BLOG MENU:
xociojazz, 28 anni
spritzino di L.C. City
CHE FACCIO? Altro...
Sono middle

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]
STO LEGGENDO

la storia del ventennio...ci hanno preso, ci prendono, e ci prenderanno sempre per il culo!!!

HO VISTO

Riky crescere...’cezzionale!\

STO ASCOLTANDO

Linus al telefono con Prodi...Bhoooo!

ABBIGLIAMENTO del GIORNO

jeans e camicia di linone

ORA VORREI TANTO...

andare ad aprire un bar in messico...forse meglio la jamaica!

STO STUDIANDO...

come guadagnare e basta...

OGGI IL MIO UMORE E'...

pessimo come negli ultimi dieci mesi

ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata

Utilizza questo spazio per descrivere nel modo più conciso possibile il senso che vuoi dare al tuo blog, cosa pensi di scriverci (se parlerai di te stesso o di musica o di politica... o di tutto..), cosa ti aspetti dai tuoi lettori... eccetera.
















parlero’ di eccetera... cose mie


(questo BLOG è stato visitato 1110 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



giovedì 18 maggio 2006 - ore 00:56


INDAGINI
(categoria: " Vita Quotidiana ")


...sono daccordo, ci sono cose più importanti, ma sai quando senti un motivetto che ti ...accende, senti che ti ispira e che ti viene da cantarlo anche se è la prima volta ce lo senti?!?!

Ecco come altre innumerevoli volte mi è capitato con CRAZY di
Gnarls Barkley (gira spesso per la radio) ed in testa alle clessifiche UK e USA...

Ebbene...ecco perchè mi era sembrato di avelro già sentito:


Un vecchio brano di Reverberi in vetta all’hit parade inglese - di Erica Orsini -


Erica Orsini

da Londra

«Genova per noi è un’idea come un’altra», insegna il buon Paolo Conte. E come tutte le idee non ha confini, specialmente quando si parla di musica. Ma stupisce lo stesso ritrovare un po’ della scuola genovese oltremanica, soprattutto se in cima alle classifiche musicali inglesi e americane. Eppure è proprio questo che è capitato con Crazy, il singolo che dà il titolo al nuovo album del gruppo britannico hip hop Gnarls Barkley e che altro non è se non il rifacimento di un vecchio brano inciso da Gianfranco Reverberi negli anni Settanta ed inserito nella colonna sonora di Prepàrati la bara, uno spaghetti-western interpretato dal solito Terence Hill. Sembra che la coppia di cantanti l’abbia sentita un giorno e ne sia rimasta talmente colpita da telefonare a Reverberi per chiedergli se potevano riadattarlo e farci un nuovo disco. Il capostipite della scuola d’autore genovese ha dato l’autorizzazione e in brevissimo tempo ha visto la sua canzone balzare in vetta alle classifiche delle canzoni più vendute sia in Gran Bretagna sia negli Stati Uniti. Ma c’è di più. Si tratta dell’unico singolo che è riuscito in questa impresa ancor prima di arrivare nei negozi, dove sarà disponibile soltanto a partire da lunedì. Le sue 31mila copie sono state acquistate infatti online. Un record assoluto.
Vedere il videoclip dei Gnarls Barkley pensando alla struggente poesia dell’autore di Ciao ti dirò fa uno strano effetto e probabilmente il primo a stupirsi di tanto interessamento sarà stato proprio Reverberi. Ma evidentemente il talento è qualcosa che si riconosce comunque, anche quando i brani vengono riarrangiati per un pubblico che ha molti anni di meno e che non vive senza l’ipod.

questo si può trovare su http://www.myspace.com/gnarlsbarkley e confrontare con http://www.budterence.tk/jukebox12/index.php ultimo brano...

...però il pezzo è proprio bellino!






LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



martedì 31 gennaio 2006 - ore 22:16


Sticazzi!
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Questo ridente paesino sulle rive del lago di Lugano, ci ha visti (www.londoncafe.it) passare di qui proprio venerdi scorso.



Non so se l’aria, la particolarità del posto, la strana condizione di enclave italiana in territorio svizzero, mi hanno portato a fare alcune ricerche ed ho trovato che:

1 http://www.miralux.ch/campione_it.htm

2 http://www.politikando.com/PROPOSTANITTOPALMA.htm alla voce SCAJOLA Claudio

3 http://www.report.rai.it/viewer.asp?c=n&q=48

...DIO SALVI LA REGINA ED IL ROCK’N’ROLL!!!
Un saluto a tutti.

ps per i racconti su Broccadello vedremo domani
pps [Tamburi, se e diese e mesa e go da faghe el bagno a Riky!!!Ea bira co Santana ea bevemo naltra sera]
Ciao



COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



martedì 24 gennaio 2006 - ore 23:15


...Gesu’!
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Allora, dopo quasi un anno, mi ritrovo a srivere -monade-velate: pensieri, cioè, con parole che sottointendono e che vengono decifrate dai pochi che conosci. Ho scoperto che è una metodologia molto usata nei blog e i vari blogger si fanno capire mediante suddetti periodi, fatti e pensieri che li riguardano personalmente, ma indecifrabili ai più.
Cominciando dall’inizio, anzi, direttamente dal secondo tempo dellle nostre vicende...:

1-Ho ringraziato e ringrazio ancora i miei amici.
(cioè: fa sempre bello e non impegna come inizio...ci sta mooolto bene)
2- Ringrazio veramente i miei amici, gli unici che ignorantemente sognano e si "adoperano" affinchè i sogni propri e altrui abbiano seguito!
2b-molto carina è stata la serata del 18 gennaio , quando le parole: ZOCCOLO DURO, NOI, NOI QUATTRO, ANCA TI SANTON, ME FA STARE MAE, hanno aperto la breccia che le vicissitudini dell’ultimo anno mi avevano chiuso...SIAMO SEMPRE NOI!
2c-abbraccio fortemente chi ha acceso la miccia con quel suo >comunistoide< scioperare...eri, sei, e probabilmente sarai un grande...[abbiamo un cordone ombellicale moooolto lungo]
2d abbraccio con l’affetto di sempre colui che "non può mancare", da sempre molo sicuro, su cui attraccare quando tuona la tempesta...eri, sei e probabilmente sarai un grande[siamo siamesi! dio caro!]!!!
3e un abbraccio a chi torna dalla montagna...non ti manca mai niente, §gannca e cartine§
3- Dopo i ringraziamenti, il presente: devo abbracciare chi non è mai cresciuto e non crescerà mai (credo), chi a volte non arriva e che ha sempre la scusa...NO TE GHE CAPIO CHE NO SEMO EBETI?!??!?!
4- Il futuro: con il nuovo assetto lavorativo le cose cambieranno e forse cambierà chi questo assetto lo subisce/vive...che dire...no posso più fare el mona!
5- CHI CAPE CAPE E CHI NO CAPE MAO! Speriamo di divertirci in terra elvetica [mai le ferie furono più meritate per me!!!!] non vedo l’ora di vedere il nostro PINfonico nelle vesti del vacanziero, il Camper, le CHITARRE DEL CAPO NELLA DOCCIA, il frullo come cuscino, i nascondigli (...) nei bagagli di Ste, e le mie labbra che dalla forma di "arco a volta" diventano u...

ho finito, Riky piange, morì tuti!

ciaoooooooooooooooooooooooooooo


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



martedì 24 maggio 2005 - ore 01:12


e alla fine arriva Franco...
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Tante monade...questo è cio' che penso rivedendo il mio tempo libero/gogliardico/godereccio.
Tante monade perchè se guardi e non vedi problemi, vuol dire che devi cominciare a preoccuparti!
Sono convinto che la vita, come le maree, come la terra, come la tua faccia, come la borsa (!), come gli affari è un continuo sali-scendi di umori, passioni, sentimenti: quando ti senti in cima, la navetta delle montagne russe della tua vita, si prepara all'inesorabile picchiata!
Con ardore aspetti sempre, cioè, quella piccola frazione di secondo che ti permette di guardare dall'alto tutto e tutti e, con la fervente soddisfazione di essere arrivato, senti lo schienale della navetta che non ti preme più le spalle per la gravità, che stai rallentando la rapida salita, che per inerzia quel lieve senso di capogiro si placa: sorridente guardi avanti e cosa ti si presenta?? Il nulla! Orizzontalmente, il Vuoto! Le care rotaie che ti rassicuravano fino a poco fa', per un leggero e pittoresco paesaggio, sono scomparse!Un lieve senso di panico è come un monito per quel che sarà... L'aria, ora, comincia a premerti la faccia, l'adrenalina provocata dal senso di precipitare ti avvighia, cerchi appigli e stringi forte il maniglione in ferro lucido che ti assicura, non vedi l'ora che tutto ciò finisca, che la velocità rallenti, non metabolizzi la situazione e ti sembra di precipitare sempre più forte, come se qualcosa si fosse rotto, come se stesse accadendo l'irreparabile!!! Strano! Paragonare il mio presente ad una giostra che, peraltro, non ho mai amato! Non riesco,però, a trovare altre similitudini per dipingere l'affresco del mio quotidiano...Attendo perciò di intravvedere la biglietteria e con lei il freno che rallenti questa inaspettata corsa nella giostra del mio tempo, che mi dia un po' di pace, evitando possibilmente i "giri della morte" unici assenti, per ora, dalle mie vicissitudini!
L'unica soddisfazione, vera, concreta, limpida è che alla fine arriva Franco: unica meta tangibile per questo inconsueto ed inaspettato vivere che tutto sommato...non mi dispiace!
Con gli occhi lucidi saluto tutti i vari/veri "maniglioni in ferro lucido" che sicuramente avranno avuto pazienza di arrivare fino a qua e che sanno di cosa parlo........statemi vicino!

