
Nomi titoli nobiliari e virtù ci vengono
tramandati dal passato e fanno parte della nostra cultura occidentale.
Le radici dei demoni sono antichissime.
E' curioso vedere come ogni arte,ogni scienza
e ogni conoscienza sia sotto il dominio di energie demoniache
fin dall'antichità,
ciò dimostra che le energie demoniache non sono al servizio di un ipotetico
"male"
perchè è solo l'uomo in se che causa il male,
anzi hanno il potere di causare l'amore,riconciliare i nemici.
Vediamo come solo alcuni dei demoni principali hanno
potere distruttivo ma,come ogni energia i demoni
hanno due polarità,possono essere causa di avvenimenti benevoli
o avvenimenti malefici.Questo per la completezza della perfezione
che in se racchiude conoscenza,bene,male.
Tolti i sortilegi e le note di folclore popolare,
come ad esempio la formula dell'invisibilità che
francamente fa un po sorridere,
rimangono energie allo stato puro in grado di essere richiamate
e gestite dalla nostra vera volontà.
E' bene sapere che molte energie cambiano,
anche di poco,le loro caratteristiche principili
a secondo dell'operatore che evoca,
questo perchè la mente di chi evoca e l'energia evocata
entrano in una specie di simbiosi.






Fra i demoni più conosciuti
ve ne sono alcuni non compresi fra i settantadue principali,
vediamoli.

LUCIFERO: è il demone principale più conosciuto,
il suo nome deriva dal latino e significa
"portatore di luce",suo è ogni potere e ogni conoscenza.

BELZEBUB: più conosciuto col nome di Belzebù è una fra le energie
più potenti,il suo nome significa
"signore" (Bel) "delle mosche" (zebub),
si manifesta con un ronzio simile a quello provocato da una mosca,
è interamente distruttivo,combatte i nemici di chi lo evoca.

BELFAGOR: "Signore della grande voragine"
sua è ogni tipo di conoscenza,rivela segreti,
sotto il suo dominio sono tutte le scienze occulte.

PAN: è il demone rappresentato da un caprone,
la versione pagana di Satana,egli rappresenta la conoscenza ed il "tutto".

ARIOCH: è un principe,sotto il suo dominio sono le arti belliche,
è "il vendicatore per eccellenza".

ALASTOR: è un principe,esegue ogni volere di chi lo evoca,
vendica dei torti subiti.

DAGON: conosciuto anche con il nome di Dagone,
è un principe il suo potere è quello di influire la mente dei nemici.

PLUTOS: è un principe,fa da tramite fra l'evocatore e le anime
dei trapassati,conosce il futuro.

KYRA: è una duchessa,le sue caratteristiche sono simili a quelle di Lilith
(la parte femminile di Satana)
sotto il suo dominio sono l'amore,la lussuria,
è rappresentata come una vampira con lunghi capelli neri.

PAZOOZOO: è un duca,le sue origini sono sumere,
comanda le invasioni di cavallette è egli stesso rappresentato
come un'enorme cavalletta.

PUKALLUS: è un duca,ha il potere sui mari,conosce il futuro.

NETHUNSHIEL: è un duca,rivela ogni segreto ignoto al mago,
sotto il suo dominio sono tutte le attività commerciali.

CERBERO: è un conte,ha il potere di proteggere le persone deboli,
protegge contro gli attacchi occulti,vigila sulle abitazioni.

PROSERPINA: è una contessa,
come la maggior parte dei demoni femminili induce alla lussuria.

HAIWAS: è un conte,offre aiuto al mago nelle operazioni occulte,
risponde a domande inerenti al futuro.

KOBAL: è un conte,sotto il suo dominio è l'arte,la pittura e tutto ciò
che è raffinato,induce alla lussuria.







