BLOG MENU:
STO LEGGENDO

..java,javascript,html,xml,xsl,css,jsp,php,ant etc etc..


HO VISTO

..immagini che voi cosi non potete neanche cosare..

STO ASCOLTANDO

..il mio mono neurone che dice:"c’è l’ecooooooo ..cooooooo ..oooo ..oo"

ABBIGLIAMENTO del GIORNO

jeans maglietta e felpa

ORA VORREI TANTO...

..una barca di moijto e una caraffa di sushi..

STO STUDIANDO...

O.C.A.

Oracle Certified Associate

OGGI IL MIO UMORE E'...

..alti e...meno alti..

ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


1) doversi alzare da sotto il piumone alle 7 di mattina in pieno inverno
2) Se ero il primo della fila al semaforo rosso, quando parto e arrivo in mezzo all\'incrocio, non mi ricordo mai se il semaforo era scattato o no, e guardo negli specchietti se anche gli altri partono!

3) l\'occhio che si chiude senza la mia volontà


MERAVIGLIE


1) svegliarsi accanto alla persona che si ama


Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:


La mia cucciolissima => MiniFe

..e il suo alterego =>
The Ring

L’astromola =>
Ghirotta

..e il suo pinciuy =>
Skeya

la mia figlia preferita =>
Ueikap

ladySbryza (la mia figlia del biafra preferita
l’avevamo adottata a distanza ma un giorno nella lettera al posto delle foto c’era proprio lei) => Torotoro!

la mitica linz =>
Febe

la donna antiscippo =>
Chaeni

scrive post bellissimi e letteralmente spiazzanti(e mi cita pure deGregori) =>
violante

perchè il mondo non è piccolo..di più =>
Drauen

di sorella ce nè una sola(e menomale) =>
Sulpicia


Amici
conoscenti e blog interessanti =>

Rondine

Biankaneve
(l’umanità la ringrazia per aver sviluppato e reso celebre la teoria comparativa ferrari-rapporti di coppia )


e il suo lato oscuro =>

mercoledi


miss simpatia 2009 =>
Giò78

se fossi donna la renderei ricca comprando tutti i suoi capolavori =>
annina86

anche se purtroppo ha chiuso il blog =>
clarice

la piccola stella senza cielo =>
stellarosa

CASBAH

ElianaCF

Dolcemare

la sorella del moroso di Ivan..ehm..forse era il contrario =>
Micia86

Superciuk

Ateriditi

MrSick

khorakhanè

Elbaratz

Folklorist

(quando lo apriranno)

Treelo

Stefina

Stargatta

Infinity

-Derfel

pieradaria

gil.lemon

rampazzo

BOOKMARKS


Il mio amico paolo in svezia
(da Pagine Personali / HomePage )
Venezia volley
(da Sport / Pallavolo )


UTENTI ONLINE:




(questo BLOG è stato visitato 10893 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ALEX_88, ospite, ospite, Ferio, ospite, ospite, ospite, hailie, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



SONDAGGIO: IL MONDO È BELLO PERCHÈ È MARIO...MA ALMENO AL CESSO..


Parliamone...perchè qui la questione si fa seria ed inquietante!
E’’ stata avviata un’’importante ricerca per sancire in maniera definitiva ed inequivocambile qual è il giusto modo per utilizzare il bidet!
Cioè..la seduta che utilizzate è quella detta "alla cavallerizza" cioè frontale, a cavalcioni, con la possibilità di guardare il rubinetto per intenderci...o preferite la "retromarcia" cioè sedervi all’’indietro come se vi sedeste sulla tazza del Water dando la schiena al rubinetto(posizione che pare presenti luci ed ombre tra cui l’’indubbia comodità e pregio di non dover togliere completamente i pantaloni ma che non permette di vedere il rubinetto rendendo difficile la regolazione della temperatura)?
Oltre a questo la ricerca si pone lo scopo di capire se le preferenze nell’’utilizzo possono essere dovute a fattori caratteristici della popolazione come per esempio il sesso.

Quindi amici/amicie di spritz votate e votate...STOCCOLMA CI ASPETTA!!!