Un saluto anche a tutti gli altri!
Su Sociu.

P.s. Oggi 24.05 "francomamma" compie gli anni...che coincidenza!

LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



giovedì 23 dicembre 2004 - ore 23:44



(categoria: " Vita Quotidiana ")


error buster...pardon!

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



mercoledì 17 novembre 2004 - ore 00:42


Strano...
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Vedi cara, è difficile a spiegare,
è difficile parlare dei fantasmi di una mente.
Vedi cara, tutto quel che posso dire
è che cambio un po' ogni giorno, è che sono differente.
Vedi cara, certe volte sono in cielo
come un aquilone al vento che poi a terra ricadrà.
Vedi cara, è difficile a spiegare,
è difficile capire se non hai capito già...

Vedi cara, certe crisi son soltanto
segno di qualcosa dentro che sta urlando per uscire.
Vedi cara certi giorni sono un anno,
certe frasi sono un niente che non serve più sentire.
Vedi cara le stagioni ed i sorrisi
son denari che van spesi con dovuta proprietà.
Vedi cara è difficile a spiegare,
è difficile capire se non hai capito già...

Non capisci quando cerco in una sera
un mistero d' atmosfera che è difficile afferrare,
quando rido senza muovere il mio viso,
quando piango senza un grido, quando invece vorrei urlare,
quando sogno dietro a frasi di canzoni,
dietro a libri e ad aquiloni, dietro a ciò che non sarà...
Vedi cara è difficile a spiegare,
è difficile capire se non hai capito già...

Non rimpiango tutto quello che mi hai dato
che son io che l'ho creato e potrei rifarlo ora,
anche se tutto il mio tempo con te non dimentico perchè
questo tempo dura ancora.
Non cercare in un viso la ragione,
in un nome la passione che lontano ora mi fa.
Vedi cara è difficile a spiegare,
è difficile capire se non hai capito già...

Tu sei molto, anche se non sei abbastanza,
e non vedi la distanza che è fra i miei pensieri e i tuoi,
tu sei tutto, ma quel tutto è ancora poco,
tu sei paga del tuo gioco ed hai già quello che vuoi.
Io cerco ancora e così non spaventarti
quando senti allontanarmi: fugge il sogno, io resto qua!
Sii contenta della parte che tu hai,
ti do quello che mi dai, chi ha la colpa non si sa.
Cerca dentro per capir quello che sento,
per sentir che ciò che cerco non è il nuovo o libertà...
Vedi cara è difficile a spiegare,
è difficile capire se non hai capito già...

"Francesco G."

Chi vuol esser lieto, lieto sia! Di doman non vè certezza!

LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



mercoledì 29 settembre 2004 - ore 23:41


...Inter
(categoria: " Vita Quotidiana ")


'zzo da tempo non si vedeva un Inter così!!!!!!!!!!!!!!

oooooooooooooooooooooook vaaaaaaaaaaaaaaaa bene daaaaaaaaaaaaaaaaccordo, non avevamo una gran squadra davanti, ma che dire dei guizzi di Martins, le fantasie di Stankovic, la grinta di Emre????

Spero sia l'anno buono, intanto preparo il bax per il live di venerdi, ascoltando Clapton, per fortuna di buon umore, con il rum nelle vene...

"...domani è un altro giorno e si vedrà" H. Rossella



LEGGI I COMMENTI (3) - PERMALINK



venerdì 17 settembre 2004 - ore 01:22


...ah Gesù !?!?!?!?!
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Desiderare ed essere sedotti da qualcosa di inutile ti fa' capire quanto ci sia di buono nella tua vita e quanto i tuoi sforzi siano andati a buon fine.

Quell'energia del gruppo e quella voglia di vita non sono altro che il riflesso della tua armonia con la vita stessa. Quasi mai abbiamo il piacere di capire e di essere capiti, la frenesia dei nostri giorni ed il solito quotidiano vivere ci distolgono dall'essenza della felicità e dell'armonia. Spesso mi sono detto ed ho capito che nel semplice e nell'ovvio nuota la felicità; è tutta una questione di sensibilità, di gesti, di attimi, in cui tutto combacia e i tasselli si uniscono creando un mosaico unico, pieno di colori, di atmosfere, di...

La vera riflessione che mi può giungere ora, è di scoprirmi pensante ed assolutamente assorto, con il cuore che batte e con la vista distante da qui, rivolta ai miei sogni, sempre distanti, ma un po' più vicini, ancora vacillanti, ma sempre più vivi.

