BLOG MENU:



Hoppy, 27 anni
spritzina di Brescia
CHE FACCIO? Ho fatto del cazzeggio virtù... micacazzi! :D
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO

un sacco di roba contemporaneamente... come sempre



HO VISTO



STO ASCOLTANDO



ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...



STO STUDIANDO...

trattato di una beatissima fava applicata all’epoca moderna!

OGGI IL MIO UMORE E'...

sereno variabile... son dubbiosa

ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata


(questo BLOG è stato visitato 6566 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



martedì 20 dicembre 2005 - ore 18:18


A me piacciono al sangue, sbrodolanti di sangue!
(categoria: " Vita Quotidiana ")



Ecco il post frivolo e natalizio sulle categorie di uomini più diffuse nell’emisfero boreale.

Primo fra tutti, senza dubbio uno dei miei preferiti, l’uomo-tagliata.

L’ uomo-tagliata è il classico piacione. Non è necessariamente bellissimo ma comunque molto affascinante, con un carattere piuttosto deciso ma mai prepotente… ha charme, ci sa fare insomma. Può essere più o meno sanguigno, a seconda della cottura. Generalmente è passionale qb e difficilmente è romantico. Più che romantico è cavaliere; ti corteggia in modo assolutamente discreto, ti conquista con la galanteria e non con le sdolcinatezze! L’uomo tagliata è un uomo piacevole, un uomo in un certo qual senso goliardico. Uno di quelli che quando ci vai a cena non ti guarda come se avesse davanti la madonna di Medjugoire e che ti parla come se fosse a cena con un amico. A cena ti porta in un ristorantino molto carino, dove si mangia bene e con dei prezzi adeguati. Se proprio vuole far lo sborone ti porta nel ristorante fico del momento ma non è da lui e te ne accorgi subito. Non ti mette in difficoltà con domande alla quali non vuoi o non sai rispondere. Ha una cultura generale che più o meno è come la tua… insomma è un piacere uscire a cena con un uomo-tagliata.

L’uomo-tagliata può evolvere nell’irresistibile uomo-filetto . L’uomo filetto è il non-plus-ultra che una donna potrebbe chiedere. È sicuro, sanguigno, ha carisma da vendere. Perfeziona lo stile di galanteria in modo da non metterti in difficoltà mai, per nessun motivo. T’intorta con le parole che una meraviglia… è simpatico, di compagnia, fa battute, è ironico e, in seconda battuta, mediamente porco… che non guasta diciamolo. L’uomo-filetto è, per la sottoscritta, l’Uomo con la U Maiuscola… sfortunatamente per trovare un uomo-filetto dignitoso serve buttarsi su d’un target d’età che va dai 35 ai 45 chè l’esperienza è fondamentale in questo caso.

Altra categoria d’uomo diffusa è l’ uomo-branzino . L’uomo branzino è delicato, è raffinato… l’uomo-branzino è impegnativo per una come me che esce ugualmente anche se non ha le unghie perfettamente limate o il capello lucido e liscio come appena uscita dal parrucchiere. L’uomo-branzino è perfetto, sembra perfetto, esteticamente. Può non essere oggettivamente bello ma molto curato, vestito bene, con portamento e si sa vendere… in una parola è “signorile”. E’ molto piacevole come persona, ci si parla volentieri. È colto e discreto.
A me, che al pesce preferisco di gran lunga la carne e per giunta al sangue, mette un po’ d’imbarazzo ma ammetto che ha il suo perché. L’alternativa un pochino più easy, comunque apprezzabile e sopra la media, è l’uomo-orata-d’allevamento.

Dopo l’uomo branzino arriviamo all’ uomo-fritto-misto . Costui è un essere strano. Tu pensi di addentare un gamberone ed invece ti accorgi che nella padella è scappata qualche zucchina impannata, qualche ciuffo di broccolo qua e là… cose così. A volte la sorpresa è piacevole, anzi, proprio perché inaspettata è decisamente interessante fare certe scoperte. Altre volte, quando per esempio a me capita la carota bollita che odio, è seccante e nauseante. Ma questi rischi si hanno anche con le altre categorie di uomini. Per esempio se accompagnato all’uomo-branzino ti accorgi esserci una salsina a base d’aglio e prezzemolo o se il contorno dell’uomo-tagliata è la salsa blue cheese che non c’entra una sega.
L’uomo-fritto-misto ti fa passare serate divertenti, poco impegnative. Quest’uomo ha un suo perché e, sebbene non sia il mio genere, ammetto che qualche parente stretto dell’uomo-fritto-misto, per esempio l’ uomo calamaro-alla-romana o l’ uomo seppia-alla-griglia , rientra a pieno titolo nel mio target.

L’ uomo-petto-di-pollo . Se uscite con un petto di pollo non vi resta che piangere care donne. L’uomo petto di pollo è quanto di più insipido ci possa essere. L’alternativa è l’uomo-tacchino e non è che vada molto meglio. L’uomo petto di pollo non si prende responsabilità, di nessun tipo… nemmeno di quello che dice lui di sua sponte. L’uomo petto di pollo è quello che ti chiede d’uscire e poi mezz’ora prima ti chiama dicendo che non c’ha voglia. Non ha nemmeno la fantasia per inventare una palla decente… avere un uomo-petto-di-pollo a fianco è come essere in braghe di tela sull’Himalaya: ti devi ingegnare per sopravvivere.
Non devi mai commettere l’erroraccio di pensare che costui possa prendere una qualsivoglia decisione seppur banale come che film andare a vedre. Non da soddisfazioni (e spesso sbaglia i congiuntivi). L’uomo petto di pollo se ha un problema non lo sa risolvere, non ci prova nemmeno a dire il vero… figurarsi se hai un problema tu! L’uomo petto di pollo, se decide di portarti a cena, ti porta sempre e solo alla Bella Napoli a mangiare una marinara senz’olio che costa meno e solo ed esclusivamente perchè fanno vedere la Champion’s. L’uomo-petto-di-pollo è un uomo part-time, un uomo di passaggio. Nel senso che ti piace nonostante tutto ma non fa nulla per conquistarti… e questo alla lunga ti allontana, è matematico.

Uno degli ultimi è l’ uomo-bollito-misto . Quest’uomo è una piaga. È melenso, stucchevole. Ti chiama “dolcezza”, "dolcina", "tenerina"... e ti tratta manco fossi Monica Bellucci. Io, personalmente, di fronte ad un uomo-bollito-misto m’innervosisco, mi sento presa abbondantemente per il culo. Costui si prodiga in sdolcinatezze che solo a pensarci ti viene il diabete, compra le rose dal marocchino di turno tutte le volte che può. Si comporta da innamorato folle e ti osserva mentre mangi con gli occhi a forma di cuore… palesemente finto, come le parrucche di Platinette. È una fatica cercare di non prenderlo a pugni durante la serata.

Et dulcis in fundo l’ uomo-prosciutto-crudo . È sempre un amico. È quel tipo d’uomo che, come il prezzemolo, è adatto a qualsiasi occasione. Devi andare a cena? Lui è perfetto! Vuoi vederti un film? Nessuno meglio dell’uomo-prosciutto-crudo riesce a farti ridere anche guardando Shinder’s list. Hai due biglietti per un concerto Jazz in piazza delle Erbe? L’uomo-prosciutto-crudo apprezza e passi una serata piacevole sicuro. È l’uomo versatile, intelligente, divertente, ironico, burlone... di solito è anche gay (sempre i migliori, dannazione!).



LEGGI I COMMENTI (4) PERMALINK



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS


Giuseppe Carlotti
(da Pagine Personali / HomePage )
Noantri
(da Pagine Personali / HomePage )
Macchianera...blog
(da Pagine Personali / HomePage )
Jack Folla
(da Pagine Personali / HomePage )


UTENTI ONLINE:



FEBBRAIO 2021
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28