BLOG MENU:


split70, anni
spritzina di
CHE FACCIO?
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]
STO LEGGENDO



HO VISTO



STO ASCOLTANDO



ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...



STO STUDIANDO...



OGGI IL MIO UMORE E'...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata


(questo BLOG è stato visitato 7324 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



martedý 4 febbraio 2014 - ore 18:53



(categoria: " Vita Quotidiana ")


Questo misterioso, buio, desolato sentiero, mi invita, con il suo fascino,al suo percorso.E come non fare per incamminarmi in qualcosa che mi attira a se, con quelle armi a cui io non so resistere?
E quella voce che mi chiama come un soave canto di una sirena? Leggero come un soffio di vento, lontano come un eco, vicino come un sussurro all’orecchio.
Forti emozioni che scaturiscono pensieri macabri ed inquietanti, provocazione ad un istinto ribelle, istigazione di gesti folli.
La mia coscienza vaga, e nel distacco perde la cognizione del tempo e della razionalitÓ. Alquanto travolgente la sensazione di impotenza e altrettanto di soddisfazione.
Tutto lascia un miscuglio di sensazioni inevitabili,da non poter evitare quella via che mi cerca.Mi trascino in mezzo a quelle macabre atmosfere per raggiungere l’oltre che mi spaventa, che mi taglia in mille parti, le quali sopportano il dolore della sofferenza, mentre l’odore di cenere antica e di resti calcificati spianano il terreno su cui appoggio i miei piedi stanchi.
Fitte alla testa lanciano immagini annebbiate e indefinibili, sento striduli, vicini e lontani, da confondermi la ragione , da non rendermi chiare le origini di questo bisogno assoluto di proseguire verso quel sentiero disordinato.
incapace di reagire con la mente, mi lascio condurre da mani che spuntano da un passato di traumi cicatrizzanti l’anima. L’io Ŕ indifeso, Ŕ debole, la volontÓ Ŕ smorzata, l’ossessione Ŕ accesa. Una spasmodica ricerca , uno spasmodico bisogno, sempre vivo, talvolta sfuggente, tanto incessante, quanto insidiante, prende possesso di me.
Ogni cosa Ŕ possibile, quando la coscienza lascia la realtÓ, si allontana ed entra come un allucinazione, in un luogo inesplorato, buio ed illogico, dove chiudo gli occhi e li riapro, dove non so distinguere il sogno dalla realtÓ, dove un anima, la mia , salta le siepi di labirinti e sentieri, esistenti ed inesistenti, dove la psiche non sa pi¨ trovare l’orientamento. Dove nemmeno la veritÓ ha un posto, dove non senti il tuo corpo, ma senti solo emozioni. Angoscia ed attrazione per un ignoto potente che devasta e che manovra l’ auto controllo. Tale Ŕ il disorientamento che nessuna teoria pu˛ essere attendibile, tutto confonde la mente e i pensieri. Nemmeno quello che leggi ti rasserena, nemmeno a parlarne, saresti considerato un pazzo psicotico . Tu sei dentro la tua mente, che ti mette davanti quello che vedono i tuoi occhi. Incomprensibile e folle. Misteriosa e dissetante la voglia di andare a scoprire. Si, mi spaventa a tal punto che diventa eccitante ed intensa questa voglia di andare dopo l’oltre.



COMMENTA (0 commenti presenti) PERMALINK



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE:



DICEMBRE 2022
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31