BLOG MENU:
ocio, 33 anni
spritzino di Montebelluna
CHE FACCIO? Facoltà, scuola o lavoro
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]
STO LEGGENDO

L’alchimista, ma devo ancora capire se è immensamente potente o miseramente banale. Per ora mi piace l’atmosfera fiabesca.

Labilità di Starnone. Ma Denti
era tutta un’altra cosa..

La solitudine dei numeri primi.. assieme ad altre persone..




HO VISTO

vara che te ho conosest!

STO ASCOLTANDO

Anima latina da sempre

Vecchioni

Afterhours

Il mio I-pod mentre corro

Radio 24 con Perini che commenta le notizie con una patata in bocca

Un meraviglioso cd da viaggio che mi ha "inciso" il mio amore

ABBIGLIAMENTO del GIORNO

In-Gessato da lavoro

ORA VORREI TANTO...

Continuare a volere tanto

STO STUDIANDO...

La paternità e le emozioni che dà


OGGI IL MIO UMORE E'...

Molto buono se la tiroide e l’ernia me lo permettono


ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata


(questo BLOG è stato visitato 595 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



mercoledì 27 agosto 2008 - ore 00:53


Paderno del Grappa
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Avessi un bel soggetto che mi ronzasse in testa, sarebbe l’occasione giusta per scrivere il più’ bel racconto della mia breve carriera. Qui tutti gli oggetti si sciolgono in suggestioni, a cominciare dalla casa del settecento con l’enorme porticato e quel portone immenso che la difende. Di sera è compito mio chiuderlo, è ed era compito da uomini, almeno finché uomini ce ne sono stati, per una legge non scritta che probabilmente si è tramandata tra generazioni. Mentre spingo quelle enormi ante ritorno bambino davanti ai portoni della chiesa, così grandi da sembrare quelli del Paradiso.
Non importa che l’altro lato dell’edificio sia penetrabile dall’esterno, quando quel portone si chiude percepisco una sensazione di benessere e protezione, come se nessun esercito potesse penetrarlo dopo aver valicato il Grappa in groppa agli elefanti.
E il Grappa se ne sta lì fuori, pronto ad aspettare che riapriamo le finestre al mattino, come se ne stanno lì fuori tutte le costellazioni ben delineate nelle loro porzioni di cielo, così visibili per lo scarso inquinamento luminoso.
Non so ma per ora ho la piacevole sensazione che questa casa mi mancherà tra due mesi, ed è la sensazione che mi fa gustare tutti i suoi innumerevoli oggetti che pian piano scopro in ogni angolo.
E’ commovente anche la cura che mi viene riservata da zia Gabry (ormai è anche mia zia, se non altro per come mi ha accolto in casa senza batter ciglio), che cammina per le stanze appesantita dal rumore di troppi ricordi. In queste due sere, eravamo soli a cena, ho cercato di parlare il più possibile per coprire quell’insopportabile rumore. Ho cercato di parlare di me, perché in lei ci sono troppe lacrime appena sotto la superficie del suo aspetto così rigido.
Anche il solo lasciarmi coccolare la sera con le prugnette calde e l’infuso di melissa, mi sembra che le sia di sollievo. Solo il viaggio in Kenia può asciugarle i ricordi, solo una fuga repentina da qui. Zia Gabry butta giù quel portone massiccio...


LEGGI I COMMENTI (1) PERMALINK



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:


vetia

BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE:



GIUGNO 2022
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30