BLOG MENU:
STO LEGGENDO

GIULIA BLASI
NUDO D’UOMO CON CALZINO
2009 Einaudi.




HO VISTO

ANPLAGGHED AL CINEMA,
di Rinaldo Gaspari con Aldo, Giovanni e Giacomo; regia
teatrale di Arturo Brachetti
;

I SEGRETI DI BROKEBACK MOUNTAIN, con Heath Ledger
e Jake Gyllenhaal, di Ang Lee
;

IL DIAVOLO VESTE PRADA,
di David Frankel, con Meryl
Streep ed Anne Hathaway
;

IL 7 E L’8, di Giambattista
Avellino, Ficarra & Picone;
nel cast, Salvatore Ficarra,
Valentino Picone, Remo
Girone e Arnoldo Foà
;

MATCH POINT, di Woody Allen;

MEMORIE DI UNA GEISHA,
un film di Rob Marshall;

NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI,
regia di Fausto Brizzi;

"PIRATI DEI CARAIBI" - LA
MALEDIZIONE DEL FORZIERE
FANTASMA, un film di Gore
Verbinski, con Johnny Depp
;

QUANDO L’AMORE BRUCIA L’ANIMA (WALK THE LINE), di James Mangold - con Joaquin Phoenix e Reese Witherspoon;

SATURNO CONTRO, regia di
Ferzan Ozpetek; con Luca
Argentero, Pierfrancesco
Favino, Margherita Buy
.


STO ASCOLTANDO



ABBIGLIAMENTO del GIORNO

adeguato

ORA VORREI TANTO...

stabilità

STO STUDIANDO...

leggendo, più che altro

OGGI IL MIO UMORE E'...

potrebbe andare meglio.

ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


1) Quelli che si appendono un Cd allo specchietto retrovisore dell'auto....
2) Quando arrivi a fidarti solo di te stesso...
3) essere ammalati quando in realtà hai un sacco di cose divertenti in programma
4) non aver avuto il coraggio di dire in tempo ad una persona quanto importante fosse per te e scoprire che ora non puoi più farlo...
5) Pensare di essersi dimenticati la macchina aperta con il portafoglio dentro
6) Sapere che il tempo passa inesorabile e aver paura un giorno di dimenticare tutto,la vita,gli amici,gli affetti,le persone....e aver paura di tutto questo!
7) svegliarmi e scoprire che mi piace la musica di dj Francesco..potrei morire..sul serio eh

MERAVIGLIE


1) Sentire che per qualcuno tu conti davvero
2) suonare col proprio gruppo a San Siro con milioni di persone
3) Sarebbe una meraviglia se riuscissimo a essere onesti con noi stessi e con gli altri allo stesso tempo sempre...
4) Lo stupore di sentire che ogni giorno ti vuoi bene sempre di più e in modo diverso
5) ...vivere senza illusioni...
6) mio padre che viene da me e mi dice di essere orgoglioso di me...
7) Spiegare a qualcuno il nostro punto di vista, e sentire che anche se non è d'accordo con noi l'abbiamo colpito, e abbiamo lasciato qualcosa, anche di piccolo, nella sua vita.


Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:


Argentino
Barto
Beat Shop
CASBAH
Chiara@
D_r_A_k_E
Daisychain
Daunt
DPA
Eimar
Elisewin29
EmmaBovary
Empedocle
Fabio
fAiRy*
Feather
Il Messia
Israfel
JazzBass
JohnTrent
Kais
Kajagoogoo
KillerCoke
Leonida
Lleyton
Lucadido
Lyriannos
M@rcello
MadeInPoP
Malice
Mayamara
Misia
Mist
Molectra
Momo
Mrspritz
Nenetta
Nevebianka
Noel
Nico
Oli
Pego
Pennylane*
Phelt
Plerik
RadelFalco
Renyceront
RickyM.
Sabry8
Samuele
SoundPark
SqualoNoir
Thutlandia
Tobor
Valeee
Valevally
Worldout
Zeit



BOOKMARKS


Il Barbiere della Sera
(da Informazione / Quotidiani )
Almost Blue in Reverse
(da Pagine Personali / HomePage )
Audiophile's Corner
(da Musica / Cantanti e Musicisti )
Indie Junkies
(da Pagine Personali / HomePage )
...libri docet...
(da Arte e Cultura / Narrativa )
Il blog di Beppe Grillo
(da Informazione / Notizie del Giorno )
Altroconsumo
(da PC e Internet / Acquisti )
Corriere Della Sera
(da Informazione / Quotidiani )
Marc Almond
(da Musica / Cantanti e Musicisti )
ROCKonLINE
(da Musica / Cantanti e Musicisti )
Depeche Mode
(da Musica / Cantanti e Musicisti )


UTENTI ONLINE:




(questo BLOG è stato visitato 35262 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



domenica 4 marzo 2007 - ore 21:08


Le rose di Sanremo
(categoria: " Musica e Canzoni ")


Bene, anche questo Festival si è concluso, immancabili polemiche incluse; epperò c’è stata una bella differenza rispetto all’anno scorso. Sì. Negli ascolti, per esempio: Pippo Baudo può piacere o meno, ma ha dimostrato di essere una spanna sopra gli altri (in primis il deludente Panariello dell’anno scorso). In gara c’è stata persino qualche buona canzone, che continueremo ad ascoltare nelle prossime settimane (e "La Paranza" di Silvestri potrebbe fare la fine di "Andamento Lento" di Tullio De Piscopo, che da Sanremo è resistita nelle radio e nelle classifiche fino all’estate). Anche chi ha vinto, tutto sommato, lo meritava. Anche se il suo nuovo cd delude non poco, a parte due o tre episodi riusciti. Inizialmente pensavo di scrivere dei post su Sanremo spalmati nel corso della settimana, ma invece ho preferito ascoltare di nuovo tutti i pezzi prima di esprimere un’opinione, in modo da potermi distanziare, se necessario, da quanto è stato scritto nei giornali on line e nei blog dai critici musicali più conosciuti.

