BLOG MENU:



Saturass, 29 anni
spritzino di Old Tarantia
CHE FACCIO? Guardian
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO




HO VISTO

2 innamorati sugli Champs Elysees


La Senna


STO ASCOLTANDO

Ac/Dc
Alice Cooper
Audioslave
Bruce Springsteen
Bob Dylan
Bon Jovi
Creedence Clearwater Revival
CSN & Y
Dio
Deep Purple
Dream Theater
Eagles
Emerson Lake & Palmer
Eric Clapton
Faith No More
Iron Maiden
Led Zeppelin
Jesus Christ Superstar
Jefferson Airplane
Jimmy Hendrix
Joe Cocker
Kamelot
King Crimson
Mad Season
Metallica
Michael Jackson
Motorhead
Negrita
Nirvana
Pantera
Patti Smith
Pearl Jam
Pink Floyd
Prince
Police
Queen
Rage Against The Machine
Red Hot Chili Peppers
Ry Cooder
Sistem Of A Down
Scorpions
Simon & Garfunkel
Ska-P
Steve Vai
Staind
Van Halen
Velvet Underground
Vinicio Caposela
Vsion Divine
The Byrds
The Clash
The Doors
The Rolling Stones
The Who
Toto



ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...



STO STUDIANDO...

Improvviso Op.2 n°2 di Schubert
Suite Inglesi di J.S Bach
Sonata "Patetica" di L.v. Beethoven

OGGI IL MIO UMORE E'...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata


(questo BLOG è stato visitato 11046 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



lunedì 20 dicembre 2010 - ore 04:33



(categoria: " Vita Quotidiana ")