I Sigilli


Agares
Aim
Amdusias
Amon

Andras
Andrealphus
Asmoday
Bael

Balam
Barbatos
Bathin
Beleth

Belial
Berith
Bifrons
Botis

Buer
Bune
Camio
Cimeies

Crocell
Decarabia
Eligos
Focalor

Foras
Forneus
Furcas
Furfur

Gaap
Glasya L.
Gremory
Gusion

Haagenti
Halphas
Haures
Ipos

Leraie
Malphas
Marax
Marbas

Marchosias
Murmur
Naberius
Orias

Orobas
Ose
Paimon
Phenex

Purson
Raum
Ronove
Sabnock

Samigina
Shax
Sitri
Valac

Valefor
Vapula
Vassago
Vepar

Vine
Vual
Zagan
Zepar








COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

mercoledì 28 aprile 2004
ore 10:57
(categoria: "Vita Quotidiana")


lilith
Lilith
Generalità
Nella tradizione ebrea ed islamica, Lilith era la moglie originale di Adam; è stata risultata di Eden ed è stata sostituita entro Eve perché ha rifiutato di presentare alla sua autorità. Lilith ha dormito con Adam dopo la sua espulsione dal giardino ed ha dato alla luce agli alcoolici diabolici; nella tradizione islamica, ha dormito con il diavolo ed ha dato alla luce al jinn (Jinni). Nella leggenda successiva si è transformata in in un succubus, un demon che ha causato le emissioni di nocturnal e la nascita delle streghe e dei demons ha chiamato il lilim. Egualmente si è creduta rubare ed uccidere i bambini ed i fascini sono stati usati per proteggerli da lei.


Lilith
Generalità
Lilith, nel folclore ebreo, è un demon che è un nemico dei bambini neonati. Il Lilith nome etymologically è collegato con il lil sumerico di parola (vento), non al laylah ebraico di parola (notte), come lungamente è stato supposto. Come il demon sumerico del vento e le relative controparti babylonian successive, Lilith è stato considerare come un succubus, o la versione femminile del incubus. Nell'immaginazione popolare, Lilith finalmente è stato confuso con Lamashtu, il demon babylonian del bambino-slaying. L'unico riferimento biblico a Lilith è in Isaiah 34:14, in cui è descritta come demon del deserto.
In letteratura ebrea postbiblical, Lilith è venuto essere identificato come prima moglie del Adam. Il primo completamente ha sviluppato il cliente della sua mitologia è trovato nell'alfabeto di Ben Sira, scritto fra i settimo e decimi secoli. Secondo l'alfabeto, quando il dio ha deciso creare un compagno femminile per Adam, ha creato la prima donna da terra come aveva creato il primo uomo. L'accoppiamento immediatamente ha cominciato a quarrel perché Lilith ha rifiutato di presentare a Adam. Lilith è fuggito ed in risposta alla richiesta del Adam, dio trasmesso a tre angeli di riportarla. Gli angeli gli hanno detto che se rifiutasse, uno dei suoi demon-bambini morisse ogni giorno. Lilith ha rifiutato di ritornare a Adam ed ha fatto voto in che nuocerebbe gli infanti maschii fino all'ottavo giorno dopo la nascita e gli infanti della femmina fino al ventesimo giorno.

Nelle Comunità ebree europee tradizionali, la credenza in Lilith ha persisto nel diciannovesimo secolo ed i amulets protettivi sono stati disposti frequentemente vicino alla base di una donna circa per dare alla luce. Dai mid-1970s, Lilith ha ritornato alla poesia ed al romanzo ebrei. In particolare, è stata adottata dai femminista dell'American Jewish come simbolo di resistenza e di indipendenza delle donne. Il giornale femminista ebreo Lilith in primo luogo è stato publicato in 1976 ed i theologians femministi ebrei hanno lavorato per interpretare nuovamente la storia biblica di Adam e della vigilia alla luce del mito del Lilith.





COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

mercoledì 28 aprile 2004
ore 10:53
(categoria: "Vita Quotidiana")


astrologia
--------------------------------------------------------------------------------

Astrologia e astromanzia

L'astrologia, intesa come scienza che cerca attraverso lo studio dell'influsso degli astri di conoscere il futuro, dovrebbe più propriamente essere chiamata col suo antico nome di astromanzia.

Anticamente tuttavia l'astrologia comprendeva sia lo studio del movimento degli astri, cioè quella scienza che pose le prime basi dell'astronomia, sia la ricerca di segni divinatori nell'influsso degli astri.

L'astrologia ebbe la sua prima origine in Mesopotamia e particolarmente in Caldea, e si diffuse poi presso tutti i popoli. In Grecia e poi soprattutto a Roma l'astrologia, intesa come astromanzia, fu praticata da schiavi orientali, che, appunto in conseguenza al luogo d'origine dell'astrologia, furono detti genericamente Caldei.