...tratto da "monade di un movimentato giovedi sera in compagnia di Gido".



LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



venerdì 10 settembre 2004 - ore 00:51


Pulendola...
(categoria: " Vita Quotidiana ")


...'zzo, pochi si immaginano cosa vuol dire prendersi cura di 110 cavalli...

Non che abbia una scuderia, ma per certi versi l'amore e la passione sono le stesse. Parlo, e me ne rendo conto, da truzzo, ma chi ha una moto puo' capirmi.

Quando di sera, assolti gli obblighi sociali, coniugali, famigliari, senti che l'energia sale, ti rendi conto che devi fare qualcosa di tuo, intimo; che ti devi rilassare e pensare a cose tue, ritrovare equilibrio...parlarti.
Spesso si conviene che un buon libro può essere un tocca sana, che BIUTIFUL registrato nel pomeriggio può regalarti leggerezza e malinconia, che suonare SIAMO SOLO NOI con la chitarra può darti serenità, ma io trovo la mia essenza lucidandola, scavando nelle più recondite fessure l'alone di un moscerino, eliminando ogni traccia di fango dal mono posteriore.

Ok mi rendo conto che può risultare agli occhi dei più un'immagine da sfigato, uno che non ha altro, un ebete qualsiasi, ma posso garantire che, a prescindere dall'azione di osservazione ed intervento che richiede l'operazione di pulizia, lucidando una moto ho l'occasione di ritrovarmi.

Un'operazione noiosa, sicuramente poco igenica, rallenta il tempo, chiude una cappa, anzi una cupola tra te, la radio che passa del blues, la moto con il mondo esterno. Ti rendi conto che se c'è una macchiolina scomoda davanti ai collettori di scarico, o la togli tu o resta li! Se il moscerino schiantato sul faro resta dopo dieci passate di straccio rimane incollato se non insisti! E' come una metafora, è la stupida azione di far luccicare ciò che deve luccicare...e strofinando ti rendi conto che solo tenendo duro ottieni dei risultati!!!

Stupido?? Non direi, anzi interroghiamoci e contiamo tutte le volte che ce ne siamo dimenticati!!!!

Oggi per me è stata una giornata speciale, ho aperto una valvola di scarico da troppo tempo chiusa.La soddisfazione e l'autostima mi hanno fatto dimenticare di quanto sia importante capire che i risultati si ottengono tenendo duro, per questo per parlarmi ho usato (inconsapevolmente) i moscrini schiantati sul faro della mia moto.

NB Per raggiungere un minimo di equilibrio ho usato tre sigarette che sommate a quelle di oggi pomeriggio fanno cinque, oltre che a tre Peroni fresche...avevo proprio bisogno di festeggiare!!! Da domani opto per la salute!

Nb2 per il Capo: Tieni duro *azzo!!!!
Nb3 manager sei sempre un mito!
Nb4 Per quanti fossero arrivati fin qui e fossero scontenti o stralunati vadano a vedersi il blog di Markoski che stimo molto.

LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK



mercoledì 8 settembre 2004 - ore 14:40


smettere di fumare
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Ok ok è un modo pessimo per cominciare un blog...ma il mio spazio lo gestisco come voglio.

Se sei fumatore, non ti rendi conto di quanto anestetizzi la nicotina: se ti girano fumi e ti girano meno, se sei allegro fumi e plachi un po' quel senso di leggerezza che ti inebria.

Restare due settimane senza cicche per una persona che ne fumava 30 al giorno non è gioco da ragazzi, ma caspita NE VALE LA PENA!

- maggior concentrazione
- più pazienza
- ricominci a sentire odori e sapori

E' vero la nicotina non è eroina, ma lo sforzo da fare per smettere non è assolutamente indifferente: in ogni momento della giornata, compi con gesti meccanici le stesse azioni che si concludono inevitabilmente con una sigaretta. Pranzo-caffè-cicca; spritz-tramezzino cicca-; pausa pranzo-cicca; telefonata-cicca...etc.
Ora sostituisco una RESET alla cicca e l'alito è più decente, sorrido scoprendo che annusandomi indice e medio profumano ancora di sapone e non di catrame. La voglia è ancora tantissima e spesso diventa un problema resistere (giramenti di testa, giramenti di ...) ma voglio tenere duro.

Per adesso è tutto vedremo domani.

LEGGI I COMMENTI (4) - PERMALINK




> > > MESSAGGI PRECEDENTI
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:


ash2ashes jurgencafe markoski tamburelli

BOOKMARKS


MOTOCICLISTI
(da Tempo Libero / Bellezza )


UTENTI ONLINE:



GENNAIO 2021
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31