BLOG MENU:


Ferio, † anni
spritzino di letto
CHE FACCIO? onirografo
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


STO LEGGENDO

CON
DEN
SA
ZIO
NE



HO VISTO

S
P
O
S
T
A
MENTO

STO ASCOLTANDO

DRAMMA
T
I
Z
Z
A
Z
I
O
N
E

ABBIGLIAMENTO del GIORNO

LiBeRa
ASSOCIAZIONE

ORA VORREI TANTO...

L
A
P
S
U
S



STO STUDIANDO...

DIFESA



OGGI IL MIO UMORE E'...

DE
S
U
B
LIMAZIONE



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata


BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS





UTENTI ONLINE:




(questo BLOG è stato visitato 2371 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]

MAGGIO 2022
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31


Sunday, July 15, 2018 - ore 13:03


orgia del mattino
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Nell’ostinato ricercare finisco all’entrata del club gay sotterraneo. E’ già quasi mattina, e le mie ore di libera clandestinità stanno finendo. Devo sbrigarmi a trovare quello che cerco, come una falena che sta per morire. La volontà di cercare è più forte della consapevolezza che lì non c’è niente per me. Ma è l’unico posto aperto. Entro, il gestore mi guarda stupito ma non troppo. E’ stato ricavato un giardino interno su quello che forse era un parcheggio. Sedie a sdraio blu in cerchio si stagliano sul grigio liso della pavimentazione. Una ventina di ospiti si sono attardati, nudi sudati e strafatti. Sto quasi per cedere alla rassegnazione di aver sprecato una serata quando noto in mezzo al cerchio di carne e sedie a sdraio delle presenze femminili. Una, forse la capogruppo è nel centro del cerchio e riceve le secrezioni del piacere degli altri. Altre si danno fare tra le sedie a sdraio per provocare tali secrezioni. La loro presenza fisica rotondeggiante compensa la magrezza scolpita dei corpi dei maschi. Nessuno nota la mia presenza. Ovviamente mi avvicino per partecipare ma il cerchio si stringe sempre di più, fino a tagliarmi definitivamente fuori. So che non potrò sfogarmi questa volta.
Dovrei essere frustrato, invece prevale la soddisfazione: ho trovato il posto che cercavo. L’esistenza del posto delle orgie dona senso al mio ostinato e clandestino ricercare.

COMMENTA (0 commenti presenti) PERMALINK