Avendo tracciato questo breve panorama; lasciamo ancora una volta la parola a Nattaniel Merlino, autore dell'Antico trattato dell'Indovino e del Negromante per quanto riguarda la storia dell'astrologia e a Giona Sufurino, come trascrittore del Libro di Cipriano, per quanto invece si riferisce più propriamente alla divinazione in base allo studio degli astri.

Una volta si distinguevano due metodi di leggere nel cielo: il primo, l'Astrologia, consisteva nello studio dei pianeti, delle stelle e delle costellazioni, del loro cammino, delle loro rivoluzioni, etc., e costituiva ciò che noi chiamiamo oggi¡ l'astronomia. L'altro, l'Astromanzia, consisteva nello studio delle stelle e delle costellazioni per leggervi i futuri destini degli uomini, e riprese il nome d'astrologia quando al primo fu dato quello d'astronomia.

Nel medio evo, o piuttosto dal principio dell'era cristiana, i maghi e gli astrologi furono perseguitati dai settari delle nuove ed anche delle vecchie credenze religiose, e patiboli e roghi furono eretti per gli sciagurati confratelli miei, addetti, maghi ed indovini.

I miei fratelli, alla fine del medio evo, per sottrarsi alla persecuzione, immaginarono di pubblicare, e si creda‚ loro precisamente perché‚ mentivano, cosa che accade loro assai di rado, come ognun sa, essi pubblicarono, dico, esservi due sorta di magia: l'una innocente, la magia bianca; l'altra rea, la magia nera; e due sorta d'astrologia: l'astrologia naturale ch'è innocente; l'astrologia giudiziaria ch'è criminosa; ma credetemelo, voi che credete al par di me ai malefizi, ai lupi mannari ed alle fantasime, noi siam tutti innocenti, e non vi sono altri rei fra noi fuorché‚ i ciarlatani e saltimbanchi d'ogni genere, i quali gabbano il popolo per vivere lautamente alle spalle dei gonzi.

Se gli astri hanno qualche influenza sui venti, sui cambiamenti del tempo, sulle burrasche, sui temporali, sui fulmini, sulle inondazioni, sui terremoti, sulla vegetazione, sugli animali e sulle teste delle donne a sufficienza per predire tutto codesto preventivamente, ne avranno a fortiori sugli uomini.

Tacito, il grande storico, il gran critico, il gran filosofo, l'uomo razionale per eccellenza, ecco che cosa dice su tal soggetto: ® Caeterum plerisque mortalium, non eximitur, quin primo cujusque ortu ventura destinentur: sed quoedam secus quam dicta sint cadere, fallaciis ignara dicentium: ita corrumpi fidem artis, cujus proeclara documenta, et antiqua aetas et nostra tulerit. Ed eccone la traduzione: ® Non sembra dubbioso che tutto quel che ci deve accadere non sia scritto sino dai primi istanti del nascer nostro; ma l'ignoranza degli indovini li induce talfiata in errore nelle predizioni ch'essi fanno, e cosi questo errore discredita in certo qual modo un'arte la cui realtà… È manifestamente provata dall'esperienza del nostro secolo e da quella dei secoli precedenti.

L'astrologia dicesi abbia avuto origine nella Caldea, d'onde penetrò nell'Egitto, in Grecia ed in Italia; in questi due ultimi paesi, e principalmente in Grecia, essa fiorisce ancora più che mai. Alcuni autori vogliono ch'essa sia d'origine egizia, e che Cam ne fosse l'inventore, e questa opinione ne pare più probabile di quella che la fa provenire dagli Arabi. I Romani la praticarono molto, e il popolo, i cui giudizi sono sempre infallibili tanto in quei tempi come al d¡ d'oggi, il popolo aveva tanta affezione pe' suoi astrologi, da lui chiamati matematici, che gl'imperatori, malgrado i loro editti fulminanti, non pervennero mai a snidarli da Roma. I Bracmani (e non i Bramini), che sono più antichi degli Egizi, trasportarono l'astrologia nell'India, ma ignorasi come penetrasse nella Cina, dov'è in uso sin da' più remoti tempi, come si può vedere dal L'y-King, il libro più antico che posseggano i Cinesi, e che per conseguenza data da un'epoca immensamente anteriore a Mosè ed ai più antichi tempi storici degli Egizi. Ne citerò un passo fra mille, riferito dal reverendo padre Premare, nelle sue Ricerche sui tempi anteriori a quelli dei quali parla il Chou-King (Libro Sacro).

