BLOG MENU:


darioplus, 26 anni
spritzino di Padova/provincia
CHE FACCIO? Lavoratore
Sono single

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO



HO VISTO


THE WHO

- Live at the isle of wight-

Festival 1970


STO ASCOLTANDO

**BEN HARPER**

-- THE STROKES--


//Richard Ashcroft//

__GOLDFrapp__

OASIS

=PLACEBO=
** New album MEDS**





ABBIGLIAMENTO del GIORNO

PreValentemente Jeans , Felpa ecc..

ORA VORREI TANTO...



STO STUDIANDO...



OGGI IL MIO UMORE E'...

A GO GOOO..
ROCK’N & ROLL * FOREVER *




ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


1) Sentire che per qualcuno tu conti davvero



(questo BLOG è stato visitato 1038 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



mercoledì 15 novembre 2006 - ore 21:55


(+ o -) TFR
(categoria: " Vita Quotidiana ")



Un futuro da mendicanti



Commenti:

Ho telefonato al sindacato per avere delucidazioni
in merito al destino del mio TFR. TELEFONATA:
Buongiorno,avrei bisogno di avere informazioni rispetto al TFR
Per adesso è solo una proposta per cui non diamo informazioni perchè è con il passaparola si creano gli spauracchi
Potrà almeno dirmi se al termine del rapporto lavorativo avrò i soldi che finiscono all’INPS
Lei andrà in pensione,i soldi sono suoi,nessuno glieli può rubare
Per termine rapporto lavorativo intendevo in caso di licenziamento
A beh,in questo caso dipende dal contratto...

Non recente, ma illuminante lettera a La Stampa (09-04-2006 p. 21) di un sindacalista che denuncia le pressioni esercitate sugli impiegati di banca per la vendita di investimenti e prodotti previdenziali.

Non è un attacco verso i sindacalisti. (da chiarire, è solo per rendervi conto che tutto quello che luccica non è oro.)

Io come lavoratore, sento il bisogno di raccontarvi che nelle nostre assemblee sindacali che facciamo nella nostra Azienda Over 50 lavoratori i temi + impostati sono : Finanziaria-Varie-

Ok. Fino a qui tutto bene. Purtroppo non si sa il perché ma il discorso viene sempre raggirato sul tema Pensionistico dicendo che bisogna mandare il nostro Tfr a dei fondi Pensioni. Dicono molto migliori dell’ Inps. L’unica idea che mi sono fatto è che se premono sempre molto su questi fondi, una convenienza c’è l’anno loro, e di sicuro noi no.! (per dire : Nieache el Can non el move a coa per niente).


DA Notare: Di fronte all’inflazione sono molto meglio le pensioni pubbliche. Per cominciare offrono un adeguamento all’inflazione, come previsto dalla riforma del 1995 del governo Dini. Vengono infatti rivalutate in funzione del prodotto interno lordo (Pil) nominale, che tiene conto appunto degli aumenti dei prezzi. Ma non contano solo sulle garanzie politiche ed economiche. Sono importanti anche quelle politiche ed economiche. Supponiamo infatti, che l’inflazione decimi il valore reale dei Titoli a reddito Fisso. Accadrebbe una catastrofe per le cosiddette pensioni di scorta. Capitò negli anni ’70 anche se pochissimi informano, neanche i giornalisti economici lo ricordano. Ben diverse invece le prospettive per il sistema pensionistico pubblico, proprio perché del tipo a “ripartizioni” e non a “capitalizzazione”. Dopo una tale batosta stipendi e salari si adeguerebbero anche questa volta alla nuova realtà, ricreando cosi le condizioni per un adeguamento delle pensioni. Di quelle in essere e di quelle Future. Nulla di simile Capiterebbe per la previdenza privata.
Commenti:

LO stato si prende le liquidazioni, stima che il flusso del tfr garantirà un certo gettito che coprirà alcune spese importanti. Lo stato presume?Lo stato stima?E’chiaro che un bilancio preventivo è fatto di stime e congetture ma qui siamo nella predizione. Con questa finanziaria creativa, di sicuro a marzo si comincerà a parlare di manovra correttiva con nuove tasse!
Ritornando al tfr, se le liquidazioni non vanno allo stato, rischiano di cadere dalla padella alla brace. Le assicurazioni, forti della loro capacità commerciale si daranno da fare per spostare il tfr nelle loro polizze inefficienti, inefficaci, costose e fuori mercato. Si può scatenare una vendita barbara dei prodotti, non accompagnata da nessuna consulenza professionale. Dall’altra parte le associazioni sindacali invitano ad iscriversi ai fondi negoziali considerati strumenti più efficienti. Purtroppo i sindacati non considerano il fatto che la pianificazione previdenziale è una cosa seria ed imprtante e non basta un prodotto standardizzato per risolverla. La pianificazione previdenziale richiede competenze specifiche per la progettazione del piano ed un costante monitoraggio sui risultati raggiunti. Il tfr in mano a assicurazioni e sindacati rischia di diventare una fonte di valore solo per loro e una distruzione di risparmio per i cittadini. In Italia, si deve capire che per cercare di fare bene le cose, bisogna studiare, impegnarsi, prepararsi e avere amore per sè e per gli altri. Temo fortemente le politiche commerciali e la scarsa competenza dei rappresentanti d’azienda dei fondi negoziali e dei venditori delle compagnie.

Commenti:

Si odono un sacco di fesserie sul TFR e sulla sua riforma.
Non credete a NIENTE.
La verità è che vogliono i soldi dei lavoratori del Nord per mantenere in vita lo stato-zombie. Ancora un poco.
Aziende con 50 e più dipendenti? Colossale frottola. Nel Nord, escludendo forse le grandi città, il 95% delle aziende ha meno di 50 dipendenti. Attraverso i fondi pensione OBBLIGATORI vi ghermiranno lo stesso i soldi anche nelle PMI. Vogliono i denari degli operai, ambiscono inibire la possibilità di avere il TFR maturato ANCHE IN CASO DI "FINE RAPPORTO". Vi lasciano solo scegliere se volete morire sulla sedia elettrica o per iniezione letale.
Lo scopo è mettere le loro luride mani sul TFR dei lavoratori padani. Perché a settentrione stanno le aziende VERE senza sgravi, sussidi e contributi figurativi.
Questo nessuno ve lo dice apertamente, a cominciare dai consueti giornalisti, in solito sciopero nei giorni della firma di un così delinquenziale accordo tra governo e parti sociali.
Roma ha angosciosamente bisogno di quei denari per dare un "reddito di cittadinanza" ai nuovi italiani, senza definiti colore della pelle, religione e sentimento purchè devoti alla "capitale". Per foraggiare gli scansafatiche del centri sociali e per la grandi opere del Sud come TAV Napoli-Bari, Salerno-Reggio Calabria e ponte sullo Stretto. Urge sedare i "terroni" dopo 150 anni di arbitrii. Mentre al Nord hanno iniziato un micidiale fuoco di sbarramento mediatico contro le infrastrutture (TAV Torino-Lione e Milano-Padova, Malpensa, MOSE). Devono ossessivamente sancire che il Nord è caotico, inquinato, inefficiente PEGGIO del Sud, che la SECESSIONE è inutile.
Vi chiederete: e i sindacati? Domandatevi invece di dove sono Epifani, Bonanni, Angeletti.
Qualsiasi altra cosa giornali e TV vi raccontino sul TFR è pura guerra dei ranocchi.



COMMENTA (0 commenti presenti) PERMALINK



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:


blaze6545
moloch80
franco156 chris79 wonderwall Noel

BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE:



WILLY BRANDT .................... "Finché non avremo equamente diviso le risorse del mondo non vi sarà giustizia, senza giustizia non vi è pace e senza pace non vi sarà libertà in nessuna parte del mondo."
GIUGNO 2022
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30