Sono un maschietto ed utilizzo la seduta frontale
Sono una femminuccia ed utilizzo la seduta frontale
Sono un maschietto ed utilizzo la seduta in retromarcia
Sono una femminuccia ed utilizzo la seduta in retromarcia
Non rientro in uno dei gruppi sopracitati e/o non utilizzo nessuna delle sedute menzionate

( solo gli utenti registrati possono votare )

giovedì 17 luglio 2014 - ore 12:45


La pallavolo è lo sport più pericoloso che esista
(categoria: " Vita Quotidiana ")



"Mi rivolgo a voi in quanto esseri adulti, razionali e con la testa ben piantata sulle spalle. Preferisco essere proprio io a dirvelo, con cognizione di causa e prima che lo scopriate sulla vostra pelle: la pallavolo è lo sport più pericoloso che esista. Vi hanno ingannato per anni con la storia della rete, della mancanza di contatto fisico, del fair play. Ci siamo cascati tutti, io per primo, il rischio è molto più profondo subdolo. Prima di tutto questa cosa del passaggio…In un mondo dove il campione è colui che risolve le partite da solo, la pallavolo, cosa si inventa? Se uno ferma la palla o cerca di controllarla toccandola due volte consecutivamente, l’arbitro fischia il fallo e gli avversari fanno il punto. Diabolico ed antistorico: il passaggio come gesto obbligatorio per regolamento in un mondo che insegna a tenersi strette le proprie cose, i propri privilegi, i propri sogni, i propri obiettivi. Poi quella antipatica necessità di muoversi in tanti in uno spazio molto piccolo. Anzi lo spazio più piccolo di tutti gli sport di squadra! 81 metri quadrati appena… Accidenti, ci mettiamo tanto ad insegnare ai nostri figli di girare al largo da certa gentaglia, a cibarsi di individualismo (perché è risaputo che chi fa da sé fa per tre), a tenersi distanti da quelli un po’ troppo diversi e poi li vediamo tutti ammassati in pochi metri quadrati, a dover muoversi in maniera dannatamente sincronica, rispettando ruoli precisi, addirittura (orrore) scambiandosi ‘cinque’ in continuazione. Non c’è nessuno che può schiacciare se non c’è un altro che alza, nessuno che può alzare se non c’è un altro che ha ricevuto la battuta avversaria. Una fastidiosa interdipendenza che tanto è fondamentale per lo sviluppo del gioco che rappresenta una perfetta antitesi del concetto con cui noi siamo cresciuti e che si fondava sulla legge: ‘La palla è mia e qui non gioca più nessuno’. Infine ci si mette anche il punteggio e il suo continuo riazzeramento alla fine di ogni set. Ovvero, pensateci: hai fatto tutto benissimo e hai vinto il primo set? Devi ricominciare da capo nel secondo. Devi ritrovare energia, motivazioni, qualità tecniche e morali. Quello che hai fatto prima (anche se era perfetto) non basta più, devi rimetterlo in gioco. Viceversa, hai perso il set precedente? Hai una nuova oggettiva opportunità di ricominciare da capo. Assolutamente inaccettabile per noi adulti che lottiamo per tutta la vita per costruire la nostra zona di comfort dalla quale, una volta che ci caschiamo dentro, guai al mondo di pensare di uscire. Insomma questa pallavolo dove la squadra conta cento volte più del singolo, dove i propri sogni individuali non possono che essere realizzati attraverso la squadra, dove sei chiamato a rimettere in gioco sempre ed inevitabilmente quello che hai fatto, diciamocelo chiaramente, è uno sport da sovversivi! Potrebbe far crescere migliaia di ragazzi e ragazze che credono nella forza e nella bellezza della squadra, del collettivo e della comunità. Non vorrete correre questo rischio, vero? Anche perché, vi avviso, se deciderete di farlo… non tornerete più indietro."




Mauro Berruto Commissario Tecnico della nazionale maschile di pallavolo

(Testo pubblicato sul volume ‘Sogni di gloria. Genitori, figli e tutti gli sport del momento’ della collana ‘Save the parents’ di Scuola Holden edito da Feltrinelli)

COMMENTA (0 commenti presenti) PERMALINK





thesnakeR, 34 anni
spritzino di (città è una parola grossa)S.Giorgio delle Pertich
CHE FACCIO? Programmatore ma soprattutto il gigante buono!
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]
SETTEMBRE 2018
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30