® Lo-pi (antico autore cinese) dice aver letto nel capitolo Hi-tse, del L'y-King, che il gran termine è la grande unità e il grand'Y. Il gran termine o la grande unità comprende tre, che uno è tre, e che tre son uno. I o pi è la coppia; suo figlio È la luce; suo nipote È l'acqua; la coppia I non è due, perché‚ se fosse due non sarebbe tre, e segnerebbe prima o dopo, invece che I È leang, semplicemente una reciproca congiunzione. Or io vi domando, se non È questo un vero libro magico ed astrologico, a capire qualche cosa del quale bisogna essere uno stregone……


--------------------------------------------------------------------------------

Modo di cavare l'oroscopo

I1 movimento apparente dei pianeti e dei satelliti, osservato dalla Terra, è il risultato di una grande combinazione dei loro movimenti particolari. Per questa ragione, a volte, un pianeta è stazionario, ciò succede perchè‚ non aumenta né, diminuisce di longitudine; quando si muove in direzione del suo movimento effettivo diminuendo in longitudine è retrogrado; se si muove in direzione del suo movimento effettivo, aumentando in longitudine, è diretto.

Le osservazioni, fatte partendo come centro dal Sole, si denominano eliocentriche, quelle della Terra geocentriche. Le prime servono per calcolare la posizione dei pianeti, dei satelliti, etc.; le seconde per curare le infermità, per scoprire le miniere o per la raccolta delle piante.

Per formarsi una idea chiara dei movimenti dei pianeti e dei satelliti nella loro vera direzione, conviene tenere conto delle seguenti osservazioni: Se immaginiamo che un osservatore si collochi con la testa rivolta verso il Polo Nord e i piedi verso il Polo Sud, il moto di rotazione della Terra e il moto di traslazione della Luna avverranno da destra a sinistra. Nello stesso senso girerebbero la Terra e i Pianeti intorno al Sole rispetto ad un osservatore che fosse collocato al centro solare. Viceversa se un osservatore si ponesse con la testa rivolta al Sud e i piedi nella direzione del Polo Nord, il movimento di rotazione della Terra e di traslazione della Luna avverrebbero da sinistra verso destra. Perchè‚ gli oroscopi, o gli scongiuri a mezzo dei talismani, abbiano il buon effetto, bisogna scrutare i movimenti dei pianeti. Condizione principale è dunque il cielo non offuscato dalle nubi.

Per eseguire con precisione le operazioni magiche in favore o di un bambino o per la buona riuscita di un affare, bisogna avviarle nel momento in cui nasce il bambino, e si inizia il negozio, avendo preparato prima tutto l'occorrente.

Poniamo il caso di voler conoscere sotto quale influsso celeste È nato un bimbo di sesso maschile, che risulti nato, secondo l'astrolabio, di mercoledì, alle sei del mattino del 5 marzo nel segno dei Pesci, num. 12 della Casa del Sole. Tenendo conto che è nato di Mercoledì, giorno consacrato a Mercurio, lo scriviamo nella casella dei Pesci, che come si è detto è la dodicesima. Tenendo conto che alle sei del mattino predomina nel firmamento Giove, passiamo Giove al numero 12 e tiriamo una riga sotto per indicare che è l'ora in cui nacque il bambino. Fatto questo, scrutiamo in quale congiunzione s'incontra il sole il Mercoled¡ servendoci di una mappa-planisterio, dal quale ricaveremo una regola esatta. Cerchiamo la casella dei Pesci nell'emisfero boreale, la incontriamo che governa i mesi di Marzo e Aprile. Trovato nel circolo anteriore il 5 Marzo, tiriamo da quel punto una linea fino al Polo Artico. Le costellazioni e le stelle che si trovano sotto questa linea saranno quelle che nel sopra menzionato giorno si incontreranno in congiunzione col Sole.

Da tutte queste osservazioni si caverà l'oroscopo: Il bambino sta nel segno dei Pesci, casa di miseria, d'invidia, di litigi Detto esperimento dovrebbe farsi alle undici di notte essendo questa l'ora precisa in cui il pianeta Giove È in quadratura. Sbagliando il tempo l'oroscopo non dirà il vero.

Questa è la regola generale, fondata sugli insegnamenti dei famosi astrologhi Leone l'Ebreo, Ermes, Berlas, Plinio, Diogene e di tanti altri dedicatisi agli ardui studi dell'astrologia, la scienza sublime che insegna a leggere nel Libro Celeste.


--------------------------------------------------------------------------------

Epilogo

Un bel giorno, "Dio Onnipotente" decise di dire ai suoi dodici figli qualcosa sulla vita in generale. Pensò di poter dare un aiuto ad ognuno di essi nello specifico, filosofando un po' sulla loro natura. Così si presentarono uno ad uno, per ascoltare cosa Egli aveva da dirgli. "Dopo aver meditato per un certo tempo, sono giunto alla decisione di mandare ognuno di voi in viaggio, per un po'. Così, a turno, presentatevi al mio cospetto, affinché possa darvi qualche consiglio prima della vostra partenza".

Primo fra tutti si presentò l'Ariete. "Ora, mio caro Ariete, siccome devi essere sempre il primo in tutto, hai l'onore di agire come iniziatore. Raccogli un po' di idee, diffondile tra la gente e falle giudicare perché, se sarai bravo, saprai indicargli la via della redenzione. Se sarai saggio, a un certo punto ti renderai conto di agire da perfetto mediatore, riuscendo sempre ad adattare le situazioni e ad incitare alla crescita. Quindi il mio consiglio è che tu affronti la vita in questo modo. Buona fortuna!" L'Ariete si recò alla prima agenzia di viaggi, fece un biglietto per l'Australia e sparì.

Seguì il Toro. "Carissimo Toro, perché non raccogli le idee del fratello che ti ha preceduto? Puoi dargli forma come nessun altro può. Pensaci, ne vale la pena, perché dopo tutto hai più forza di quanto pensi. Se ti lasci andare alle frivolezze, entrerai in crisi e vagherai nella valle di lacrime. Se fossi in te, non metterei subito in dubbio una cosa, o non cambierei subito opinione. Semplicemente, mi metterei subito al lavoro. Le comodità della vita, per te così importanti, verranno di conseguenza. Diventa maestro di questo insegnamento e sii paziente. Questo è il mio consiglio." Il Toro si comprò una bella casa e si dedicò alla coltivazione dell'avocado.

Poi venne la volta dei Gemelli. "Voi, cari Gemelli, avrete probabilmente già notato che avete molte domande e nessuna risposta. Perciò dovreste cercare di comprendere tutto ciò che avviene intorno. Non sarete mai capaci di arrivare in fondo alle cose, e quindi dovreste imparare l'arte di lasciare che le cose accadano, perché allora sarete capaci di trovare con calma le risposte e il dono della sapienza. Questo è il mio consiglio." I Gemelli andarono alla più vicina università e si iscrissero alla facoltà di giornalismo.

Il Cancro fece un passo avanti. "Dimmi, caro Cancro, cosa provi? Un senso di gioia o di tristezza? In realtà non ha importanza, perché il tuo compito è quello di manifestare al mondo i tuoi sentimenti, ed entrambi ne fanno parte. Che tu renda gli altri felici o tristi, comunque li aiuti ad arricchire il loro animo. Devi solo assicurarti di sapere a chi appartieni. Se seguirai questo consiglio, ti sentirai a tuo agio con chi ami." Il Cancro divenne direttore di una organizzazione di beneficienza e formò una grande famiglia.

Con un'espressione di orgoglio, apparve il Leone. "Oh mio Leone, tu hai probabilmente la capacità di mostrare al mondo intero la bellezza del creato. Se solo non fosse per la tua tendenza a restare ingarbugliato in comportamenti complicati e di grande effetto. Dovresti sempre tenere a mente che tutto il creato non è venuto fuori dal tuo tavolo da disegno. Se avrai una comprensione semplice del tuo ambiente circostante, niente potrà impedirti di condurre un'esistenza onorevole. Questo è il mio consiglio". Il Leone divenne manager di una grossa società in campo musicale e della moda e manteneva sempre lucide le sue sette limousine.

Poi venne il turno della Vergine. "E per quanto riguarda te, cara Vergine, ti piace così tanto provare e analizzare, che non puoi fare a meno di dare un'occhiata da vicino a tutto ciò che l'uomo fa nel mondo. Indaga a fondo sui suoi metodi e individua i suoi errori affinché i singoli aspetti del mondo possanno essere da te compresi. Procederai con idee chiare e precise. Ti accorgerai presto che non ti sarà facile accettare chi non la pensa al tuo stesso modo. Pertanto il consiglio più importante che ti do, è di imparare ad essere più tollerante, perché non è senza motivo se ci sono diversi tipi di persone su questo pianeta." La Vergine diventò presidente della più grande società di revisione contabile e si dedicò completamente a questo suo lavoro nei minimi dettagli.

Rivolgendosi alla Bilancia "Dio" proseguì "Tu, onorevole Bilancia, scoprirai che nell'umanità non regna troppa armonia. Dovresti aiutare gli uomini a ricordarsi dei propri doveri nei confronti dei suoi simili. I tuoi principi guida dovrebbero essere la diplomazia, la collaborazione e la convivenza. Insegna alla gente a non considerare da un punto di vista egoistico ciò che fa. Per naturale conseguenza, ti ritroverai laddove l'equilibrio è stato sconvolto. Lavora sodo e troverai l'armonia. Ecco il mio consiglio". La Bilancia comprò un abbonamento alla stagione operistica del Metropolitan e divenne un osservatore neutrale alle Nazioni Unite.

Con circospezione, lo Scorpione venne in superficie. "Buongiorno caro Scorpione! Metti via il tuo pungiglione, non devo farti male. Per te non sarà facile, perché tu puoi percepire ciò che pensa la gente. Soffrirai spesso per
quello che vedrai, senza avere l'opportunità di parlare di ciò che causa il tuo dolore. Osserverai nei tuoi simili le loro inclinazioni verso gli istinti animali e dovrai saper fronteggiare queste tendenze anche in te stesso. Il mio consiglio è di non immedesimarti in tutta la sofferenza che incontrerai. Dovresti piuttosto aiutare gli uomini a comprendere la natura fugace della vita. " Lo Scorpione aprì un centro spirituale specializzato in rebirthing.

Poi si rivolse al sorridente Sagittario. "Salve, mio caro Sagittario! Se sei pronto, vai a mostrare agli uomini che c'è qualcosa per cui valga la pena vivere. Fa' si che la gente rida, affinche non diventi esasperata e instradala sulla via della collaborazione. Avrai un sacco di opportunità perché sei predestinato a incontrare molti dei tuoi amici. Non lasciarti fraintendere. Sarebbe una vergogna e ostacolerebbe la crescita dell'umanità. Pertanto il consiglio che ti do, è di stare attento nel parlare, per non togliere all'umanità quei pochi barlumi di speranza che gli restano. Vai ora, hai un lungo viaggio davanti a te." Il Sagittario si recò alla prima stazione, comprò un biglietto per la Transiberiana e fu poi rivisto, tra la folla, indagare sulla cultura dei popoli himalayani.

Giunse quindi il turno del Capricorno. "Onorevole Capricorno, sono felice che tu sia riuscito a liberarti dai tuoi pesanti impegni della vita quotidiana e sia venuto a trovarmi. Le cose non saranno facili per te perché ti accorgerai che molta della responsabilità dell'umanità graverà sulle tue spalle. Fai vedere alla gente come può rendersi utile. Ma, ti avviso, nessuno è perfetto! Quindi ti consiglio di arrivare a comprendere che la cosa per cui stai lottando è l'integrità personale e non la perfezione. Ora torna velocemente al tuo posto, la gente sta aspettando". Il Capricorno diventò presidente delle ferrovie nazionali e giunse al 2667simo posto fra i 25.000 partecipanti alla Maratona di New York.

Con impazienza arrivò l'Acquario. "Grazie per essere venuto, Acquario. Scommetto che stavi pensando: "Cosa vorrà da me questa volta?". Tu hai un grande bisogno di libertà, ma se gli altri non lo capiscono, per te questo non va bene. Siccome tu sai quello che riserva il futuro, dovresti dirlo anche agli altri, affinchè possano conoscere altri modi di vivere. Tieni sotto controllo il tuo ego, altrimenti soffrirai la solitudine. Sarai libero se aiuterai gli uomini ogni volta che avranno bisogno di te. Questo è il consiglio che ti offro". L'Acquario si sedette al computer e realizzò un programma per aiutare a prevenire la fine del mondo.

