BLOG MENU:



elfa, 26 anni
spritzina di Padova
CHE FACCIO? Io sono come Dio.
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO

Tutto ciò che capita..

HO VISTO

tanta gente!

STO ASCOLTANDO

System of a down, Subsonica, Afterhours, Blach label society, Disturbed, Godsmack, Teatro degli Orrori, Vinicio Capossela, Mononegra, Nirvana,Bluvertigo, Daniele Silvestri, Placebo, The Darkness, Noir désir, Louise Attaque, Peter Gabriel, Caparezza, Pink Floyd, Lacuna Coil, Litfiba, rage against the machines, Pitura Freska, Elio e le storie tese, CCCP, skiantos, 99posse, max gazzè, linea77, pearl jam, Pino Daniele, Artic monkeys, bloc party, marlene kuntz, marta sui tubi, nine inch nails, red hot chili peppers,incubus, bob dylan, the doors, Jimi Hendrix,the Beach boys, queen, e molti altri.


ABBIGLIAMENTO del GIORNO

jeans e maglietta

ORA VORREI TANTO...

un lavoro!


STO STUDIANDO...

NULLA..

OGGI IL MIO UMORE E'...

alla dio bojaaaaaaaaa

ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


1) La vecchietta della pubblicità di 'Quattro salti in padella Findus'!!!
2) il sesso


Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:


SySt3m lah darkevil benny pahhh ebe habit79 ros fortfiled momo MikNesiac tintrip sicapunk temporale dansk8 crici feck-u saltatempo ficosecco nancyboy salvojk privo SqualoNoir Milos famsincera ademarki LeGiOnArIo

BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE:




(questo BLOG è stato visitato 6031 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



SONDAGGIO: *DIO È UN CANE MADONNO?*


A volte ci si sente meglio dopo una bestemmia..

si, è la più giusta definizione.
no, è un ferroviere in pensione molto incazzato.
no, è un essere mitologico con corpo di ratto e la testa di toro.
no, è un divano letto gonfiabile.
no, è un secchio rosso.. ocio ocio al frocio col mocio.
no, è una prostituta russa di nome Putamadonka.

( solo gli utenti registrati possono votare )

mercoledì 11 febbraio 2009 - ore 12:26


DICHIARAZIONE UNIVERSALE SUI DIRRITTI DEGLI ANIMALI
(categoria: " Vita Quotidiana ")






Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Animale
La dichiarazione universale dei diritti dell’animale è stata presentata a Bruxelles il 26 gennaio 1978; essa venne sottoscritta dalle più importanti personalità del mondo scientifico, giuridico, filosofico e anche da personalità appartenenti alle principali associazioni mondiali di protezione degli animali. Tale dichiarazione venne promulgata il 15 ottobre 1978 nella sede dell’ UNESCO a Parigi.
SI PROCLAMA:
Articolo 1 Tutti gli animali nascono uguali davanti alla vita e hanno gli stessi diritti all’esistenza.
Articolo 2 a) Ogni animale ha diritto al rispetto; b) l’uomo, in quanto specie animale, non può attribuirsi il diritto di sterminare gli altri animali o di sfruttarli violando questo diritto. Egli ha il dovere di mettere le sue conoscenze al servizio degli animali; e) ogni animale ha diritto alla considerazione, alle cure e alla protezione dell’uomo.
Articolo 3 a) Nessun animale dovrà essere sottoposto a maltrattamenti e ad atti crudeli; b) se la soppressione di un animale è necessaria, deve essere istantanea, senza dolore, ne angoscia.
Articolo 4 a) Ogni animale che appartiene a una specie selvaggia ha il diritto di vivere libero nel suo ambiente naturale terrestre, aereo o acquatico e ha il diritto di riprodursi; b) ogni privazione di libertà, anche se a fini educativi, è contraria a questo diritto.
Articolo 5 a) Ogni animale appartenente ad una specie che vive abitualmente nell’ambiente dell’ uomo ha diritto di vivere e di crescere secondo il ritmo e nelle condizioni di vita e di libertà che sono proprie della sua specie; b) ogni modifica di questo ritmo e di queste condizioni imposta dall’uomo a fini mercantili è contraria a questo diritto.
Articolo 6 a) Ogni animale che l’uomo ha scelto per compagno ha diritto ad una durata della vita conforme alla sua naturale longevità; b) l’abbandono di un animale è un atto crudele e degradante.
Articolo 7) Ogni animale che lavora ha diritto a ragionevoli limitazioni di durata e intensità di lavoro, ad un’alimentazione adeguata e al riposo.
Articolo 8 a) La sperimentazione animale che implica una sofferenza fisica o psichica è incompatibile con i diritti dell’ animale sia che si tratti di una sperimentazione medica, scientifica, commerciale, sia di ogni altra forma di sperimentazione; b) le tecniche sostitutive devono essere utilizzate e sviluppate.
Articolo 9)Nel caso che l’animale sia allevato per l’alimentazione deve essere nutrito, alloggiato, trasportato e ucciso senza che per lui ne risulti ansietà e dolore.
Articolo10 a) Nessun animale deve essere usato per il divertimento dell’ uomo; b) le esibizioni di animali e gli spettacoli che utilizzano degli animali sono incompatibili con la dignità dell’animale.
Articolo 11) Ogni atto che comporti l’uccisione di un animale senza necessità è un biocidio, cioè un delitto contro la vita.
Articolo 12) Ogni atto che comporti l’uccisione di un gran numero di animali selvaggi è un genocidio, cioè un delitto contro la specie; b) l’inquinamento e la distruzione dell’ambiente naturale portano al genocidio.
Articolo 13 a) L’animale morto deve essere trattato con rispetto; b) le scene di violenza di cui gli ammali sono vittime devono essere proibite al cinema e alla televisione a meno che non abbiano come fine di mostrare un attentato ai diritti dell’animale.
Articolo 14 a) Le associazioni di protezione e di salvaguardia degli animali devono essere rappresentate a livello governativo; b) i diritti dell’ animale devono essere difesi dalla legge come i diritti dell’uomo.
L’ EGUALITARISMO dei diritti non esprime un’eguaglianza tra le specie, ma un’eguaglianza di diritti. Non nega cioè le evidenti differenze di forme e di capacità esistenti tra gli animali, ma afferma il diritto alla vita di tutte le specie nel quadro dell’equilibrio naturale.
L’ uomo ha invece creato nel mondo vivente una gerarchia arbitraria che non esiste in natura, tenendo conto solamente della propria utilità.
Questa gerarchia antropocentrica ha condotto allo SPECISMO, che consiste nell’adottare un atteggiamento differente secondo le specie, nel distruggerne alcune proteggendone altre, nel dichiarare che certe specie sono "utili", altre "nocive" o "crudeli". Per causa dello specismo alcuni proteggono il cane e il gatto, mentre non si preoccupano degli animali selvatici imprigionati negli zoo, oppure proteggono le aquile e perseguitano le talpe.
Con lo specismo si è riservata "l’intelligenza" all’uomo e si è concesso "l’istinto" all’animale. Lo specismo ha anche indotto l’uomo a ritenere che l’animale non soffrisse come lui, per poterlo usare e sfruttare; come il "razzismo", che nega a certi uomini quei diritti che altri uomini si attribuiscono si può definire un crimine contro l’umanità, cosi lo "specismo", che stabilisce una gerarchia di diritti nel mondo, è un crimine contro la Vita.
La D.U.D.A. proponeva nel 1978 regole di comportamento umano nei vari settori in cui l’uomo si incontra e/o si scontra con la natura e gli animali:
- rispetto per gli habitat e per gli animali selvatici (quindi rinuncia o riduzione di caccia e pesca);
- rinuncia all’uso di animali per divertimento o pseudocultura (zoo e circhi);
- rinuncia all’addomesticamento autoritario di alcune specie:
a) per fini alimentari (allevamenti intensivi, trasporti, macellazioni)
b) per fini commerciali e sportivi (cani, gatti, cavalli e altri animali)
e) per l’abbigliamento (animali da pelliccia);
- rinuncia all’uso di animali per la ricerca biomedica, industriale, cosmetica, didattica, ecc.;
- rinuncia ai maltrattamenti, alle crudeltà, agli abbandoni di animali domestici;
- rinuncia all’uso, alla tortura, all’uccisione di animali a scopi di divertimento (corride, combattimenti di cani, rodei, corse, feste sadiche, ippica).
L’ etica biologica della "Dichiarazione" non ha certo lo scopo di far dimenticare la lotta contro la miseria dell’uomo, contro la fame, la guerra, la tortura, l’egoismo, ma induce l’umanità a ritrovare il suo posto tra le specie viventi e ad integrarsi in un nuovo equilibrio naturale.condizione fondamentale per la propria sopravvivenza .
La specie umana deve, perciò, adottare un comportamento BIOCENTRICO fondato sulla tutela della Vita; vale a dire che essa deve modificare il suo modo di pensare troppo antropocentrico.
Tale documento è quindi una proposta operativa per un impegno di vita che si realizzi nel rifiuto del consumismo, dello spreco, dello sfruttamento e nella gestione equa delle risorse, nella scelta di beni essenziali nel rispetto dell’equilibrio biosferico sia nel settore produttivo che in campo scientifico, culturale e del tempo libero.

LEGGI I COMMENTI (1) PERMALINK



AGOSTO 2022
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31