Si notano ancora una volta le anomalie della stampa di settore del nostro Paese: eh, adesso non si può neanche affermare che l’ex DJ Francesco Facchinetti farebbe meglio a lasciar perdere la musica e cambiar mestiere che subito qualcuno si offende, e ci sono Gianni e Marcella Bella di turno che si lamentano di una "giuria comunista" - il fatto che abbiano avuto la faccia tosta di portare in gara un brano scadente, trito e ritrito, scritto con un sempre più irriconoscibile Mogol - sempre se non fa scrivere i nuovi testi dagli allievi del CET - è un mero dettaglio. "Forever (per sempre)" è una ciofeca, nata già vecchia, nell’arrangiamento anni Ottanta, e puzza di scarto di Celentano da lontano un chilometro. Non mi sembra, tuttavia, che ci fossero schifezze al pari di quella di Povia dell’anno scorso, fatta forse eccezione per l’insegnante vicentino Patrizio Baù che è stato subito eliminato. Auguro a Simone Cristicchi di avere una lunga carriera davanti a sè, di non bruciarsi dopo la vittoria e di lavorare di più sulle musiche, che sembrano purtroppo tutte uguali. Ecco un bel video che ho trovato su Youtube, realizzato da tale Mr. Wonderful, sulle note della sua canzone. Da notare che la co-autrice del suo pezzo dell’anno scorso, "Che bella gente", si è fatta notare al Dopofestival di Piero Chiambretti; sto parlando di Simona Cipollone, in arte Momo, che si è esibita anche durante la finale con il suo rito propiziatorio diventato presto un tormentone ("Fondanela").





Le nuove proposte, tra impegno e canzonette
Vale la pena spendere qualche parola sui giovani (ai big sarà dedicato il prossimo post). Inutili i Piquadro, ex "Amici" di Maria De Filippi che si sono presentati con un look da locale gay di provincia e hanno cantato un brano che poteva essere di un Gigi D’Alessio qualsiasi (a proposito, come si è permesso il cantautore partenopeo più sopravvalutato di tutti i tempi di stuprare "Con il nastro rosa" di Lucio Battisti?) con uno strano accento alla Shel Shapiro. Un po’ ruffiano il pezzo impegnato di Fabrizio Moro, ma non credo ci sia da scandalizzarsi per la sua vittoria: anzi, attendo di ascoltare le altre canzoni del suo nuovo disco per vedere se oltre al fumo c’è anche dell’arrosto. Mi è piaciuta la milonga di Sara Galimberti, e mi ha colpito positivamente anche il veneto Stefano Centomo, anche se può sembrare una versione maschile di Dolcenera. Peccato per i padovani FSC: di certo non sono troppo originali, in quanto "Non piangere" sembra una versione italiana degli Snow Patrol. Tuttavia credo che li terrò d’occhio e d’orecchio, specie se li vedrò in giro nei locali del Veneto nel corso dei prossimi mesi (se non saranno troppo presi con la prossima tournée di Franco Battiato).

Romina Falconi? Una voce "alla Giorgia" con un pezzo ahimé dimenticabile. Pier Cortese, già conosciuto con il buon singolo "Souvenir", mi sembra pericolosamente somigliante a Niccolò Fabi. Le radio trasmettono spesso la canzone di Mariangela, nota ai più per uno stacchetto di Striscia La Notizia ed eliminata la prima sera. Davvero niente di che i Grandi Animali Marini col loro "Napoleone azzurro", mentre Marco Baroni potrebbe avere delle buone chance, se si affrancherà col tempo dalle influenze evidentissime di Cristiano De Andrè ed Enrico Ruggeri. Jasmine, la figlia di Stefania Rotolo protetta da Renato Zero, avrebbe un pezzo simpatico che strizza l’occhio ad una certa soul-dance degli anni Novanta (mi vengono in mente gli M People) penalizzato però dall’arrangiamento inadeguato di Fio Zanotti, che migliora su disco nonostante gli artefatti tipici dell’autotune sulla voce. Già: Jasmine canta malissimo. Non credo farà molta strada. Per la prima volta, comunque, mi è sembrato che in giro ci siano cantanti e canzoni di gran lunga peggiori di quelli arrivati al Festival. Qualche piccolo appunto: perché darli in pasto ad una giuria "di qualità" così incompetente, a parte forse la Surina e Maccarini? Quattro finalisti si sono esibiti ben dopo la mezzanotte.


LEGGI I COMMENTI (3) PERMALINK





alex1980PD, 29 anni
spritzino di Padova
CHE FACCIO? comunico, recensisco, scrivo
Sono single

utente certificato [ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]
LUGLIO 2020
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31