BLOG MENU:



Rosenrot, 30 anni
spritzina di Padova
CHE FACCIO? Altro...
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO





HO VISTO



STO ASCOLTANDO



ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...



STO STUDIANDO...



OGGI IL MIO UMORE E'...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


1) doversi alzare da sotto il piumone alle 7 di mattina in pieno inverno

MERAVIGLIE


1) ... l'instabilità del caso ... sapere che vivere nn è una teoria matematica e in ogni attimo tutto può essere rivoluzionato anche da una semplice frase...


Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:


vampiretta bionda87
isapio
bstardario Apollo13 bevirosso Seriusseb B_b guzzissimo marrabbio cunilingus anna1982 alemaledit ssamu
USAlex
biankaneve mercoledi CinziaUSA laura89 TERENCE TheFairy LaFletcher Tool77 LUPOO! Malgioglio ALESSIA_PD

BOOKMARKS


Rammstein
(da Musica / Cantanti e Musicisti )


UTENTI ONLINE:




(questo BLOG è stato visitato 2579 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



venerdì 3 ottobre 2008 - ore 16:31


Romania, piecere di conoscerti
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Certo ci sarà un motivo se il governo Romeno spende quattro milioni di euro per "pubblicizzare" la sua etnia in Italia. Lo spot infatti ha cominciato a girare in questi giorni sulle nostre televisioni, all’insegna di "Romania, piacere di conoscerti".

L’intento, è quello di far dimenticare agli italiani gli sconquassi che hanno portato in casa nostra quella massa di delinquenti romeni, e che secondo fonti del Corsera, ammontano al 73% dei detenuti stranieri attualmente ospiti delle nostre patrie galere. Uno spot pubblicitario dunque, che al pari di una merendina, di un detersivo qualunque o di un dentifricio anticarie, questa volta cerca di convincere una nazione sulla "bontà" di una popolazione insediatasi in casa nostra, con tutti gli annessi e connessi verificatisi.

Un impresa ardua, perché pur partendo dal giusto presupposto che non si può incolpare un intera popolazione sui misfatti dei singoli, i "creativi" di questa agenzia pubblicitaria cercano nonostante tutto di "rendere gradevole ai nostri occhi " tale ’prodotto’. Del resto, è il loro lavoro, e a volte ci riescono, abbindolando l’acquirente attraverso un immagine, una musica accattivante, il sorriso dell’interlocutore... Qui, però, si tratta di "far apprezzare un etnia", e già mi sembra assurda la trovata, poiché la stima di una persona la si ottiene da ciò che questa persona dimostra, e non attraverso una campagna pubblicitaria che mi ricorda un po’ quello di una nota banca, dove attraverso impiegati "sorridenti e alla mano", si invita l’ascoltatore a servirsi della banca stessa, salvo poi verificare sulla propria pelle che appena chiedi un prestito, i sorrisi scompaiono e la porta ti si chiude in faccia. "Per capire un popolo devi conoscere la sua gente", recita ancora la pubblicità di Bucarest.

Evvabbene. Allora per far vedere che in parte questa gente purtroppo -e a nostre spese!- la conosciamo già, manderemo loro uno spot con il volto di Doina Matei, la romena che con la punta dell’ombrello uccise la giovane Vanessa Russo. Un altro volto sarà quello di un romeno ventenne, basista di una banda di delinquenti stranieri che trucidò i coniugi Guido e Lucia Pellicciardi. Accanto a questi, aggiungeremo poi il volto di Marco Ahmetovic, romeno pure lui, che ubriaco alla guida di un furgone, investì e uccise in sella ai loro motorini Eleonora Allevi, 19 anni, Davide Corradetti 16, Danilo Traini 17 e Alex Luciani 16. Metteremo la foto anche di Moilat Romulus, l’assassino e stupratore di Laura Reggiani e poi quello di Joan Rus, un altro stupratore che questa volta non riuscì ad uccidere la sua preda, una giovane studentessa africana. Ma se proprio vogliamo abbondare, mettiamo anche la foto di quei due fiorfiore di delinquenti oumeni Paul Petre e Andrei Vasile, colpevoli "soltanto" di aver violentato una turista olandese davanti agli occhi del marito e massacrati di botte entrambi a fine "festicciola".




Potremmo portare ancora numerosissimi altri "testimonial" autori di stupri, fatti di sangue e rapine, ma fermiamoci qui. Uno spot macroscopicamente assurdo e inutile dunque, e lo si può capire anche dalle parole Traian Basescu, il presidente romeno, che dopo il giro di vite dato dal nostro governo sulla delinquenza proveniente dal suo Paese, rispose seccamente che "in Romania la delinquenza è ai minimi storici", senza pensare che quel dato positivo, arrivava dal fatto che i peggiori criminali romeni erano tutti sbarcati in Italia.

Ma per finire, come è articolato e cosa spiega questo spot? Presto detto: che il romeno Nelu "ama le note di Antonello Venditti", che Ionela "ha una passione sviscerata per ’La vita pè bella’ di Roberto Benigni", che Dumitru "aiuta nella sua palestra gli italiani a dimagrire" e che Ioanna e Sorin "sono specialisti negli spaghetti alle vongole". Qualcosa di positivo, finalmente. Ma vaglielo a spiegare al marito di Giovanna Reggiani, che Moilat Romulus, l’assassino e stupratore di sua moglie, "va matto per la polenta e osèi"... (Gericus)


da: http://gericus.blogspot.com/2008/10/romania-piacere-di-conoscerti.html


LEGGI I COMMENTI (3) PERMALINK



GENNAIO 2022
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31