Il nuovo Muro

dicembre 17th, 2010 da Diego | Scritto in alcatraz-italia |

Fracassare bancomat, incendiare automobili, lanciare petardi, sampietrini, bombe carta, accerchiare in trenta un autoblindo con due sventurati poliziotti all’interno e rischiare che diventino tizzoni ardenti, sono azioni infami e mai niente le giustificherà. Ma è altrettanto infame occuparsi dei giovani solo quando vanno a fuoco le città. È come se si invitassero i più scalmanati a ripetere le loro gesta per ottenere udienza e uno straccio di notorietà. Sono due anni che sfilano pacificamente per le strade e non frega niente a nessuno. Li hanno trattati da minoranze imbecilli e indolenti, è stato detto loro che i veri giovani sarebbero quelli che stanno a casa a studiare, invece di ringraziarli per essere ancora vivi e reattivi, magnificamente capaci di scendere in piazza in questo cimitero virtuale per ricordarci che esistono e sono disperati.
Ne hanno mille e uno motivi. Ma un potere tutta pancia e niente testa o anima, un parlamento in cui dettano legge gli scilipoti e una maestrina dalla testa a martello come il prof di The Wall, sono la banda della Magliana della cultura, della politica, dell’arte dell’ascolto. È un Muro di omertà, di connivenze oscene, di mediocrità criminale. A molti di noi –che leggevamo Camus, Sartre, Pasolini e “Todo Modo” di Sciascia- questo parlamento ci ha fatto rimpiangere persino la democrazia cristiana, perché qualche fessura, qualche crepa, una breccia per la quale passare, la lasciava. E Aldo Moro (che all’epoca trovavo noiosissimo) oggi lo venererei come un santino e penderei dalle sue labbra. Perché osteggiare un Moro o un Berlinguer per ritrovarsi uno Scilipoti o un Calearo è la cosa più conturbante che possa capitare a una generazione.
Questo Muro di oggi è intonso come la fronte degli idioti, non sente ragioni né prova di sé pena o vergogna, al contrario, è compiaciuto della propria ineffabile tenuta, delle proprie prebende e immunità, dei posti pubblici elargiti ad amanti e parenti, si pavoneggia delle proprie schifezze, se ne vanta in barzellette da commendatore ai Caraibi. Le “zone rosse” che il Muro di oggi protegge sono ben altre che lo spazio antistante Montecitorio. Il Muro di oggi protegge le zone rosse interiori di chi era al potere in questi vent’anni e non ha mosso un dito perché era scomodo farlo. Perché non gli conveniva. Perché era ricattato dai propri scheletri custoditi negli armadi di qualcun altro, e viceversa. Detesto fare di tutta l’erba un fascio, ma chi oggi comanda, in Italia, non può non essersi già venduto a tutto. E chi ha ancora dei valori, chi è trasparente, chi ascolta, chi si dona, non può che fare la fame. Ci saranno solo rare e fortuite eccezioni.
Se io fossi un giovane nato negli anni Ottanta e Novanta, se l’unica forma di democrazia da me conosciuta fosse il berlusconismo e –da qualche giorno- il suo inevitabile epigono, lo scilipotismo, se avessi giocato coi mostri e con la play, avessi ciucciato latte Mediaset e Bruni Vespa Horror Show, se ogni santo giorno della mia giovinezza avessi sentito al Tg che la mafia e la camorra vincono, che la più cialtrona furbizia in questo paese ha la meglio, e i soldi, l’arroganza e la prepotenza sono l’unico valore che rende un uomo “nobile” e la vita degna di essere vissuta (il resto è utopia adolescenziale -dicono i furbi-cioè polvere e merda) e se oggi mio padre cassintegrato non potesse comprarmi il cellulare che pubblicizzano alla tele o mia madre insegnante precaria non potesse più allungarmi cinquanta euro per sfondarmi di birra con gli amici, be’, lo confesso, sarei più incazzato di loro, anche perché sarei privo di quegli strumenti di conoscenza che a noi aiutavano a temperare la rabbia e a reggere la complessità dell’esistenza: noi leggevamo, ma se avessimo avuto la tv e la play avremmo certamente letto ancora meno di questi ragazzi che andrebbero ascoltati per ore e giorni interi, in silenzio religioso, perché questi ragazzi sono l’unico futuro che ci fa un po’ sperare, l’ultimo meraviglioso sussulto di una civiltà spenta.
Non si debbono assaltare i palazzi della democrazia, ma non si può pretendere che in un regime scilipotico non accada una rivolta. È ipocrita e soprattutto idiota. Chiunque veda quegli omini lì si sente giustificato a lanciare il proprio stuzzicadenti. Come si fa a non capirlo? Come puoi pretendere che la gente crepi di fame in un cantuccio vedendosi governata da gente di questo livello? Auguriamoci che qualche testa pensante sospenda la riforma universitaria e si apra al dialogo col movimento studentesco, o si moltiplicheranno le zone rosse e quel che resta del confronto democratico finirà come le immondizie napoletane, per le strade e solo per le strade.
Per vent’anni avete insegnato ai giovani che non esiste altro valore che il denaro. Una crisi economica violentissima ha reso povera la maggioranza degli italiani. Non essendoci più altri valori di riferimento sta montando una rabbia devastante. Se i politici non lo capiscono, poveri noi. Ieri, ad Annozero, avrei voluto sentire i giovani studenti invitati. Ma non è stato possibile capire le loro ragioni. Gli “adulti” li interrompevano in mille modi, minacciosi o bonari, pretendendo da loro che si smarcassero dalla violenza, senza capire la portata incendiaria e violenta delle loro personali “zone rosse”. C’era bisogno di silenzio e di ascolto, invece di questa esibizione d’immaturità decrepita davanti ai nostri figli. Un’altra occasione mancata. Un’altra esibizione del nuovo inossidabile Muro.

COMMENTA (0 commenti presenti) PERMALINK



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:


Akroma

Anid
Belphegor
*cleo*
ceo
Daxcimix
Dafne
Darrell
DeCarlà
Dragonfly
Emperor
Freno
Frizzio
Gatsu81
Gino Pongo
Girella
Gnello
Insidia
Kayla
Ktulu
Labyrinth
Lo Re
Lucignola
Massone
Mike74
MrSick
Mortiis
Nazgul
Nemesi
odum
Ponta
Preacher
Rage86
Salamandro
Sbraaa
Snowchris
Spiderr
Thutlandia
Tesbrego
Triple Ace
Vampire
Vampiretta


Onore ai Caduti
Saturas

Prototipi di Persone Da perseguitare ed ESTIRPARE situate nella Giudecca

MelaNera
Ballerina
Barbie11
Darkalice
Gothiclady
Sybelle
Alexiss87
baTosta


BOOKMARKS


Facebook
(da Tempo Libero / Astrologia )
Mmorpgitalia.it
(da Arte e Cultura / Cartoni & Fumetti )
GamersRevolt Forum
(da Arte e Cultura / Cartoni & Fumetti )
Age of Conan
(da Arte e Cultura / Cartoni & Fumetti )


UTENTI ONLINE:



GENNAIO 2022
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31