Infine si rivolse ai Pesci. "Carissimi Pesci, per voi non sarà altrettanto facile, perchè i vostri recettori, così sensibili, vi daranno accesso alle sensazioni e preoccupazioni di chi vi sta intorno. Se solo non fosse così difficile per voi distaccarvi da tali preoccupazioni, potreste spesso credere di esserne voi la causa. Non ponete limiti alla vostra creatività facendo vostri i banali problemi degli altri. Avete cose migliori da fare, forza! Nulla in contrario alla comprensione, ma ciò non significa che dovete soffrire anche voi, no? Pertanto il mio consiglio è di andare e impiegare tutto il vostro coraggio per esprimere il vostro modo di pensare di così larghe vedute". I Pesci andarono a Hollywood e furono scritturati come attori drammatici.

Quando tutti furono andati, "Dio Onnipotente" sedette e pensò a cosa sarebbe accaduto ai suoi figli in giro per il mondo. Decise poi di tornare al suo lavoro, che consisteva nel far scorrere dolcemente l'Universo, in attesa di rivedere presto i suoi figli. Nel frattempo essi erano tutti presi dalle loro varie imprese, chiedendosi come stessero andando le cose per gli altri. Nessuno era del tutto felice, perchè sentivano tutti la mancanza dei propri fratelli. Dopo un certo tempo, "Dio Onnipotente" li invitò per un nuovo incontro. Ancora una volta essi si radunarono dinanzi a Lui per ascoltare le Sue parole. "Miei amatissimi, vi ho osservati mentre cercavate di seguire il consiglio che ho dato ad ognuno. Alcuni ci sono riusciti bene, per altri è stato meno facile. Così ho deciso che costituirete una squadra e lavorerete insieme per il bene dell'umanità". Così parlò Dio... I figli partirono e fondarono una organizzazione di aiuti internazionale, per condurre ricerche sulla pace.

L'Ariete e i Gemelli lavorarono insieme per il questionario. Il Toro e il Cancro ascoltarono la Bilancia, che spiegava come creare l'atmosfera. Il Capricorno e la Vergine organizzarono con efficienza e fin nei minimi dettagli l'intera struttura. Il Leone rappresentava in pubblico l'organizzazione e i Pesci gli fornirono un'immagine creativa: essi gestivano il budget per la pubblicità. Al Sagittario fu richiesto di indagare sulle culture straniere in modo da ottenere un quadro della situazione nei paesi lontani. L'Acquario decise di realizzare un network mondiale di comunicazioni, impiegando le opportunità offerte dai computer. Lo Scorpione osservava tutto con sospetto, preoccupandosi di preservare il carattere onorevole dell'intera organizzazione.

Per tutto il tempo "Dio" osservò ciò che i suoi figli facevano giù sulla terra. Fu contento di ciò che vide e pensò che forse era giunto il momento del suo


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

lunedì 22 marzo 2004
ore 16:26
(categoria: "Pensieri")


Icnomanzia
E'un esperimento sicuro, se si vuol prevedere il risultato di una cosa che ci sta a cuore, quello delle candele. Comprate 3 candele di color verde, collocatele su un unico candeliere di legno in forma di triangolo;accendetele con un oggetto infiammabile, che non contenga zolfo, invocando nello stesso tempo i sei capi delle salamndre: VENIAH, ACHAJH, LESABEL, JELIEL, CATHETHEL, MEHAHEL, non tralasciando di osservare i luicignoli, dovendo trarre l'oracolo dai movimenti della fiamma. se la forma oscilla da sinistra a destra indica risultato starordinario di quanto noi desideriamo. Se oscila a spirale indica intrighi da parte dei nostri nemici. Se si spegne segna tradimento. Se soffiando aumenta lo splendore predice felicità e fortuna

COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

mercoledì 10 marzo 2004
ore 10:22
(categoria: "Vita Quotidiana")


The prisoner
I am a prisoner
in this fucking world
I want to destroy the chains
of my life


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

mercoledì 25 febbraio 2004
ore 11:00
(categoria: "Pensieri")


yai!!1
Today I am....sick......and...destroyed!!!!!!

COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG


> > > MESSAGGI PRECEDENTI
MAGGIO 2022
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

RICERCA:
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


BLOG che SEGUO:

vlad III; khayman000; kylo666; likeamorgue; icelady; iriart; vampiretta; seth; vampire;


BOOKMARKS

Dark Tranquillity

(da Musica / Cantanti e Musicisti )

UTENTI ONLINE: