Spritz.it - D R A G O's HOME - BLOG DIRECTORY - IL TUO BLOG - Segnala qs BLOG



NICK: D R A G O
SESSO: m
ETA': 25
CITTA': Padova
COSA COMBINO: Sollazzo il Pianeta con la mia modesta presenza
STATUS: single

[ SONO OFFLINE ]
[PROFILONE COMPLETO]

[ SCRIVIMI ]



STO LEGGENDO
Non ve lo dico neanche se mi pagate.
Però se mi pagate davvero magari ci ripenso.


HO VISTO
...cose che voi umani non potete neanche immaginare.


STO ASCOLTANDO
Il rumore di ingranaggi che per troppo tempo non ho fatto girare e non ho oliato.
E pertanto stridono un po’, ma sento che iniziano a smuoversi, lenti...


ABBIGLIAMENTO
del GIORNO
Quello che capita.
E grazi al cielo capita sempre qualcosa.


ORA VORREI TANTO...
Vorrei tante cose. Me ne basterebbe una. Ma non si può.
E allora mi faccio bastare il resto.


IN QS PERIODO STO STUDIANDO...
diversi piani per conquistare il mondo, o in alternativa per digerire la peperonata della signora del piano di sotto che mi vede una volta ogni 3 mesi e mi invita a pranzo... e io ancora maledico il giorno in cui le dissi che mi piaceva da matti la sua peperonata. Fa un caldo che mi evaporano pure ’sti due maroni e lei mi fa la peperonata!!!


OGGI IL MIO UMORE E'...
Random. Perchè l’umore random è quello giusto.
Quello che si adatta a tutte le situazioni.


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...




PARANOIE
1)
2)
3)

 


MERAVIGLIE

1)


Messaggio di D R A G O da commentare:
PARTE TERZA: The First Contact

Il giorno seguente alla storia malata della scritta, l'Elfa non si vedeva, era a fare il suo esame. Quindi non mi guardai neanche intorno. Arriva l'ora di pranzo, mi alzo pronto per la mensa, mi giro per andar via e... eccola. E' arrivata e io non l'avevo vista. Era seduta dietro di me. A mezzo metro di distanza... eravamo schiena a schiena e non l'avevo vista... ci rimango quasi secco, ma barcollando guadagno l'uscita. Fuori i miei amici: "Ma che hai?" E io: "Niente, niente." E la mia mente: "Elfa Elfa Elfa Elfa Elfa..."
Torno dalla mensa... lei era lì. Ma non mangia?? Forse gli Elfi non ne hanno bisogno... boh. Mi siedo. Stavolta con la consapevolezza che eravamo schiena a schiena. E chi studia più... sono stato con la schiena in tensione tutto il pomeriggio! Tipo come se avessi una scopa in culo! Eravamo vicinissimi... e non potevo vederla! Tutto il pomeriggio così!! Una tortura mentale e fisica indicibile!! Come testa e croce su una moneta. Sono vicinissime ma la testa non vede mai la croce e viceversa. E noi eravamo così: le due facce di una medaglia. Lei, la bellissima Elfa, da una parte e io, semplicemente io, dall'altra. E non potevamo vederci. La differenza tra me e lei è che lei di questo mio travaglio non se ne poteva neanche immaginare l'entità... e neanche la stessa esistenza. Perchè penso che una persona un po' assennata non se li ponga questi problemi. Ma non sono abbastanza assennato neanche da preoccuparmene, preferisco continuare a tormentarmi con questi deliri pseudo-filosofici. E anche paranormali, nel senso che vanno oltre la normalità socialmente intesa. Eppure... anche io ho un limite... non sono in grado di sostenere questa tortura... e impazzisco, ritrovo i testicoli persi qualche giorno fa e decido: ora la conosco. Ma sono razionale. Mi rendo conto che non mi è possibile semplicemente attaccare bottone. Ci vuole una super mossa geniale... e io la invento. Scavo nelle mie memorie adolescenziali e recupero la più semplice ma efficace tecnica usata dai piccoli alle prime cotte: la lettera d'amore. Allora eccomi che strappo un foglio dal quaderno, con una determinazione incredibile, impugno fermamente la penna, quasi incazzato (ma xchè? con chi? rimarrà un mistero) e butto giù qualcosa tipo: "Scusa il disturbo, ma devo dirtelo: io non credo nei colpi di fulmine... ma tu mi fai proprio emozionare!! Se ti vedo mi batte fortissimo il cuore... sei bellissima! Ciao ciao! Riccardo"
Ecco, è pronto il mio biglietto. E' ora di far vedere quanto sono uomo. Avete presente quella coreografica danza che fa la squadra di football neozelandese, gli ALL Blacks per caricarsi? Stavo avvenendo uno spettacolo simile dentro di me... mi stavo simbolicamnete strizzando le palle. Ma non indugio. Metto tutti i libri in cartella, indosso giacca e metto lo zaino in spalla. Prendo fiato. Le devo passare accanto per raggiungere le scale e poter uscire. Devo solo, con tutta la mia tranquillità, appoggiare il foglietto sul suo banco, senza neanche guardarla e tirare dritto, poi ci penserà lei a leggerlo e a capire. Io devo solo agire e scappare. Toccata e fuga. E poi... poi si pensa. Sono pronto. Mi volto, lei c'è. Bellissima anche ora. Ma io sono un duro. Faccio un passo, biglietto in mano. Altri due passi, stendo il braccio di lato, verso il suo banco... ci sono... ora è solo un attimo... basta aprire le dita e il biglietto cadrà davanti ai suoi bellissimi occhi concentrati... degli occhi profondissimi, che ti ci perdi dentro... e io mi ci perdo... e quando mi ritrovo sono già sulle scale... e col biglietto ancora in mano. Lo guardo, come se ormai fosse un prolungamento del mio corpo. Sbuffò e rido di me. Rassegnato, ma ancora con un attacco di tachicardia in pieno svolgimento, scendo al piano terra. Vado a salutare un mio amico. Parliamo un po' e lì ho una reazione fisiologica inaspettata: devo troppo pisciare. Ero emozionato al punto da non riuscire a controllare la vescica... me l'ero fatta addosso, o poco ci mancava. Mi tolgo giacca e zaino e li lascio ad Ivan, il mio amico. Vado in bagno autoumiliandomi. Svuoto la vescica, do una scrollatina finale e mentre mi lavo le mani mi rendo conto di un cambiamento: la pisciata mi ha cambiato. Ora sono un uomo nuovo. Anzi, semplicemente un uomo, visto che poco fa ero solo un cagasotto. Mi incazzo ancora, stavolta so con chi: con me stesso. Vado da Ivan, tiro fuori il biglietto e dico: "Aspetta un attimo Ivan, vado e torno" con un'espressione seria e determinata che probabilmente era spiegabile solo come follia. Prendo il volo, salgo le scale. Non ho più con me giacca e zaino... quindi l'Elfa che mi aveva visto andar via quando mi vede intuisce che qualcosa non va... e nel giro di pochi interminabili secondi scoprirà cos'è. Mi avvicino con passo deciso e sicuro (almeno questa era l'impressione che volevo dare, in realtà credo che stessi tremando e ondeggiando pericolosamente), arrivo al suo banco. Lei mi sta guardando xchè io la fisso. Mi inginocchio, tipo supplicante e dentro di me una voce: "Oh, ma che cazzo stai a fà??" E una voce in risposta: "Apelle figlio di Apollo fece una palla di pelle di pollo, tutti i pesci vennero a galla per vedere la palla di pelle di pollo fatta da Apelle figlio di Apollo". E la voce di prima: "Capisco, capisco..." E intanto sento che dalle mie labbra esce una frase che non so chi ha pensato, forse io, ma non me ne sono accorto: "Scusa, non prendermi per pazzo, ma questo è per te..." Lei incredula prende dalla mia mano il foglietto e io sono incredulo quanto lei... non posso essere io quello che ha appena fatto questo numero eppure... i miei pensieri si interrompono perchè lei sorride interdetta, incuriosita. E io quel sorriso ce l'ho ancora nella testa dopo un anno e mezzo, che mi occupa spazio nella memoria, che mi illumina tutti i pensieri che ci stanno attorno. Ritorno incredibilmente coi piedi per terra e capisco che è il momento di fuggire, prima di non poter più evitare lo svenimento. Articolo un: "beh, ciao..." e fuggo. Barcollando rapidamente al piano di sotto. Ivan mi guarda interdetto: "che è successo? sei rosso da morire...stai bene?" "Più o meno... cioè, sì, credo... insomma, devo scappare, domani ti dico!" Inforco al volo giacca e zaino e volo via. Cammino veloce che un maratoneta mi avrebbe voluto come personal trainer. Recupero una pizza sulla strada di casa e mi vado a chiudere in camera davanti alla tv e alla playstation che mi fanno compagnia tra i mille pensieri. E domani? Verrà? Non verrà più? Mi dirà qualcosa? Farà finta di niente? Riderà di me? Si vergognerà? E io? Che farò? E dopo qualche ora di ruminazione mentale, grazie allo stress emotivo accumulato, crollo, con la mia vita padovana che stava per prendere una piccola grande svolta...
[to be continued...]

ATTENZIONE:

Per commentare questo BLOG
è necessario essere iscritti
alla community di www.spritz.it

 

COMMENTI:


Autore: LABYRINTH
( giovedì 15 luglio 2004, ore 09:44
)

Hahaha a forza di ridere ormai i miei addominali fanno concorrenza a quelli di Schwarzi ai tempi d'oro di Conan il Barbaro !!
Sei forte drago... mi ricordi un mio grande amico che ho conosciuto propio li all'uni di Jappelli.
Cmq... ke domande idiote ke ti poni... ovvio ke l'Elfa non mangiava... lei con un boccone del "pan di via" è sazia!! Il pane elfico fa miracoli!




Autore: Heidi
( giovedì 15 luglio 2004, ore 08:14
)

Doh!
Hai ragione, c'era scritto...




Autore: D R A G O
( mercoledì 14 luglio 2004, ore 14:17
)

Ehm... c'è anche scritto nel racconto che me le sono lavate le mani... non sono mica un zozzone!!




Autore: Lleyton
( mercoledì 14 luglio 2004, ore 12:56
)

dai Heidi non si fanno certe domande.... siamo di fronte ad un cavaliere...




Autore: Heidi
( mercoledì 14 luglio 2004, ore 07:34
)

Sei troppo un fenomeno!!
Solo una cosa mi sto ancora chiedendo: Le mani te le sei lavate dopo la scrollatina vero???




Autore: Lleyton
( mercoledì 14 luglio 2004, ore 01:10
)

waiting




Autore: Nica
( martedì 13 luglio 2004, ore 23:39
)

MAMMA MAMMA..
I BRIVIDI!!!
MI RICORDA MARCELLO.. E LA LETTERA KMTRICA KE GLI SCRISSI IN 5A SUP!!!
è UN ANNO KE NON LO SENTO.. ANKE SE HO TROVATO UN AMICO!!
KISSA SE L'HA ANCORA.. SO KE L'AVEVA CONSERVATA.. FINIVA CON "non rovinare le tue bellissime labbra con il diadema della crudelta!"
ehehe grazie a questa frase dopo 2 giorni mi ha fermata e ho saputo tutto di lui!!!




Autore: D R A G O
( martedì 13 luglio 2004, ore 23:23
)

beh... devo crearlo un po' di pathos... così non perdo l'audience!!




Autore: Molly
( martedì 13 luglio 2004, ore 21:39
)

noooo..mi fai morire di curiosità dragone..la scritta sul banco xò era fenomenale..




GENNAIO 2020
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

RICERCA:
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


BLOG che SEGUO:

-------------------------------- --------------------------------
Sweet Home Jappelli:


Squalo 83
Spiderr
ZorroBobo
-Mick-
tossica
davide501
Centipede
goodcla
silently
Redrobx
Valevally
Blues Baby
D_r_A_k_E
Satiah
Jashugan
DemoMan
Dulcinea
rossofuoco
Skylock
rickyf
Venice78
Aleida
icegirl
irabg
maurazione
luce..
idefix
Sincronizzata con la vescica di noi tutti:

laBidella

--------------------------------

--------------------------------


Perchè ogni tanto qualcuno ha un’tdea geniale:

CASBAH

La Mia Lettrice N°1
ora Dottoressa:
Heidi

ESE

(Ermetico Scassapalle Errante):

Lleyton

Un nick dall’inutile retroscena:

SMART

Perchè è LiciaPunk:

nouse86

Perchè la classe non è acqua:

kero kero

Perchè la Mamma è sempre la Nora:

pisolina

Un papà di cui andar fieri ma non troppo:

Sicapunk

Colei che non teme i caffè troppo carichi e l’alito cipolloso:

Rachel

La mia Acconciatrice Ufficiale:

pecchia

Scusate se tolgo i commenti
ma la lista era troppo lunga...

alloro10 Trap nzirioso Cilius yaku leoncina
Speleogirl
Leonida
Bjorketta
Sabrina71
69TheBest
alex1980pd
SixtyNine
doddle
calimero
Lazzaro
Lercio
Temporale
PUNKETTINA
RAC
Phem
ice lady
Irenita
EmmaBovary
andynight
cherry-lyn
Syst3m
Amara
Saltatempo
Momo
Annette
refosco
Apina
Thelma
NadiaNB
Blondy
Ayeye
zilvio
ducabianco
Juz4
disordine
Beax
J k D
MelaNera
Matan
Tala
Pry79
Allanoon
reglia
robbish
cillablack
daisy
jad
sardina
wonderfra
Dott.ssa_I
Feanor
La_Vale
banana_joe
Ruzena
LiNdA*
didojazz






BOOKMARKS

Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE: